Ma cosa si agita dentro Google?

Se lo chiede una piccola curiosa inchiesta condotta da Fortune, che ha rovistato dentro e fuori il motorone di ricerca. Per scovare alcune chicche e parlar bene e male della net-company più popolare

Roma - Il celeberrimo magazine americano Fortune deve essersi tolto un sassolino dalla scarpa narrando un pezzettino del dietro-le-quinte di Google, il più celebre dei motori di ricerca la cui entrata in Borsa potrebbe valere 20 miliardi di dollari. Un articolotto uscito su Fortune a firma Fred Vogelstein, infatti, racconta di una inchiesta svolta su Google e non si trattiene dal descrivere anche gli aspetti più "particolari" dell?azienda, talvolta sottolineando il clima di caos permanente nel quale a suo dire vive Google.

Vogelstein, che firma il pezzo di copertina dell'ultimo numero della rivista, dà credito a Google per tutto quello che ha dimostrato di saper fare, per la grande crescita di questi anni, gli spunti innovativi e via dicendo. E passa poi a cercarne gli aspetti più business-oriented. Ed è lì che tira fuori qualche maliziosa chicca.

I numeri, suggerisce il commentatore americano, sono i migliori: "in 18 mesi l'azienda ha quadruplicato le proprie dimensioni, impiega ora 1.300 persone, le sue entrate annuali sono salite di sei volte a quota 900 milioni di dollari, i suoi profitti prima delle tasse sono saliti di 23 volte a quota 350 milioni di dollari". Bei numeri che, però, nell'opinione di Vogelstein, non bastano.
Nei rapporti con gli altri big del settore, scrive, i manager di Google sono diventati arroganti, rendendo quasi impossibile ogni trattativa. L'azienda è cresciuta così tanto che persino i suoi dirigenti non sono sicuri di chi sia incaricato di cosa, un problema anche per i partner che devono relazionarsi a Google. Le routine aziendali, le tolleranze sui ritardi del personale o sulle esigenze di ciascuno, risultano incomprensibili dall'esterno, tanto da aver richiesto alle new entry diverso tempo per orientarsi. I fondatori dell'azienda più che aspiranti plurimiliardari si dimostrano spaesati tecnofili.

Lo stile tutt?altro che tradizionalista del lavoro e delle riunioni, descritte talvolta come appuntamenti in cui si parla poco e si fa ancora meno, ha creato ulteriori problemi, così come non è facile far entrare nella testa di alcuni manager uno dei comandamenti di Google, secondo cui "si possono fare soldi senza fare danni". In generale, poi, la prospettiva dell'ingresso in Borsa e dell'afflusso di grandi capitali avrebbe creato anche qualche frattura in seno alla compagine dirigenziale.

Non sarà completo di tutti i dettagli ma di certo leggere le tre pagine dedicate a Google da Fortune ha un sicuro fascino. E cerca persino, senza riuscirci, di rispondere alla domanda di tanti aficionado di Google: per quanto ancora Google potrà competere con i grandi rivali del settore?
L'articolo (in inglese) è liberamente disponibile su web su questa pagina.
96 Commenti alla Notizia Ma cosa si agita dentro Google?
Ordina
  • Mi sembra che questo articolo scritto in tempi assolutamente non sospetti distingua più che bene Google da Yahoo.

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=31420

    Cmq io uso Google perchè oltre alla leggerezza mi fornisce il prezioso "View cache" che a volte è indispensabile.

    keiske ^_^
  • questo sito è l'erede di www.fravia.org

    fravia ha mollato il cracking (come pubblicazione su internet almeno) e si è dedicato alle tecniche di ingegneria inversa applicate al web....
    quindi capire come funzionano gli algoritmi di ricerca, come difendersi dagli spammers, con analisi tecniche dettagliatissime, case studies e contributi anche importanti...
    INTERAMENTE IN INGLESE, con molti contributi di italiani, è la bibbia per la ricerca alternativa su internet....
    tutte le tecniche di ricerca, inganno, spam e varie sono analizzate, eviscerate e alle volte usate anche contro i vandali commercialiSorride

    lo stile è rimasto quello di fravia, con molte frasi in latino, le illustrazioni del suo amato pittore russo(credo), i manifestini propagandistici della prima metà del secolo, e un sano spirito di ribellione...
    tra le chicche le sezioni 'social engineering' (reverse engineering applicato alla realtà commericale moderna) e PHPlab....

    per esperti e per quei pochissimi che leggeranno qusto post

    saluti

    non+autenticato
  • Mi ha chiamato Google!! Parto per l'Irlanda, miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhhhh!!!

    non+autenticato

  • Siete tutti a glorificare Google e a denigrare Yahoo, che invece ci ha servito benissimo da 8 anni e continua a farlo.

    Chi e' informatico e non ha imparato nulla da Yahoo, e' un informatico dell'ultima ora. Oppure sputa nel piatto in cui ha mangiato fino a ieri.

    La storia la ha fatta Yahoo.
    Che adesso ci siano dei movimenti per rovesciare la situazione e' normale, sono cambiati anche i presidenti delle varie repubbliche (cosa c'entra ? c'entra, c'entra....)

    Solo un consiglio: lasciate perdere la borsa.
    Non avete buttato via gia' abbastanza quattrini ?

    Oppure siete quelli che hanno guadanato (e moltissimo anche) comprando le azioni di Yahoo ai tempi dalla IPO e tentate di rifare il colpaccio ?? Certe cose funzionano una volta sola....

    Ciao

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Chi e' informatico e non ha imparato nulla
    > da Yahoo, e' un informatico dell'ultima ora.
    > Oppure sputa nel piatto in cui ha mangiato
    > fino a ieri.
    >

    se ti dicessi che prima di usare Google usavo Altavista?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ansia
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Chi e' informatico e non ha imparato nulla
    > > da Yahoo, e' un informatico dell'ultima
    > ora.
    > > Oppure sputa nel piatto in cui ha mangiato
    > > fino a ieri.
    > >
    >
    > se ti dicessi che prima di usare Google
    > usavo Altavista?

    Nulla da ridire, se devi fare delle traduzioni Sorride
    Se dovevi fare delle ricerche, forse non era/e' estremamente performante, IMHO.
    Comunque Altavista e' anche lui un vero pioniere della prima ora: onore al merito.

    Ciao
    non+autenticato
  • > onore al merito.

    ma allora predichi bene e razzoli male
    dì onore al merito a Google per avere fornito la tecnologia di ricerca che da anni usa il tuo amato yahoo, forza, dillo!
    non+autenticato
  • ma che balle racconti?
    yahoo non è nemmeno un motore di ricerca...
    lascia perdere...
    se non c'era altavista prima di google, neanche avremmo saputo cosa significava motore di ricerca...
    passando per lycos,webcrawler, excite e hotbot per i files...

    non ho mai usato yahoo..
    e ho sempre trovato quello che cercavo...
    ti dirò però che sarei preoccupato se google venisse ridotto come altavista

    fai su google una query "search engines history"
    e soffri in silenzio

    :)

    non+autenticato
  • Tante riunioni in cui non si decide nulla, ma si viene pagati ugualmente e bene e' il posto giusto dove i volponi si possono infilareA bocca aperta

    Purtroppo questi passano il tempo a misurarsi chi ha lo stipendio piu' lungo facendo il meno possibile e questo erodera' l'azienda dall'interno facendo, prima o puoi, crollare tutto.Deluso

    Non sempre afflussi rapidi di capitale in azienda sono un vantaggio, soprattutto per chi non e' abiutuato a gestirli, cosa che diventa sempre piu' difficile e rischiosa. In lacrime
    non+autenticato
  • giustissimo.
    + l'azienda diventa grande ed importante, + gente cerca di mangiarci alle spalle
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tante riunioni in cui non si decide nulla,
    > ma si viene pagati ugualmente e bene e' il
    > posto giusto dove i volponi si possono
    > infilareA bocca aperta
    >
    > Purtroppo questi passano il tempo a
    > misurarsi chi ha lo stipendio piu' lungo
    > facendo il meno possibile e questo erodera'
    > l'azienda dall'interno facendo, prima o
    > puoi, crollare tutto.Deluso
    >

    Non e' mai successo. In italia non e' mai crollato nulla.
    Anzi, piu' fanno danni e piu' salgono di carriera.
    Il problema e' che sono una cricca di collusi, non si prenderanno mai la colpa di niente, infatti prendono consulenti apposta (per dargli la colpa in caso di danni, soprattutto se il consulente ha cambiato azienda): alla faccia dei 'responsabili', ma responsabili di che ?
    Ho visto succedere questa schifezza almeno 2 volte (in una mega-corporation) e i 'responsabili' sono regolarmente saliti di grado. Peccato che il consulente DIFFAMATO avra' vita dura a trovare un altro lavoro...ma questo a loro non interessa.
    Dovrebbero metterle in galera certe persone....

    Ciao
    non+autenticato
  • > Non e' mai successo. In italia non e' mai
    > crollato nulla.

    In italia si dice che le "grandi aziende" in un modo o nell'altro vengono sovvenzionate con il denaro pubblico.
    Quindi anche se non producono non importa.

    > Anzi, piu' fanno danni e piu' salgono di
    > carriera.
    > Il problema e' che sono una cricca di
    > collusi, non si prenderanno mai la colpa di
    > niente,

    Si chiama paraculologia applicata e un corso che si frequenta appena dopo la laurea ed e' fondamentaleA bocca aperta

    > infatti prendono consulenti apposta
    > (per dargli la colpa in caso di danni,
    > soprattutto se il consulente ha cambiato
    > azienda): alla faccia dei 'responsabili', ma
    > responsabili di che ?

    respansabili di pararsi il sedere, in ogni caso se vengono raccomandati dall'alto non devono fare nemmeno questo sforzo, perche' altri lo fanno per loroA bocca aperta

    > Ho visto succedere questa schifezza almeno 2
    > volte (in una mega-corporation) e i
    > 'responsabili' sono regolarmente saliti di
    > grado. Peccato che il consulente DIFFAMATO
    > avra' vita dura a trovare un altro
    > lavoro...ma questo a loro non interessa.
    > Dovrebbero metterle in galera certe
    > persone....

    Probabilmente ci ritroverenno con pochissimi dirigenti e forse con nessun dirigente pubblico.A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Non e' mai successo. In italia non e' mai
    > > crollato nulla.
    >
    > In italia si dice che le "grandi aziende" in
    > un modo o nell'altro vengono sovvenzionate
    > con il denaro pubblico.

    Che schifo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Come in qualunque regime, d'altronde.

    >
    ...
    >
    > > Ho visto succedere questa schifezza
    > almeno 2
    > > volte (in una mega-corporation) e i
    > > 'responsabili' sono regolarmente saliti di
    > > grado. Peccato che il consulente DIFFAMATO
    > > avra' vita dura a trovare un altro
    > > lavoro...ma questo a loro non interessa.
    > > Dovrebbero metterle in galera certe
    > > persone....
    >
    > Probabilmente ci ritroverenno con pochissimi
    > dirigenti e forse con nessun dirigente
    > pubblico.A bocca aperta

    .... e nessuno ne sentirebbe la mancanza,

    Ciao

    non+autenticato
  • a me sembra proprio che l'articolo si lamentasse di come all'interno di google se ne fottano dell'entrata in borsa...
    parla di disorganizzazione interna, managers arroganti verso l'esterno, riunioni inconcludenti...
    è l'articolo di qualcuno interessato alla prossima capitalizzazione in borsa...

    andare in borsa vuol dire solo una cosa: prendere soldi al mercato, pagarsi pensioni e rendite e svendere la baracca... non ho visto una, dico una azienda fare della borsa quello che dovrebbe essere: ricerca di capitale per crescere.....

    in fondo spero che tutto finisca presto..
    poi scriveranno un programma di ricerca nuovo (sperando che nessuno brevetti il concetto di motore di ricerca e impedisca a tutti di farlo) e chissenefregherà di google...

    seriamente i motori di ricerca dovrebbero implementarli le istituzioni.... di internet e non....
    ah scordavo... siamo nell'era del privato...
    dove john ha un'idea vecciha come il mondo la brevetta, si crea una mafia intorno e detta legge con aiuto di stato e polizia...
    che bello....


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)