Nuovi tool di sviluppo per Office 2003

Il big di Redmond rilascia strumenti e tecnologie per lo sviluppo di soluzioni basate sul nuovo Office Systems che sfruttino le nuove caratteristiche di quest'ultimo ambiente, quali gli schemi XML e i Web service

Milano - Microsoft ha rilasciato Visual Studio Tools per Office System, una suite di strumenti per lo sviluppo che consente di creare, in integrazione con Visual Studio.NET 2003, applicazioni MS.NET basate sulla recente suite Office Systems.

La nuova versione di Visual Studio Tools verrà distribuita agli utenti dei prodotti della precedente versione di Office Developer, insieme a Office Access 2003 Developer Extensions, al prezzo di un aggiornamento. Access Developer Extensions fornisce agli sviluppatori gli strumenti e le risorse necessarie per creare, testare e usare le soluzioni basate su Access.

"Le opportunità di personalizzazione offerte da Visual Studio Tools per Microsoft Office System consentono ai clienti di ridurre i tempi di sviluppo e rilascio delle proprie applicazioni sul mercato", ha dichiarato Michele Zoppi, product manager developers tools di Microsoft Italia.
Un cospicuo numero di aziende e sviluppatori attualmente utilizza Visual Basic for Applications (VBA) per personalizzare le applicazioni di Microsoft Office e integrarle con dati e sistemi esistenti. Microsoft ha assicurato a questi clienti che VBA continua ancora a rappresentare un'opzione importante per lo sviluppo di applicazioni desktop, tuttavia ha tenuto a sottolineare come Visual Studio Tools rappresenti oggi lo strumento di sviluppo preferito per Office.

Il big di Redmond sostiene che i vantaggi di Visual Studio Tools sono dati, in particolare, dalla possibilità di scelta del linguaggio di sviluppo, dalle nuove funzionalità di sicurezza e dalla profonda integrazione con la più recente edizione dell'ambiente di sviluppo Visual Studio. Gli sviluppatori possono ad esempio creare soluzioni aziendali basate sul motore e l'interfaccia utente di Excel e Word scrivendo logica applicativa e di accesso ai dati in Visual Basic.NET o Visual C#.NET, questo appoggiandosi sulle funzionalità di distribuzione, manutenzione e sicurezza alla base del MS.NET Framework.

Attraverso Visual Studio Tools è poi possibile sfruttare gli schemi XML (Extensible Markup Language) definiti dall'utente e i componenti per i Web service, introdotti con l'edizione 2003 di Office, per sviluppare documenti e applicazioni in grado di uniformarsi maggiormente con i processi e i dati aziendali.
TAG: mercato
12 Commenti alla Notizia Nuovi tool di sviluppo per Office 2003
Ordina
  • Le possibilità di programmazione e personalizzazione degli strumenti office rendono questa suite veramente eccezzionale per le aziende.

    Quali altre suite permettono questo? Qualcuno sa di suite open source che hanno cartteristiche simili (anche s enon così avanzate)?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Le possibilità di programmazione e
    > personalizzazione degli strumenti office
    > rendono questa suite veramente eccezzionale
    > per le aziende.

    Sono d'accordo. Attualmento sto valutando la piattaforma per il DRM, che però mi lascia qualche dubbio.
    In particolare, e non so se in effetti sia possibile dal punto di vista logico fare altro, la dipendenza dalle applicazioni è un po' forte. Quello che mi sembra di vedere, è poca cosa in più rispetto alla crittografia "normale".
    Certo, aggiunge la possibilità di avere controllo sui documenti fuori azienda, ma la richiesta in infrastrutture da parte di terzi rispetto a chi produce l'informazione è un po' vincolante. Comunque vedremo.


    > Quali altre suite permettono questo?
    > Qualcuno sa di suite open source che hanno
    > cartteristiche simili (anche s enon così
    > avanzate)?

    Non fare commenti del genere, attiri i trolli.

    LV
    non+autenticato
  • Rhino incluso in openoffice è un linguaggio javascript like molto potente (puoi scrivere un'applicazione usandolo), koffice usa invece il python (con il quale fai tutto).
    Cosi' per curiosita' che feature ti serve che manca a Rhino? Per il python sono sicuro che dopo che te lo sarai imparato converrai con me che ' eccezionale.
  • > Per il python sono sicuro
    > che dopo che te lo sarai imparato converrai
    > con me che ' eccezionale.

    Confermo, ho iniziato da poco con python perchè cercavo un linguaggio multipiattaforma ed estremamente flessibile.
    Ho sviluppato applicazioni per aziende con VB, Delphi e PHP, ma devo dire che il miglior linguaggio che ho usato è proprio python.
    Unico difetto: non ci sono librerie interessanti per gestire dei report di stampa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Confermo, ho iniziato da poco con python
    > perchè cercavo un linguaggio
    > multipiattaforma ed estremamente flessibile.
    [cut]
    > devo dire che il
    > miglior linguaggio che ho usato è proprio
    > python.

    Io personalmente preferisco Ruby, ma purtroppo attualmente non ha la diffusione e il supporto che ha Python.

    Poi, per la verità, sto continuando ad utilizzare tanto C++, e questo mi impedisce lo studio approfondito di questi nuovi linguaggi.
  • > Io personalmente preferisco Ruby, ma
    > purtroppo attualmente non ha la diffusione e
    > il supporto che ha Python.

    Supporto... il python?
    Per scrivere un applicazioncina web ho dovuto crearmi una libreria per la gestione delle sessioni, cosa che e' standard in vb, perl, php ecc...

    > Poi, per la verità, sto continuando ad
    > utilizzare tanto C++, e questo mi impedisce
    > lo studio approfondito di questi nuovi
    > linguaggi.

    Puoi provare ad utilizzarlo per creare veloci prototipi delle applicazioni, soprattutto se segui l'analisi e la progettazione. Aiuta a chiarire velocemente i punti critici del software che verra' realizzato.
    non+autenticato
  • Io scrivo applicazioni "locali", quindi non entro in merito di quanto dici... ti faccio comunque un esempio: con Python ho a disposizione un ottimo wrapper per le QT, in Ruby c'e' solo il wrapper per le QT2 e per le QT3 non c'e' nulla... o ancora il wrapper per la comunicazione con le porte COM (quello di Ruby e' orribile), e cose di questo tipo. In questo genere di settori Python e' molto piu' supportato dagli sviluppatorio. Per quanto riguarda l'altra osservazione sono solito a fare l'analisi "su carta", e poi sviluppare in modo object oriented, quindi non sento la necessita'Sorride

  • - Scritto da: Anonimo
    > Supporto... il python?
    > Per scrivere un applicazioncina web ho
    > dovuto crearmi una libreria per la gestione
    > delle sessioni, cosa che e' standard in vb,
    > perl, php ecc...

    Python ha Zope,che è un interno applcation server, ha modpython che gestisce benissimo le sessioni e ha twisted se proprio vuoi cominciare da zero.
    Quindi non diciamo ca%%ate.

    > Puoi provare ad utilizzarlo per creare
    > veloci prototipi delle applicazioni,
    > soprattutto se segui l'analisi e la
    > progettazione. Aiuta a chiarire velocemente
    > i punti critici del software che verra'
    > realizzato.

    Già. Grande pythonSorride
    non+autenticato
  • > Unico difetto: non ci sono librerie
    > interessanti per gestire dei report di
    > stampa.

    www.reportlab.com

  • - Scritto da: Anonimo
    > Le possibilità di programmazione e
    > personalizzazione degli strumenti office
    > rendono questa suite veramente eccezzionale
    > per le aziende.
    >
    > Quali altre suite permettono questo?
    > Qualcuno sa di suite open source che hanno
    > cartteristiche simili (anche s enon così
    > avanzate)?

    open office

    come alternativa (non open source ma comunque economicamente accessibile ) c'è star office che permette di fare programmazione con star basic e java
    non+autenticato

  • > come alternativa (non open source ma
    > comunque economicamente accessibile ) c'è
    > star office che permette di fare
    > programmazione con star basic e java

    Nell'applicativo ok, ma hai meccanismi systemwide? Per capirci COM+ e DCOM. Corba può essere integrato?

    LV
    non+autenticato