Chromebox Asus, tutto in una scatola nera

L'azienda taiwanese ha presentato un mini PC basato su CPU Haswell a 179 dollari. A breve la risposta di LG e Samsung

Roma - Zero compromessi e convenienza è il mix scelto da Asus per allargare il campo del Chromebox, mini pc da salotto che sarà in vendita a marzo negli USA a soli 179 dollari. Analizzando il prezzo, si potrebbe pensare a una soluzione con pretese ridotte, mentre le specifiche mostrano invece un prodotto compatto e interessante.

Chromebox

Basato su Chrome OS e concepito, come tutti i dispositivi griffati Big G, sul quasi esclusivo utilizzo online, il Chromebox Asus si presenta come una scatola scura e curata, priva di ventole, e sarà disponibile in tre configurazioni, che oltre alla nativa dotata di processore Intel Celeron 2955u vedrà le due opzioni con chip Core i3-4010U e Core i7-4600U (sconosciuto il prezzo di queste ultime due versioni). La RAM oscillerà tra i 2GB e 4GB, in linea con il sistema operativo sviluppato a Mountain View, di gran lunga più semplice e soprattutto leggero rispetto ai più popolari rivali come Windows e Mac OS X. Discorso simile per la memoria interna, pari a 16GB su NAND Flash, cui si aggiungono 100GB di spazio cloud via Google Drive, mentre abbondano porte e uscite per sfruttare al meglio il dispositivo. Quattro porte USB 3.0, lettore SD, uscita HDMI, DisplayPort, oltre agli immancabili Bluetooth, WiFi 802.11a/b/g/n e Gigabit Ethernet.

"Semplicità, sicurezza e velocità sono i cardini del dispositivo Chrome OS più potente di sempre", ha commentato il dirigente di Google Felix Lin, spiegando che l'obiettivo è andare oltre le mura domestiche per conquistare anche scuole e uffici.

Promesse a parte, il tentativo di Asus dimostra la volontà dei taiwanesi e di Google di continuare a spingere il sistema Chrome OS, che si propone come soluzione casalinga a tutti gli effetti senza richiedere lauti esborsi. Considerato che negli States le macchine targate Chrome OS stanno guadagnando consensi, è prevedibile che assisteremo nei prossimi mesi ad altri annunci, e in rampa di lancio c'è il Chromebase di LG. Non c'è stato invece nessun annuncio, finora, da parte di Samsung che, anche alla luce del recente accordo per la condivisione decennale dei brevetti con Google, è pressoché obbligata a proseguire gli investimenti nel duplice progetto Chromebook-Chromebox.
Alessio Caprodossi
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle denunciata sulla parolaStavolta sono i marchi Chromebook e Chromebox al centro della causa per presunta violazione di proprietà intellettuale. Un storia più complicata di quello che sembra. E che parte da un altro computer pensato per Chrome OS
  • HardwareSamsung rinnova il ChromebookNon di solo ultrabook vive l'uomo. Entro la primavera sugli scaffali nuove versioni dei laptop con sistema operativo Google. E non manca anche una versione desktop
  • TecnologiaChrome OS, secondo tentativoSamsung presenta un nuovo Chromebook e Chromebox per il desktop. Google insomma ci riprova con la sua idea di thin client. Che fino a questo punto non ha cambiato la storia
17 Commenti alla Notizia Chromebox Asus, tutto in una scatola nera
Ordina
  • Con Ubuntu funzionano.
    E sono molto versatili in casa.
    Sui 16gb di ssd metti Ubuntu, e per i dati ti monti una partizione del nas di casa da 2-3-4 terabyte su cui stanno al "sicuro" i dati, musica, video.
    iRoby
    7573
  • - Scritto da: iRoby
    > Con Ubuntu funzionano.
    > E sono molto versatili in casa.
    > Sui 16gb di ssd metti Ubuntu, e per i dati ti
    > monti una partizione del nas di casa da 2-3-4
    > terabyte su cui stanno al "sicuro" i dati,
    > musica,
    > video.

    Potrei farci un pensierino... Di sicuro non terrei ChromeOS.
    Shiba
    3823
  • ciao.

    se non sei interessato a chromeos, onestamente ti consiglio le alternative equivalenti.

    Potrebbero fare strani giochi con il boot.
    Anche se si parla di supporto a coreboot per i baytrial, non vale per me la pena rischiare.

    ps
    Non ho mai avuto fra le mani l'oggetto in discussione, prendi con le pinze questa "pulce" che ti metto nell'orecchio
    non+autenticato
  • http://www.intel.com/content/www/us/en/nuc/nuc-kit...
    mi sembrano decisamente meglio e meno limitanti...
    non+autenticato
  • Il NUC a pari specifiche costa $100 in piu'
    iRoby
    7573
  • - Scritto da: iRoby
    > Il NUC a pari specifiche costa $100 in piu'
    questo:
    http://www.amazon.com/Intel-Next-Computing-Black-B...
    lo danno a 145$ non mi sembrano 100 in più...
    non+autenticato
  • Ciao.
    Ovviamente si parlava di stessa configurazione.

    Quello che hai linkato è un celern847 (Sandy Bridge) quello dell'articolo è una cpu Haswell.

    Nel link che riporti si può vedere il prezzo di vendita a listino. ($285.00) poi come sai non si può fare un discorso su mercati diversi sui prezzi.

    Guarda è inspiegabile ma i NUC (marchiati intel) costano uno sproposito.

    C'è da dire che i nuovi su soc baytrial sono molto più economici. notizia di pochi giorni che ad intel costano tutto incluso sui 50$.

    Il prezzo è sempre stato strano dei NUC, infatti a volte le alternative costavo meno del singolo processore che montavono al dettaglio.

    Ci sono stati giochi strani.
    Io sono arrivato all'idea che erano per gli OEM.
    Anche usando un fantastico (imho) case akasa conveniva (sei mesi fa feci il confronto) comprare un brix è gettare il case gigabyte.

    UPDATE.

    Non è fanless questo aggeggino presentato nell'articolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Phronesis
    > Ciao.
    > Ovviamente si parlava di stessa configurazione.
    >
    > Quello che hai linkato è un celern847 (Sandy
    > Bridge) quello dell'articolo è una cpu
    > Haswell.
    >
    > Nel link che riporti si può vedere il prezzo di
    > vendita a listino. ($285.00) poi come sai non si
    > può fare un discorso su mercati diversi sui
    > prezzi.
    >
    > Guarda è inspiegabile ma i NUC (marchiati intel)
    > costano uno
    > sproposito.
    >
    > C'è da dire che i nuovi su soc baytrial sono
    > molto più economici. notizia di pochi giorni che
    > ad intel costano tutto incluso sui
    > 50$.
    >
    > Il prezzo è sempre stato strano dei NUC, infatti
    > a volte le alternative costavo meno del singolo
    > processore che montavono al
    > dettaglio.
    >
    ok mi arrendoOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > ok mi arrendoOcchiolino

    :)

    Scusa, non volevo dare l'impressione di incalzarti.
    Sapevo queste informazioni e le ho scritte.

    ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Phronesis
    > - Scritto da: 2014
    > > ok mi arrendoOcchiolino
    >
    >Sorride
    >
    > Scusa, non volevo dare l'impressione di
    > incalzarti.
    > Sapevo queste informazioni e le ho scritte.
    No, hai fatto benissimo, sono io che sono rimasto indietro su queste macchinetteOcchiolino
    non+autenticato
  • Attenzione poi che i vecchi NUC avevano problemi di surriscaldamento del WiFi o della SSD, perché sono messe praticamente una sull'altra a contatto.

    I vecchi erano proprio fallati come design.
    iRoby
    7573
  • - Scritto da: Phronesis
    > Non è fanless questo aggeggino presentato
    > nell'articolo.

    Mi pareva strano, visto il celerone o il core che c'ha dentro.
    Funz
    12972
  • - Scritto da: Funz
    > Mi pareva strano, visto il celerone o il core che
    > c'ha
    > dentro.

    Spero solo che la ventola sia discreta, che sia buona ne dubito... sai maiSorride

    comunque le nuove versione dei NUC (intendo le schede su cui si basano i derivati) hanno uno sata standard più una msata.
    Ovvero pensare di comprare un case fanless per un computer che, anche se ha una 100€ in più (valutando le alternativa) nel complesso pagato per la compattezza e silenziosità estrema, potrebbe davvero essere un mini pc definitivo per lavoro e svago, e si anche lavoro, montano processori anche di peso.

    Se non si videogioca la spesa (sempre intorno alle 500€) per iniziare. avendo un nas per lo storage globale (backup, film, foto) potrebbe valere la resa.
    La cosa più "fastidiosa" e che non hanno mascherine, quindi il case deve essere predisposto per la scheda che ospita altrimenti si rischia di tappare fisicamente le porte di input.
    non+autenticato
  • Come dice iRobi i NUC sono immotivatamente cari.
    L'immotivatamente è dovuto al fatto che comprare la scheda o il "kit" costa meno che comprare gli equivalenti (basati sulla stessa scheda) di gibabyte per esempio, strano; evidentemente intel vuole venderli solo agli OEM.

    Anche asus li ha in listinoo con il nome vivoPC.

    Tornando in topic, ditemi cosa vi pare, sarà una mia fissa ma un chromiumOS sbloccato* sarebbe la distro light e per middle user perfetta.

    Eppure ci sono decine di distro copia-tematizza-incolla.

    *
    memore degli interventi passati, ricordo che chromeOS se non rileva la connessione ad internet non ti fa fare neanche il log-in nel sistema.
    non+autenticato