Lo US Army recluta soldati virtuali

L'Esercito americano conta, nel giro di pochi anni, di affidare totalmente il test di nuove armi e di nuovi equipaggiamenti a soldati virtuali che, come in un videogioco, si muoveranno su campi di battaglia 3D

Iowa City (USA) - In quel contesto della ricerca militare che sta sfruttando le crescenti capacità di elaborazione dei computer per simulare scenari, ambienti e strategie di guerra, nonché armi e attrezzature, un gruppo di 25 ricercatori dell'Università dello Iowa sta sviluppando un programma di intelligenza artificiale in grado di simulare il comportamento di due soldati.

I soldati digitali, che si muovo su campi di battaglia tridimensionali, hanno il compito di aiutare i ricercatori a valutare l'impatto che alcuni dispositivi e armi di nuova generazione avranno sulle truppe, portando alla luce eventuali limiti e difetti meccanici o ergonomici. Oltre a questo, il progetto ha anche lo scopo di simulare la resistenza fisica di un soldato in particolari condizioni.

"Quello che stiamo cercando di capire, con l'aiuto del computer, è quanto a lungo un soldato può maneggiare un'arma restando in allerta e quando ha bisogno di fare una pausa o bere un bicchier d'acqua", ha spiegato Karim Malek, capo ricerca e professore d'ingegneria.
Lo scopo di questi test simulati è quello di far risparmiare soldi all'Esercito americano minimizzando il rischio di dover rivedere il progetto di un nuovo tipo di equipaggiamento.

I due soldati virtuali già creati dai ricercatori, chiamati Tony (uomo) e Ella (donna), sono basati su sofisticati algoritmi di intelligenza artificiale che, anche grazie ad un accurato modello anatomico del corpo umano, sono in grado, secondo gli scienziati, di prevedere le reazioni e i comportamenti base di un uomo.

Nel progetto di ricerca, a cui partecipano anche medici e biologi, lo U.S. Army ha intenzione di investire la somma di 17,5 milioni di dollari nell'arco di cinque anni.
TAG: ricerca
18 Commenti alla Notizia Lo US Army recluta soldati virtuali
Ordina
  • http://www.americasarmy.com/
    Link di un gioco stranamente gratuito
    molto realistico che ha i test e le approvazioni severissime americane.
    giochi come GTA (che simulava la vita di un"malavitoso") hanno subito pesanti critiche e proibizioni
    questo invece sembra adatto a tutti
    coloro che fanno parte dell'esercito americano possono fregiarsi in gioco di una stelletta accanto al loro nick

    quante coincidenze

    PS suggerito dal produttore della mia scheda video (NVidia)

    ==================================
    Modificato dall'autore il 29/11/2003 11.43.58
  • Beh allora vietiamo tutti gli rts e qualsiasi gioco che faccia riferimento alla guerra...

    Un conto è un simulatore che simula e in cui non viene data importanza o risalto alla cosa in sé (non è che in IL2 o altri giochi di guerra c'è un messaggio del tipo: "ragazzi la guerra è bella fatela a casa coi vostri amici, spianate con un bel mitra quel cagacazzi del preside!"), un conto un gioco che ti premia se dopo essere andato con un puttana la uccidi e ti riprendi i soldi oppure se ti apposti e spari ai passanti...

    Secondo me un simulatore realistico rende anche molto partecipi gli interessati a cosa sia una vera azione di guerra. Sempre meglio dei manifesti e della propaganda nei centri di reclutazione.

    Ah ma dimenticavo, qui ci sono moralisti che pensano, per avere la coscienza pulita, che basti donare quattro lire per aprire un'università in un paese dove le famiglie di 20 persone hanno la necessità di far lavorare tutti i membri del nucleo famigliare (come noi nel dopoguerra). Poi li mettiamo tutti dentro la scuola, obbligatoriamente e li facciamo tutti morire di fame. Senza problemi. Abbiamo donato tanto, no? Sino ad ora le infrastrutture educative (e basta) hanno soltanto contribuito ad accentrare ancora di più il potere già corrotto nelle mani dei loschi figuri che mandano avanti i paesi sottosviluppati (gli abbiamo fornito strumenti per educare i loro figli e i loro protetti gratuitamente). Senza contare che di solito chi studia in questi posti poi fugge in occidente perché lo vede l'unico posto dove poter mantenere quel tenore di vita. A Tor Vergata partono ogni anno centinaia di ingegnerei senza frontiere per portare aiuto a questi stati. Sorprendentemente i neo ingegneri extracomunitari non fanno quasi mai questo e anche se il loro numero è molto basso la percentuale di chi aiuta è molto minore di quella della massa italiana, al massimo. Se lasciano l'italia partono per l'America...

    La famiglia di agricoltori africani non può permettersi di mantenere i figli a scuola sino a 20 anni (se non di più). Da queste situazioni non si esce imponendo un sistema occidentale a culture che non ci sono mai arrivate, le si deve lasciar maturare da sole (anche ricordandoci che il fatto che nostro nonno a 6 anni già lavorava forse ha contribuito a far si che i nostri genitori e noi stessi possiamo essere mantenuti senza lavorare sino a che finiamo l'università - e sta cosa ancora oggi non vale per tutti -).
  • menti reali, PACIFICHE e LABORIOSE!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • Non basta la BOMBA ATOMICA ....
    contro la DISPERAZIONE UMANA !!!
    non+autenticato
  • di Matrix? porca miseria, intanto riesco a fare un software che emuli in maniera totale la fisiologia di uomo (anche quando deve bere!), poi qualche multinazionale simulerà l'intera vita (per capire le abitudine e venedere più prodotti), poi le macchine costruite dagli stessi americani ci catturano, ci mettono negli uteri digitali e fanno partire i software di simulazione...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > di Matrix? porca miseria, intanto riesco a
    > fare un software che emuli in maniera totale
    > la fisiologia di uomo (anche quando deve
    > bere!), poi qualche multinazionale simulerà
    > l'intera vita (per capire le abitudine e
    > venedere più prodotti), poi le macchine
    > costruite dagli stessi americani ci
    > catturano, ci mettono negli uteri digitali e
    > fanno partire i software di simulazione...
    >

    la ribellione e' inutile verrai assimilato,
    c.y. Borg of Matrix
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > di Matrix? porca miseria, intanto riesco a
    > > fare un software che emuli in maniera
    > totale
    > > la fisiologia di uomo (anche quando deve
    > > bere!), poi qualche multinazionale
    > simulerà
    > > l'intera vita (per capire le abitudine e
    > > venedere più prodotti), poi le macchine
    > > costruite dagli stessi americani ci
    > > catturano, ci mettono negli uteri
    > digitali e
    > > fanno partire i software di simulazione...
    > >
    >    
    > la ribellione e' inutile verrai assimilato,
    > c.y. Borg of Matrix

    Cheppalle co sto matrix!
    Io l'ho trovato molto noioso per la troppa azione.
    non+autenticato
  • >
    > Cheppalle co sto matrix!
    > Io l'ho trovato molto noioso per la troppa
    > azione.


    uhhahahahahhaaaaa:|
    non+autenticato
  • dovrebbero, ma non sono io il solo a dirlo, investire tutti quei milioni di migliardi di dollari in opere umanitarie, tipo costruzione di scuole, fabbriche, ospedali nei paesi "sfigati" di questo mondo.
    Tempo 10 anni e i vari bin laden e saddam hussein non avrebbero più neppure un asino da traviare per attentati e guerre.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dovrebbero, ma non sono io il solo a dirlo,
    > investire tutti quei milioni di migliardi di
    > dollari in opere umanitarie, tipo
    > costruzione di scuole, fabbriche, ospedali
    > nei paesi "sfigati" di questo mondo.
    > Tempo 10 anni e i vari bin laden e saddam
    > hussein non avrebbero più neppure un asino
    > da traviare per attentati e guerre.
    >

    Ma sei matto? e poi a chi le vendono le armi?
    Per non parlare di tutte le persone che lavorano nell'industria bellica: finirebbero sulla strada.

    P.S.: questa è ironia. Molto amara, lo so, ma ironia.
    non+autenticato
  • dai che tra un po le guerre non si fanno piu.
    se un affricano muore per 500 lire come gli vendono un pc ?

    le guerre sono anticonvenienti per il fatto che si eliminano potenziali acquirenti

    se gli vendi un fucile e lo usa non puo comprare altro

    cmq la simulazione di quasiasi cosa e' meglio che privarla sulla pelle di qualcuno
    gli usa fanno guerre anche per provare armi, simulando
    la cosa non conviene piu provare armi su persone vere

    dite che una partitina al simulatore si possa fare ???
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dai che tra un po le guerre non si fanno piu.
    > se un affricano muore per 500 lire come gli
    > vendono un pc ?
    >
    > le guerre sono anticonvenienti per il fatto
    > che si eliminano potenziali acquirenti
    >

    Sei rimasto al capitalismo legato al mercato ...

    oggi viviamo in un sistema capitalistico speculativo ...

    che non investe a medio lungo periodo ...


    e investire in armi oggi significa ....


    MINIMO INVESTIMENTO
    MASSIMO PROFITTO IMMEDIATO !!!

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dovrebbero, ma non sono io il solo a dirlo,
    > investire tutti quei milioni di migliardi di
    > dollari in opere umanitarie, tipo
    > costruzione di scuole, fabbriche, ospedali
    > nei paesi "sfigati" di questo mondo.
    > Tempo 10 anni e i vari bin laden e saddam
    > hussein non avrebbero più neppure un asino
    > da traviare per attentati e guerre.
    >
    SEI MATTO????? cosi istruiti possono pretendere cose come diritti umani,diritti sul lavoro..o dio ce ne scampi indipendenza dall'occidente
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)