Catturato il bandito dei PC

Wells Fargo aveva messo una taglia da 100mila dollari per chi avesse contribuito ad identificare l'uomo: arrestato dopo due giorni di fuga. Tradito da... Internet

San Francisco (USA) - Aveva suscitato preoccupazione in molti clienti e soprattutto enorme imbarazzo all'importante banca americana Wells Fargo & Co., eppure l'uomo che ieri è stato arrestato in California dalla polizia locale è solo un piccolo ladro, un topo di appartamento che, per una volta, aveva preso di mira un ufficio.

Edward Jonathan Krastof, 38 anni, è stato arrestato solo pochi giorni dopo aver rubato alcuni computer da una filiale della banca, computer che contenevano dati preziosi su moltissimi clienti dell'istituto di credito. Una situazione potenzialmente esplosiva per la banca americana che, non a caso, aveva promesso 100mila dollari a chi avesse fornito informazioni utili al recupero del materiale e alla cattura dell'uomo. Gli inquirenti hanno spiegato che comunque quei 100mila dollari rimarranno a Wells Fargo perché l'arresto si deve alle indagini svolte dalle autorità senza nessun aiuto esterno.

La polizia ha rinvenuto nell'abitazione di Krastof tutto il materiale rubato, compresi anche i lettori per le carte di credito che aveva sottratto dagli uffici della filiale. Krastof ha dichiarato davanti ai poliziotti che non aveva alcuna idea della riservatezza dei dati contenuti in quei computer. Dichiarazioni che rappresentano certo un ulteriore imbarazzo per l'istituto di credito.
Di interesse il fatto che l'arresto sarebbe stato compiuto dopo che Krastof si è connesso al proprio account su America Online utilizzando uno dei computer rubati. I cybercop americani avrebbero così potuto risalire al suo numero IP e, da lì, ad individuare l'uomo. Se qualcosa sfugge sul piano tecnico nella dinamica di questa operazione è di certo da attribuirsi ai pochi dettagli trapelati...
TAG: hw
30 Commenti alla Notizia Catturato il bandito dei PC
Ordina
  • io avevo letto notizie di qualche meccanismo di protezione antifurto presenti sui notebook, credo sia una roba tipo codice imei del cellulare ..ma eviterei di dire stronz@te senza conoscere i dettagli. Le mie ipotesi sono 1 la più banale ovvero che abbia usato non il suo account ma l'account preconfigurato sul pc rubato (avrebbe dovuto conoscere la password a meno che il bancario non l'abbia memorizzata..)
    2 uno di questi sistemi di tracciamento antifurto lo ha incastrato..
    chi ne sa di più di questi sistemi? e secondo voi valgono anche sulle connessioni adsl o solo tramite modem analogico?
  • Non fatevi ingannare dal titolo.... e' solo un ipotesi...

    comunque la questione e' molto semplice...
    considerato che la banca quanto a sicurezza lasciava MOLTO
    a desiderare tenendo i dati sensibili a prova di ladro,

    e' molto probabile che su quel computer fosse installato
    un messenger che si e' collegato in automatico,

    o molto piu' semplicemente essendo solo un ladro
    magari neanche pratico di computer ha tentato di scaricare
    la posta o di fare qualche altra operazione cazzuta
    che richiede autenticazione,

    o ancora su quel computer poteva essere installato un software tipo un client vpn che appena vede il collegamento
    ad internet si collega a una sede centrale....

    insomma esistono un milione di modi semplicissimi per rintracciare un ladro cosi sprovveduto con delle semplici
    operazioni....

    senza per questo dover parlare di echelon, "software di rintracciamento", microsoft che spia o altre cavolate del genere....





    non+autenticato

  • Non ce nulla di nuovo in questo messaggio scritto in inglese su Google, aggiungo solo che se comprate un laptop da quelle parti il software antiladro potrebbe gia' essere installato su quelli venduti di fascia alta mentre riguardo le policy di sicurezza delle banche non so nulla in proposito.

    Certo e' che mi rimane comunque il dubbio su MS dato che il pc ogni tanto dialoga con chissachi in modo trasparente (e i dati che ho provato a catturare non mi dicono nulla cosi' come alcuni ip di cui non ho trovato info tranne le domande di altri utenti che hanno fatto le mie stesse prove).

    ad ogn caso ecco il link di cui parlavo:
    http://groups.google.it/groups?hl=it&lr=&ie=UTF-8&...
    non+autenticato
  • Giusto per sapere... quali IP ???
    Cos'i ci metto una bella regolina sul firewall....

    Grazie
    non+autenticato
  • > l'arresto sarebbe stato compiuto dopo
    > che Krastof si è connesso al proprio
    > account su America Online utilizzando
    > uno dei computer rubati. I cybercop
    > americani avrebbero così potuto risalire
    > al suo numero IP e, da lì, ad
    > individuare l'uomo.
    E come avrebbero capito che usava quel PC e non uno suo personale ???
    Allora le "leggende" che Windows ti conta anche i peli del sedere non sono poi cosi' leggende ...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E come avrebbero capito che usava quel PC e
    > non uno suo personale ???



    LEGGI IL THREAD: temere tecnologia.
    non+autenticato
  • > E come avrebbero capito che usava quel PC e
    > non uno suo personale ???
    > Allora le "leggende" che Windows ti conta
    > anche i peli del sedere non sono poi cosi'
    > leggende ...


    "Di interesse il fatto che l'arresto sarebbe stato compiuto dopo che Krastof si è connesso al proprio account su America Online utilizzando uno dei computer rubati."

    Ha utilizzato una connessione esistente su quel PC per leggere la sua posta, poichè la polizia teneva d'occhio l'utilizzo di connessioni effettuate con gli account configurati nei PC rubati (account di collegamento, non di mailbox, mi spiego?) ha subito tracciato il suo IP risalendo al nuemro telefonico di casa ed è andato a trovarlo.

    Detto questo devo sinceramente dirti che sei un lamerone, ma di quelli più ignobili perchè non hai postato solo per ignoranza (che può essere giustificata) ma anche con malizia, sei proprio il tipico utonto che crede alle favole e che fanno male al mondo dell'informatica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > E come avrebbero capito che usava quel PC
    > e
    > > non uno suo personale ???
    > > Allora le "leggende" che Windows ti conta
    > > anche i peli del sedere non sono poi cosi'
    > > leggende ...
    >
    >
    > "Di interesse il fatto che l'arresto sarebbe
    > stato compiuto dopo che Krastof si è
    > connesso al proprio account su America
    > Online utilizzando uno dei computer rubati."
    >
    > Ha utilizzato una connessione esistente su
    > quel PC per leggere la sua posta, poichè la
    > polizia teneva d'occhio l'utilizzo di
    > connessioni effettuate con gli account
    > configurati nei PC rubati (account di
    > collegamento, non di mailbox, mi spiego?) ha
    > subito tracciato il suo IP risalendo al
    > nuemro telefonico di casa ed è andato a
    > trovarlo.
    >
    > Detto questo devo sinceramente dirti che sei
    > un lamerone, ma di quelli più ignobili
    > perchè non hai postato solo per ignoranza
    > (che può essere giustificata) ma anche con
    > malizia, sei proprio il tipico utonto che
    > crede alle favole e che fanno male al mondo
    > dell'informatica.

    Evidentemente non sai leggere. "Si e' connesso al proprio account su AOL". Punto. E non che ha usato un profilo di connessione pre-esistente sul computer. Quindi il fatto che mamma MS possa tracciare un computer rimane in piedi. E comunque non c'e' bisogno di scaldarsi.

    Ciao
    non+autenticato

  • > Evidentemente non sai leggere.

    Evidentemente leggi anche quello che non c'è scritto

    >"Si e'
    > connesso al proprio account su AOL". Punto.

    Sai cos'è un account? E' un concetto molto semplice che solo i lameroni collegano di default alla connessione dial-up.
    Quella frase è tradotta, per chi non ci arriva, in "ha controllato la sua posta su AOL"


    > E non che ha usato un profilo di connessione
    > pre-esistente sul computer.

    Questo non c'è scritto, posso anche sbagliarmi ma quello che è accaduto è probabilmente il contrario

    >Quindi il fatto
    > che mamma MS possa tracciare un computer
    > rimane in piedi.

    Non rimane in piedi proprio per niente, per te è più facile credere a questo che il ladro si sia connesso con una connessione dial-up esistente! E' ridicolo. Poi c'è il fatto che se fosse stato un esperto non si sarebbe neppure sognato di usare quel pc per andare in Internet e questo avvalora la mia tesi. In aggiunta c'è da dire che ci sono anche software appositi che segnalano ad un "centro" informazioni sul collegamento in corso e che vengono usati proprio per rintracciare pc rubati, se proprio non ha usato una dial-up esistente magari è stato beccato grazie ad uno di questi software.


    >E comunque non c'e' bisogno
    > di scaldarsi.
    >

    Non mi scaldo, semplicemente scrivo quello che penso, per fare FUD in questa maniera bisogna essere o in cattiva fede o lameroni (con personalità tipo quella "mio cuggino mi ha detto...."), in ogni caso è una mia idea e ti invito a non sentirti tale se non è vero, è solo l'immagine che dai (a me) in base al tuo primo post.

    buona giornata.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)