Claudio Tamburrino

Manager Microsoft accusato di insider trading

Brian Jorgenson, impieganto nella divisione finanziaria dell'azienda di Seattle, avrebbe passato informazioni riservate a un suo amico. Dividendo con lui i proventi di speculazioni in Borsa

Roma - La Securities and Exchange Commission (SEC), l'organismo di controllo della Borsa USA, ha aperto un'inchiesta per insider trading nei confronti di un ex-manager di Microsoft, Brian D. Jorgenson, ora licenziato per questo da Redmond.

Secondo l'accusa, il manager della divisione finanza e investimenti di Microsoft avrebbe passato informazioni confidenziali ottenute attraverso il suo lavoro all'amico Sean T. Stokke. In questo modo Jorgenson lo teneva al corrente delle mosse di Redmond in anticipo rispetto ai comunicati ufficiali e gli permetteva di prendere decisioni su acquisto e vendita in Borsa i cui proventi erano equamente divisi tra i due attraverso i loro conti correnti di brokeragio condiviso, violando così la Section 10(b) del Securities Exchange Act del 1934.

Entrambi ora sono accusati dal procuratore di Washington per aver "abusato delle informazioni confidenziali di Microsoft, generando profitti illegali con l'obiettivo di costituire un proprio fondo speculativo": applicando questo schema i due avrebbero finora guadagnato 393.125 dollari in profitti illeciti.
Il primo affare per l'accoppiata sotto accusa risalirebbe ad aprile 2012, prima dell'annuncio di Microsoft di investire 300 milioni di dollari in Barnes&Noble: dopo che l'ufficio di Jorgenson è stato coinvolto nell'affare (nella preparazione di un'analisi finanziaria dell'operazione), Stokke ha acquistato circa 14mila dollari in call option di Barnes&Noble. Successivamente i due avrebbero operato in anticipo rispetto alla quarta trimestrale 2013 di Microsoft e, da ultimo, prima dell'annuncio della prima trimestrale 2014, lo scorso 24 ottobre.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, fermati i chiacchieroni dell'ICTL'FBI stronca su una rete illegale di informazioni di mercato. Tra le vittime ci sarebbero Apple e AMD: i cui piani e i cui numeri sarebbero stati venduti a caro prezzo agli speculatori
  • BusinessFacebook, dipendente non più amicoE'stato licenziato per aver acquistato azioni Facebook sul mercato privato, violando le regole interne in materia di insider trading
  • BusinessTim Cook e i Mac made in USAPrima intervista per il CEO. Che annuncia la volontà di riportare negli Stati Uniti la produzione di una linea di PC. Una boccata d'ossigeno per il tribolato trimestre di Apple a Wall Street?
2 Commenti alla Notizia Manager Microsoft accusato di insider trading
Ordina
  • in una azienda dove si sono compiute le peggio porcate, (strangolamento di BeOS, creazione di Vista, contratti capestro coi produttori hardware, etc) questa cosa qui e' a livello di "marachella", non capisco perche si scaldino tanto: il tipo ha dimostrato disinvoltura, pelo sullo stomaco, iniziativa, spregiudicatezza, capacita' di rischiare, nessuna moralita': insomma, ha tutte le caratteristiche per raggiungere i piu' alti livelli dirigenziali! Era da promuovere, altro che licenziare!
    non+autenticato
  • ... il comportamento di questo tizio.

    Ha fatto una cosa illegale per guadagnare una cifra ridicolmente bassa (dato il contesto), paragonabile ad un suo stipendio annuale.

    E` interessante notare che in USA l'hanno licenziato, ai tempi di Mani Pulite ho capito che sarebbe finito tutto in nulla quando si è saputo che il massimo che si poteva fare contro i finanziari corrotti di Milano era spostarli a Brescia e viceversa. Triste
    non+autenticato