E ci sono call center che scioperano

Turni considerati massacranti, pause sempre più brevi tra una telefonata e l'altra, qualificazione professionale: questi i problemi chiave per i dipendenti TIM

Roma - In un silenzio mediatico quasi assoluto, rotto solo dalla voce de Il Manifesto, due giorni fa si è svolto uno sciopero al call center TIM, il primo sciopero nazionale del genere organizzato lungo 8 ore di servizio da Cgil, Cisl e Uil.

"La nostra motivazione - spiega un'operatrice TIM sui forum di Punto Informatico - parte del fatto che TIM desidera rimodulare i nostri turni (part time 50% e 75%, e full time) al fine di coprire i picchi di traffico sul 119 senza ricorrere all'ovvio, vale a dire all'estensione degli orari e il transito - previsto dal contratto - verso turni più umani e socio-compatibili".

Parole confermate dal delegato Slc Cgil di Bologna, Giuseppe Ledda, proprio al Manifesto. "L'azienda - ha affermato - ha deciso di cambiare i turni in senso peggiorativo per i lavoratori, il tutto a costo zero. Ci viene richiesto di lavorare 4 sabati e 2 domeniche in più, i turni pomeridiani sono stati allungati di un'ora, la pausa pranzo è stata ridotta da 30 minuti a 10. La TIM ha anche deciso di tagliare la pausa tra una telefonata e l'altra, necessaria per chiudere la pratica e ricaricarsi, da 90 a 50 secondi. Abbiamo dato disponibilità a ridiscutere la turnazione, ma non ci vengono offerte neppure nuove assunzioni. Scioperiamo anche contro le esternalizzazioni, che hanno coinvolto in molti casi dei lavoratori disabili".
Il disagio sembra confermato a più livelli. "Dopo l'ultima manifestazione di protesta - ha spiegato Ledda - siamo stati bombardati da lettere disciplinari e sospensioni, indirizzate sia ai lavoratori che ai delegati. Ma continuiamo a scioperare".

Un altro articolo del Manifesto, disponibile qui entra nel dettaglio della vertenza che sembra al momento lontana dal trovare una possibile composizione.
47 Commenti alla Notizia E ci sono call center che scioperano
Ordina
  • i dipendenti del servizio 1254 dal 1 settembre saranno messi con contratto di solidarieta pure io disabile sup.al 74% con tre figli minori e una moglie a carico.L'azienda dice che il traffico e calato ma i turni predisposti negli orari che non c'e traffico faranno morire il servizio tanti orari dalle 11,46 alle 15,05 tutti i giorni sabato e domenica compresa ditemi voi cosa servono per passeggiare e trovare una scusa a telecom italia di licenziare.Scusatemi ma uno che ha lavorato nei call center di telecomitalia (PRIMA SIP) dal 1987 non posso dirmi fortunato anche col contratto di solidarieta
    non+autenticato
  • PIU' FLESSIBILITA' = SCHIAVISMO


    Abbiamo voluto la flessibilità ed adesso piangiamoci il ritorno dello schiavismo e della merda che sti imprenditori del cxxxxxxxxxxx ci danno.

    RAGAZZI AVETE RAGIONE PROTESTATE INCxxxxxxxxxx perche i soldi li hanno e non vogliono cacciarli fuori di questo passo altro che cina diventiamo il biafra...

    Forza ed in bocca al lupo a tutti.

    Non diciamo sempre si anche a lavori di schiavitu' perchè altrimenti se ne approfitteranno sempre. L'altro giorno ho rifiutato una offerta a trabocchetto che mi avrebbe fatto perdere 200 euroal mese invece di guadagnare. Stiamo arrivando alla follia perche' il tipo mi ha detto che c'e' gente che ha accettato il lavoro. Ci sono cascato la prima volta adesso non ci casco più. Il bello è che questi contratti co.co.co. permettono di sfruttarci come meglio credono. E' vera schiavitu'. Sono dei grandissimi figli di P........     purtroppo noi siamo centinai di migliaia, abbiamo bisogno di lavorare e ci sfruttano.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > PIU' FLESSIBILITA' = SCHIAVISMO
    >
    >
    > Abbiamo voluto la flessibilità ed adesso
    > piangiamoci il ritorno dello schiavismo e
    > della merda che sti imprenditori del
    > cxxxxxxxxxxx ci danno.
    >
    > RAGAZZI AVETE RAGIONE PROTESTATE
    > INCxxxxxxxxxx perche i soldi li hanno e non
    > vogliono cacciarli fuori di questo passo
    > altro che cina diventiamo il biafra...
    >
    Addaveni' Baffone!
    > Forza ed in bocca al lupo a tutti.
    >
    > Non diciamo sempre si anche a lavori di
    > schiavitu' perchè altrimenti se ne
    > approfitteranno sempre. L'altro giorno ho
    > rifiutato una offerta a trabocchetto che mi
    > avrebbe fatto perdere 200 euroal mese invece
    > di guadagnare. Stiamo arrivando alla follia
    > perche' il tipo mi ha detto che c'e' gente
    > che ha accettato il lavoro. Ci sono cascato
    > la prima volta adesso non ci casco più. Il
    > bello è che questi contratti co.co.co.
    > permettono di sfruttarci come meglio
    > credono. E' vera schiavitu'. Sono dei
    > grandissimi figli di P........     purtroppo
    > noi siamo centinai di migliaia, abbiamo
    > bisogno di lavorare e ci sfruttano.
    >
    non+autenticato
  • Imparate a lavorare ... ho pure perso l'importo di ricarica per un loro errore e il bello di quanto accaduto è che i responsabili coprono questi dipendenti inetti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Imparate a lavorare ... ho pure perso
    > l'importo di ricarica per un loro errore e
    > il bello di quanto accaduto è che i
    > responsabili coprono questi dipendenti
    > inetti.


    A questo punto ci godo che ti abbiano fottuto la ricarica... ah ah ah!
    non+autenticato
  • Il call center di Telecom è veramente ridicolo... e credo di avere detto tutto.

    Che vi lamentate a fare?! Bah...
    non+autenticato
  • manager professionisti ?????
    :|
    turni di lavoro umani ?????
    :|
    ben pagati ?????
    :|
    organizzazione ?????
    :|
    evadere le tasse si ovviamente
    :|

    poi c'e gente che vuole introdurre tasse per le importazioni cinesi

    ma mandiamo sta gente a lavorare in cina come schiavi

    poi prendiamoci un po della loro torta

    quindi
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)