Gaia Bottà

Prince e la piaga dei bootleg

Le registrazioni dei concerti condivise in Rete danneggiano irreparabilmente la sua carriera: Prince chiede un milione di dollari agli utenti che testimoniano e diffondono il proprio amore per l'artista

Roma - L'artista universalmente noto per le proprie intransigenti posizioni antipirateria è tornato alla carica: Prince ha denunciato 22 utenti di Facebook e di Blogger, responsabili di aver messo in circolazioni delle registrazioni non autorizzate di sue performance dal vivo. Chiede a ciascuno di loro danni per 1 milione di dollari.

La denuncia, depositata presso un tribunale della California, punta il dito contro due cittadini statunitensi e contro 20 nickname: l'accusa è quella di violazione di copyright, diretta e secondaria, di registrazione non autorizzata ai fini della produzione di bootleg. La dinamica delle violazioni? I 22 utenti sono soliti dare conto della scaletta di un concerto sul proprio spazio personale, pagina Facebook o blog che sia, accompagnata da un link che punta ad un servizio di condivisione, presso cui è depositata la registrazione non autorizzata del concerto. Una manciata degli imputati, secondo i legali di Prince, formerebbe una rete dedicata alla disseminazione illegale di copie non autorizzate di composizioni e di esecuzioni dal vivo. Alcuni di loro, lo rivelano i nickname, non sono altro che fan del musicista.

L'elenco stilato nella denuncia è dettagliato: vi figurano centinaia di brani tratti da show dal vivo recenti e d'epoca, a percorrere tutta la carriera del musicista fino ad arrivare agli ultimi concerti, a cui gli appassionati hanno assistito sborsando non meno di 100 dollari, popolando platee sconfinate. I legali di Prince si sono mossi per chiedere la rimozione dei contenuti, ove possibile, ma alcuni degli utenti citati nel documento si sono opposti, innescando così il confronto legale.
Prince, con questa denuncia, chiede che tutti i soggetti nominati interrompano immediatamente le proprie attività, che siano registrazioni illegali piuttosto che condivisioni delle performance, violazioni che "hanno causato e continueranno a causare a Prince un danno sostanziale, immediato e irreparabile". Per questo motivo l'artista chiede un risarcimento che non si può quantificare in meno di un milione di dollari per soggetto citato, insieme al blocco e alla restituzione di tutto il materiale catturato illecitamente.

La nuova crociata di Prince nei confronti dei condivisori di bootleg è solo agli inizi: Prince, noto per la propria resistenza nei confronti delle abitudini dei cittadini della Rete, impietoso nei confronti di marmocchi danzanti e di recensori che si spingono oltre, non si darà per vinto nell'esercitare il controllo sull'operato dei propri fan, ormai esacerbati.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàSei secondi sono troppi per PrinceLa sua etichetta chiede la rimozione di un pugno di frammenti postati su Vine, la piattaforma per la condivisione di microvideo di Twitter. Sono attimi di un'esibizione durata ore
  • AttualitàUSA, il ritorno del bimbo del fair useEFF all'attacco di Universal Music, che dovrebbe pagare i danni per la rimozione del video con il pargolo che balla sulla canzone di Prince. Il giudice non è però convinto
  • AttualitàPrince e la fine di InternetDuro sfogo di The Artist contro piattaforme come iTunes. Bisognerebbe trovare nuovi modi di distribuire musica. E i computer non fanno bene, riempiono la testa di numeri. Intanto i suoi album ufficiali sono 27
  • AttualitàPrince muove guerra contro Pirate BayIl musicista prosegue la sua crociata contro Internet. Dopo i fan, tocca questa volta al celebre portale svedese a rischiare la condanna in tribunale. O almeno così spera The Artist. E AllofMp3 ritorna, con tanto di film
49 Commenti alla Notizia Prince e la piaga dei bootleg
Ordina
  • http://www.corriere.it/spettacoli/14_gennaio_29/tr...

    Signor Nelson, se lo lasci dire: queste cose le faccia fare alle agenzie di intermediazione come la RIAA, oppure alle case discografiche, direttamente. Quelle sono nate per rendersi antipatiche, è il loro mestiere. I cantanti invece hanno bisogno di simpatia per vendere, ma guarda un po'.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 gennaio 2014 13.33
    -----------------------------------------------------------
  • E' evidente l'ipocrisia di certa gente che parla e cianci quasi quotidianamente su copyright e diritto d'autore e poi alla prima occasione rinnegano le loro parole.

    In particolare, si è sempre detto che gli artisti dovrebbero vivere del loro lavoro, cioè suonando e non vendendo i dischi (copie di nessun valore).
    Adesso abbiamo un artista che è prolifico come pochi altri (o forse nessun altro), sforna quasi un album all'anno, e fa concerti uno dietro l'altro da anni, non accontentandosi quindi dei proventi dovuto alla vendita di CD. I suoi concerti tra l'altro sono molto spettacolari e sono un vero marchio di fabbrica per lui.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Prince#Curiosit.C3.A0

    Adesso che qualcuno gli diffonde in internet pezzi dei suoi spettacoli dal vivo, questo lo fa arrabbiare perché va a svelare cosa fa nel concerto. Comprensibile. Non dico giustificabile ma comprensibile si.

    Cosa rispondo gli ipocriti (pirati)?
    - che è pieno di soldi
    - che tanto fa schifo
    - che il copyright deve sparire
    - ecc ecc

    In poche parole: "come fai sbagli", Prince, che vai a fare i concerti? 21 concerti in un anno sold-out? ma perchè? goditi i tuoi soldi a casa tua, manda quelli delle major a fare leggi liberticide, equi compensi e quant'altro, tanto qua siamo davanti a gente che quando si parla di digitale sono per la copia libera tanto ci sono i concerti, e quando ci sono i concerti diventano "autoriduttori".

    http://it.wikipedia.org/wiki/Autoriduttori


    Prima di giudicare dovete mettervi nei panni di Prince (si, pieno di soldi) che, piaccia o meno, è un artista vero, che sforna brani ed album, balla e crea spettacolo da anni. Non è un prodotto delle major, è un vero artista, dal 1993 ha una sua etichetta discografica (per la cronaca, vuol dire macchina amministrativa che gestisce la produzione e commercializzazione dei suoi album, non intermediario parassita come vorrebbe qualcuno) http://it.wikipedia.org/wiki/NPG_Records.

    Ad ognuno la sua idea, ma a me pare che non vada mai bene nulla se non il "gratis".
    non+autenticato
  • - Scritto da: maibene

    > Prima di giudicare dovete mettervi nei panni di
    > Prince (si, pieno di soldi)

    Ok, mi metto nei suoi panni: vendo l'etichetta discografica, baracca e burattini e: vita in vacanza aspettami !!
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: maibene
    >
    > > Prima di giudicare dovete mettervi nei panni
    > di
    > > Prince (si, pieno di soldi)
    >
    > Ok, mi metto nei suoi panni: vendo l'etichetta
    > discografica, baracca e burattini e: vita in
    > vacanza aspettami
    > !!
    classico svicolare daPirata
    non+autenticato
  • > Ok, mi metto nei suoi panni: vendo l'etichetta
    > discografica, baracca e burattini e: vita in
    > vacanza aspettami
    > !!

    Si, forse lo faresti tu o io, ma non si è sempre detto che "l'Artista" sente la necessità di creare al di là di ogni difficoltà sociale ed economica? Force Prince è un vero artista, chissà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: maibene
    > > Ok, mi metto nei suoi panni: vendo
    > l'etichetta
    > > discografica, baracca e burattini e: vita in
    > > vacanza aspettami !!

    > Si, forse lo faresti tu o io, ma non si è sempre
    > detto che "l'Artista" sente la necessità di
    > creare al di là di ogni difficoltà sociale ed
    > economica? Force Prince è un vero artista,
    > chissà.

    Ma nessuno impedisce a un artista di creare al di la' di ogni difficolta' sociale od economica; soprattutto se non sta a lamentarsi dei soldi. Ma questo si sta lamentando proprio di quelli... Allora force non e' un vero artista ?
    krane
    22544
  • >
    > Ma nessuno impedisce a un artista di creare al di
    > la' di ogni difficolta' sociale od economica;
    > soprattutto se non sta a lamentarsi dei soldi. Ma
    > questo si sta lamentando proprio di quelli...
    > Allora force non e' un vero artista
    > ?

    Non mi sembra si stia lamentando dei soldi, hai letto l'articolo?
    non+autenticato
  • anche l'ombrellaio era un artigiano vero ma si e' ritenuto che il lavoro come lo facesse doveva sparire, per il bene di tutti.
    stesso vale per il lavoro come "artista", e' cambiato, per il bene di tutti, e l'arte non sembra affatto soffrirne.
    Lui si, come l'ombrellaiio
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > anche l'ombrellaio era un artigiano vero ma si e'
    > ritenuto che il lavoro come lo facesse doveva
    > sparire, per il bene di
    > tutti.
    > stesso vale per il lavoro come "artista", e'
    > cambiato, per il bene di tutti, e l'arte non
    > sembra affatto soffrirne.
    >
    > Lui si, come l'ombrellaiio

    Discorso totalmente fuori contesto, l'ombrellaio cambiò lavoro perché non c'era più richiesta, i concerti di Prince fanno il sold-ou e lui non vuole che quello che fa dal vivo venga diffuso in Internet o in altri canali.
    Fai i paragoni corretti, altrimenti non ha senso parlare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > anche l'ombrellaio era un artigiano vero ma si e'
    > ritenuto che il lavoro come lo facesse doveva
    > sparire, per il bene di
    > tutti.
    > stesso vale per il lavoro come "artista", e'
    > cambiato, per il bene di tutti, e l'arte non
    > sembra affatto soffrirne.
    >
    Non sembra a teA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: maibene
    > E' evidente l'ipocrisia di certa gente che parla
    > e cianci quasi quotidianamente su copyright e
    > diritto d'autore e poi alla prima occasione
    > rinnegano le loro
    > parole.
    >
    > In particolare, si è sempre detto che gli artisti
    > dovrebbero vivere del loro lavoro, cioè suonando
    > e non vendendo i dischi (copie di nessun
    > valore).
    > Adesso abbiamo un artista che è prolifico come
    > pochi altri (o forse nessun altro), sforna quasi
    > un album all'anno, e fa concerti uno dietro
    > l'altro da anni, non accontentandosi quindi dei
    > proventi dovuto alla vendita di CD. I suoi
    > concerti tra l'altro sono molto spettacolari e
    > sono un vero marchio di fabbrica per
    > lui.
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Prince#Curiosit.C3.A0
    >
    > Adesso che qualcuno gli diffonde in internet
    > pezzi dei suoi spettacoli dal vivo, questo lo fa
    > arrabbiare perché va a svelare cosa fa nel
    > concerto. Comprensibile. Non dico giustificabile
    > ma comprensibile
    > si.

    Mah.
    Io sinceramente pensavo che si fosse ritirato a vita privata da un pezzo.A bocca aperta
    Comunque mi chiedo: ma che danno farebbero mai quei bootleg? Correggetemi se sbaglio:
    Lo zoccolo di fan accaniti non si accontenterebbe certo di registrazioni ca*ose prese da in mezzo al pubblico. O ci vanno di persona o si accattano il live su CD o DVD.
    Chi non c'ha voglia di accattarsi il live, se lo può scaricare illegalmente come gli pare e piace, in qualità CD / DVD.
    Immagino che i bootleg riguardino una ristrettissima nicchia di esagitati. Sbaglio?
    Altro che "danni gravissimi e irreparabili"
    Funz
    12946
  • > Comunque mi chiedo: ma che danno farebbero mai
    > quei bootleg? Correggetemi se
    > sbaglio:
    > Lo zoccolo di fan accaniti non si accontenterebbe
    > certo di registrazioni ca*ose prese da in mezzo
    > al pubblico. O ci vanno di persona o si accattano
    > il live su CD o
    > DVD.
    > Chi non c'ha voglia di accattarsi il live, se lo
    > può scaricare illegalmente come gli pare e piace,
    > in qualità CD / DVD.
    >
    > Immagino che i bootleg riguardino una
    > ristrettissima nicchia di esagitati.
    > Sbaglio?
    > Altro che "danni gravissimi e irreparabili"

    Ti rispondo sinceramente: non ho idea! Non lo so che danno gli creino, suppongo (e sottolineo suppongo) che si tratti di un discorso di immagine, magari non vuole che filmati non di qualità girino per il web, che le "sorprese" dello show dal vivo vengano svelate tramite video ecc.
    Sinceramente non credo neppure che si tratti di un discorso di soldi, non credo che che abbia paura che meno gente vada ai suoi concerti, più che altro viene a perdere quell'hype che si crea se uno non sa niente. Ti dico una sciocchezza: magari avere 50.000 persone che gridano "WOAH" appena sparano i fuochi d'artificio su una certa canzone esalta il cantante ed il pubblico, se invece i fan se lo aspettano l'effetto svanisce.

    Qua non si parlava di DVD ufficiali piratati su internet, in tal caso non sarei neppure intervenuto, qua si tratta di registrazioni prese ai concerti e poi diffuse (immagino con cellulari o simili)

    Ripeto, sono supposizioni, se qualcuno è interessato lo chieda a Prince o ai suoi avvocati ce problemi gli danno.
    non+autenticato
  • ...facciamo subito una colletta per quel povero sfigato. Non uno di quelli che ha postato i bootleg, ma per quello che "canta".

    Io sono un sostenitore dei diritti d'autore (entro certi limiti), ma quando un fantamiliardario si incaponisce per mandare sul lastrico della gente per quelli che per lui sono poco più che spiccioli, faccio il tifo per i "pirati".
  • forte ,ha chiesto i danni anche a 8 John Doe (aka ignoti)... mi immagino che arriveranno immediatamente i dollaroniA bocca aperta
    non+autenticato
  • aveva 22 fans ed ora ha perso anche questi! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > aveva 22 fans ed ora ha perso anche questi! A bocca aperta

    Non ho capito, dovrebbe far ridere?
    non+autenticato
  • Nooooooooo, lo dovrebbe fare solo preoccupare!
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Nooooooooo, lo dovrebbe fare solo preoccupare!

    Ah ok, avevo capito male allora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: prova123
    > > aveva 22 fans ed ora ha perso anche questi!
    >A bocca aperta
    >
    > Non ho capito, dovrebbe far ridere?

    A me ha fatto ridere, 22 fans per quel pagliaccio di Prince sono fin troppi, mica stiamo parlando di Elvis!

    E mi ha fatto pena la meschinità del suo comportamento.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)