Alfonso Maruccia

CES2014/ UltraHD finalmente per tutti

Spettacolare parata di ultra-schermi in quel di Los Angeles tra monitor per computer quasi-economici, TV-set giganteschi che si piegano (in entrambe le direzioni) e laptop ultra-definiti. E i prezzi scendono

« Indietro
Foto 1 di 4

Roma - Se il CES 2013 era stato caratterizzato dal debutto onnipresente degli ultra-schermi, l'edizione 2014 dello show dell'elettronica di consumo statunitense segna per molti versi un ridimensionamento dell'hype e un ritorno sulla terra delle risoluzioni Ultra HD, 4K e compagnia. Fortunatamente anche i prezzi seguono.

A presentare display Ultra HD in quel di Las Vegas c'era prima di tutto Dell, già impegnata a offrire prodotti iper-definiti all'utenza professionale con la linea UltraSharp: il monitor 2815Q da 28 pollici è invece pensato per l'utenza consumer con risoluzione da 3840x2160 pixel, pannello TN anti-riflesso (niente IPS), connettività DisplayPort (1.21), HDMI (1.4) e hub USB 3.0 integrato.

La società statunitense metterà in vendita 2815Q dal prossimo 23 gennaio al prezzo di listino di 699 dollari, un vero "affare" per un monitor 4K che però deve fare i conti con limitazioni non da poco nella frequenza di aggiornamento del pannello: in Ultra HD il refresh massimo è di appena 30Hz, quindi gli utenti desiderosi di videogiocare a risoluzioni impossibili possono tranquillamente metterci una pietra sopra (in Full HD il refresh è 60Hz).
Anche la cinese Lenovo pensa ai display 4K economici con ThinkVision Pro2840m e ThinkVision 28, due monitor Ultra HD (sempre da 28 pollici) pensati per il mercato professionale e capaci di funzionare da hub esterno per i gadget Android grazie all'integrazione del chipset Tegra di NVIDIA. Il prezzo, per il ThinkVision Pro2840m, è di 799 dollari e la commercializzazione è prevista da aprile.

Asus rincorre Dell e Lenovo con PB287Q, e anche in questo caso si tratta di un display con diagonale da 28 e risoluzione di 3840x2160 pixel. Caratteristiche qualificanti dell'offerta sono un refresh rate nativo a 60 Hz "pieni" (posto l'obbligo di usare una porta di interconnessione adeguata) e tempi di risposta ultrarapidi (1 ms) che ne fanno un prodotto potenzialmente ideale per applicazioni videoludiche. Il costo? Poca cosa, 799 dollari e il 4K domestico è fatto (a partire dal secondo trimestre del 2014).

Per chi poi necessitasse di un monitor 4K in un laptop da viaggio, Toshiba ha ben pensato di compattare gli ultra-pixel dell'Ultra HD nel monitor da 15,6 di due nuovi portatili Windows 8.1, una variante "business" (Tecra W50) e una "consumer" (Satellite P55t) con schermo multi-touch. Microsoft esalta l'offerta, soddisfatta evidentemente di figurare a bordo di queste novità.

Lungi dall'essere un affare esclusivo dei display per computer, l'Ultra HD si è visto - e parecchio - anche sulle TV. La differenza rispetto al CES 2013 è stata la presenza di pannelli commerciali in grado di piegarsi e curvarsi, un effetto che Samsung ha esaltato come una sorta di "3D senza occhialini" ed LG ha cavalcato con un mastodonte da 105 pollici (UB9800) dotato di rapporto prospettivo cinematografico 21:9 in grado virtualmente di eliminare le bande nere tipiche dei contenuti hollywoodiani fruiti sugli schermi domestici.

Abbandonati i pannelli al plasma, anche Panasonic si è convertita al nuovo mantra dell'Ultra HD curvabile mettendo in mostra un'installazione composta da 6 pannelli OLED da 55 pollici, per riprodurre - mediante curvatura concava o convessa - una "S" a tema floreal-alimentare.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia CES2014/ UltraHD finalmente per tutti
Ordina
  • Hanno fatto una fiera dedicata solo agli schermi a Los Angeles? Come mai non hanno messo tutto assiemete a Las Vegas, finito lo spazio?
    non+autenticato
  • ... a quelle risoluzioni, si vedono i pori dei brufoli ed ogni mm quadro di pelle sudata...
    battute (ma non tanto) a parte, al momento mi sembra che il 4k può stare tranquillino: premesso che già col FullHD si va più che bene (sto parlando di mercato di massa, dove la gente di solito ha case con stanze da 5x4 quando va bene...), e che comunque ovviamente moltissimo dipenderà dal prezzo (a livelli "decenti" perché no?), al momento e per qualche anno mi sa che il problema sta nei segnali TV: quanto ci vorrà per passare ad avere le trasmissioni in 4k? Direi qualche anno.. Noi esseri normali possiamo fare sonni tranquilli e continuare a comprarci i FullHD. Ricordo che fine ha fatto la tecnologia BlueRay: i film su supporto, NON paiono essere la killer application per giustificare l'acquisto di televisori 4k. Così parlai io... ciao
    non+autenticato
  • Hot Bird 4 di Sky sarà lanciato ad Aprile, il satellite avrà le capacità di banda per distribuire i contenuti di tutti i canali SKY in 4k con H265. Le finali di Champions e dei Mondiali di quest'anno saranno trasmesse da SKY in 4k.
    Ovviamente, come fu per l'HD, le competizioni sportive saranno le prime ad essere trasmesse in 4k, per i film e le serie occorrerà aspettare i contenuti e ad oggi solo Lo Hobbit è stato ripreso a 4k.

    Riguardo ai supporti credo che sfrutteranno lo standard Blue Ray aggiungendo anche il 3o e 4o strato, portando la capacità a 60GB come era d'altra parte previsto.
    non+autenticato
  • In italia i segnali TV sono disastrosi, senza scomodare Sky per ovvie ragioni, la maggioranza trasmette con una qualità video penosa, si vedono tutti i difetti con un HD ready, accentuai dai full HD.
  • Ho il divano a 3m dalla parete frontale, con 55" per vedere bene il PC collegato devo metterlo in HD. In FullHD mi ci vorrebbero minimo 64". Ecco aspetto che scendano di prezzo e poi vedremo...

    Mi serve solo come "monitor da salotto", la TV la guardo pochissimo...
    iRoby
    6874
  • - Scritto da: iRoby
    > Ho il divano a 3m dalla parete frontale, con 55"
    > per vedere bene il PC collegato devo metterlo in
    > HD. In FullHD mi ci vorrebbero minimo 64". Ecco
    > aspetto che scendano di prezzo e poi
    > vedremo...

    Potresti anche optare per un sistema operativo che abbia l’interfaccia indipendente dalla risoluzione se è quello il problema.

    (A me un buon 28" 4K piacerebbe molto)
    Teo_
    2588
  • - Scritto da: Teo_
    > Potresti anche optare per un sistema operativo
    > che abbia l’interfaccia indipendente dalla
    > risoluzione se è quello il
    > problema.
    >
    > (A me un buon 28" 4K piacerebbe molto)

    Ubuntu non è XP, imposti il DPI e scala tutto. Quindi no problem. A me interessava però proprio la quantità di dettagli ed info sulla pagina e vederli senza affaticare la vista.

    Comunque sperimenterò un po' per trovare il miglior compromesso. Ho un direct LED da 55" fullHD che consuma solo 85w e vorrei sfruttarlo per un po'. Il 4k non mi interessa forse in futuro 64-68" fullHD sempre a led o plasma di ultima generazione che non superi i 150w di consumo.
    iRoby
    6874
  • per me i pc dell sono fatti bene, e durano parecchio. Li uso da sempre sul lavoro. Peró come design fanno pena!
    non+autenticato