Lettere accentate nei domini internet

Germania, Svizzera, Austria e Liechtenstein sono i primi paesi europei ad adottare i nuovi standard IETF che consentono di registrare domini con 92 caratteri non-ASCII prima esclusi

Roma - Dal primo marzo 2004 le società che mantengono i domini internet in alcuni paesi europei apriranno i propri DNS ai nuovi caratteri non-ASCII previsti dagli standard determinati dal working group IDN della Internet Engineering Task Force (IETF). In altre parole: saranno molto più numerosi i caratteri utilizzabili per registrare domini internet.

In particolare, l'annuncio congiunto delle diverse autorità di registrazione di Germania, Austria, Svizzera e Liechtenstein, spiega che gli "indirizzi internet" potranno comprendere fino a 92 caratteri non-ASCII, di fatto superando le attuali limitazioni DNS.

Come noto, oggi il set di caratteri standard per i domini Internet comprende i numeri da 0 a 9, le 26 lettere dell'alfabeto inglese e il trattino. Si tratta, nei fatti, di una grossa limitazione che ha fin qui creato non pochi problemi nella definizione di domini soprattutto in lingue basate su alfabeti affatto diversi. Già nel 2000 erano emersi conflitti tra le registrazioni di domini cinesi e quelle del resto del mondo.
Nel dettaglio, con l'operazione decisa dalle autorità di registrazione vengono infilati nel set dei caratteri una serie di accentate tipiche del francese, dell'olandese e del tedesco.

Va da sé, come sempre accade per questo genere di novità, che soltanto i browser che supportano lo standard della IETF potranno raggiungere i domini internet che conterranno i nuovi caratteri. La speranza delle diverse autorità di registrazione che hanno partecipato all'iniziativa è che presto tutti i sistemi più usati si adeguino al nuovo.
TAG: domini
28 Commenti alla Notizia Lettere accentate nei domini internet
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)