Toshiba lancia l'inchiostro simpatico

Per offrire agli uffici un modo per riciclare la carta, Toshiba svela una linea di toner per stampanti laser dotati di uno speciale inchiostro che può essere facilmente cancellato con un dispositivo termico

Tokyo (Giappone) - Un modo nuovo per riciclare la carta in ufficio. Così Toshiba propone la sua alternativa tecnologica ai sistemi tradizionali del riutilizzo di carta nelle imprese. L'azienda, infatti, grazie all'uso di speciali toner con inchiostro cancellabile, propone di riciclare stampe e documenti in modo finalmente efficiente.

Questo nuovo tipo di inchiostro, su cui il colosso giapponese sta lavorando da anni, può essere utilizzato per stampare testo e immagini su di un normale foglio di carta e ha la particolarità di poter essere "cancellato" - o, per essere più precisi, reso invisibile - con il giusto apporto di calore.

Insieme ai suoi nuovi toner per stampanti laser, chiamati "e-blue", Toshiba vende un dispositivo che è in grado, dopo pochi minuti di trattamento termico a 140 gradi centigradi, di restituire fogli bianchi e pronti per essere nuovamente stampati.
Il produttore giapponese ha anche creato una penna contenente lo stesso inchiostro speciale e utilizzabile per scrivere o evidenziare i documenti stampati con i toner e-blue. "Questa tecnologia - ha affermato Toshiba in un comunicato - consente alle aziende di tagliare gli sprechi dell'ufficio e ridurre i costi di business".

Il produttore sottolinea come in Giappone oltre il 40% dei rifiuti provenienti dagli uffici è composto da carta e che questa, per la sua elevata deperibilità, può in genere essere riciclata solo per il 60%.

Per il momento Toshiba indirizza la sua linea di prodotti e-blue ai clienti aziendali che usano stampanti laser e toner standard in bianco e nero, ma nel prossimo futuro conta di espandere la propria offerta alle macchine fotocopiatrici e ai sistemi di stampa industriali. Per il momento non è dato sapere se e quando i toner e-blue verranno commercializzati anche sui mercati occidentali.
TAG: hw
24 Commenti alla Notizia Toshiba lancia l'inchiostro simpatico
Ordina
  • una trovata simile l'ho vista in "Roger Rabbit": il proprietario di cartoonia aveva scritto il proprio testamento con questo inchiostro che ricompariva con l'umidità...Sorride
    non+autenticato
  • noto che tra i commenti tutti pensano all'energia e alla carta, sarò prosaico ma io penso al mio portafoglio, per risparmiare l'equivalente di 3 euro di una risma di carta quanto devo spendere per il loro inchiostro e per la loro macchinetta scalda fogli?
    non+autenticato
  • che facciamo ? risparmiamo la carta ed aumentiamo il consumo di energia termica ?
    non+autenticato
  • Andrebbero fatti 2 conti...
    quanto costa produrre 1 Kg di carta
    quanto costa scaldarla per pochi minuti a 140 gradi...

    Mi sembra che, comunque, ci sia il vantaggio...
    non+autenticato
  • quantomeno, non si abbattono alberi.
  • vero,
    proprio per questo ho deciso di smettere di fumare: elimino in un colpo solo sia il consumo di energia termica e lo spreco di carta (e altro).....

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: ElfQrin
    > quantomeno, non si abbattono alberi.

    e` un falso problema quegli alberi si piantano per fare la carta se non servono piu` non verranno piu` piantati.
    Al mondo ci sono meno bufali che mucche eppure le mucche vengono uccise e mangiate tutti i giorni.

    Sono gli alberi delle foreste tropicali invece quelli che devono essere salvati, Tek e Mogano, con quelli la carta non la fa nessuno e nessuno li pianta perche` sono a lenta crescita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ElfQrin
    > quantomeno, non si abbattono alberi.

    finalmente al posto dei pioppeti potranno costruire un bel palazzone...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Andrebbero fatti 2 conti...
    > quanto costa produrre 1 Kg di carta
    > quanto costa scaldarla per pochi minuti a
    > 140 gradi...
    >
    > Mi sembra che, comunque, ci sia il
    > vantaggio...

    Non ne sarei poi cosi' sicuro, se parliamo di ecologia innanzi tutto non si deve ragionare in termini puramente economici ma valutare il costo ambientale complessivo dell'intero processo a partire dall'energia fossile spesa per piantare gli alberi per la carta a tutto il ciclo produttivo e di riciclo della carta, contro quello per costruire e alimentare elettricamente e smaltire alla fine del suo ciclo di vita la macchinetta scalda fogli, nonche' capire se la produzione del nuovo toner comporta l'utilizzo di "veleni" piu' pericolosi e quanto costa tenerli lontano dal ciclo alimentare di uomini e animali.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che facciamo ? risparmiamo la carta ed
    > aumentiamo il consumo di energia termica ?

    e allora? il riciclo della carta comporta un consumo di energia per la lavorazione, ma produrre carta nuova significa taglaire alberi riducendos empre più le poche foreste rimaste. Le foreste producono ossigeno, ogni albero salvato rende la terra più vivibile. E se non ti basta il consumo di luce è sempre inferiore a quelloc he occorre per fare la carta partendo dagli alberi
    non+autenticato
  • > produrre carta nuova significa taglaire
    > alberi riducendos empre più le poche foreste
    > rimaste.

    torna a studiare,
    le foreste non si abbattono per produrre carta e la carta non la si fa con gli alberi delle foreste, esistono piantagioni specifiche di alberi a crescita rapida che vengono seminati e piantati di anno in anno, un po' come il grano.

    le foreste si tagliano per fare spazio agli allevamenti (non a caso nella foresta amazzonica li bruciano gli alberi che abbattono) pensaci la prossima volta che mangerai un hamburger
    non+autenticato
  • > le foreste si tagliano per fare spazio agli
    > allevamenti
    per l'esattezza in prevalenza sono utilizzate come terreni agricoli (il terreno forestale viene da una situazione ecologica di sottofruttamento e le ceneri degli alberi sono un ottimo concime naturale), poi una volta resi esausti i terreni si lasciano al pascolo estensivo o brado e si brucia nuova foresta...
    cmq in passato in europa le foreste e i boschi si sono abbattuti anche per piantare gli alberi per le cartiere, anche se non è avvenuto molto spesso perchè di terreno libero da foreste purtroppo da quando la carta si fa industrialmente in europa ce n'era già molto.
    non+autenticato
  • 1 se quella carta è importante? un documento da tenere salvato per anni?
    2 se i dipendenti della ditta che adotta questo sistema continuano a cestinare tutti i fogli foglietti di cui non hanno più bisogno???
    3 Le foreste sono preda dell'espansione dell'edilizia e dell agricoltura.. fare la carta è secondario
  • Scrivere un documento e stamparlo;
    farlo firmare all'interessato;
    cancellare e riscrivere.

    Geniale!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Scrivere un documento e stamparlo;
    > farlo firmare all'interessato;
    > cancellare e riscrivere.
    >
    > Geniale!

    si, x andare in galera è sicuramente la via + breveFicoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > si, x andare in galera è sicuramente la via
    > + breveFicoso

    E come si può dimostrare che la copia che hai firmato non è quella in cui è apposta la tua firma?
  • Forse esiste un processo chimico inverso per recuperare i testi precedenti: ricorda che nell'articolo si parla più specificatamente di
    non+autenticato

  • - Scritto da: Locke
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > si, x andare in galera è sicuramente la
    > via
    > > + breveFicoso
    >
    > E come si può dimostrare che la copia che
    > hai firmato non è quella in cui è apposta la
    > tua firma?

    Perche' di sicuro verra' lasciata una traccia dall'inchiostro.
    Se invece il furbastro cerca di riscrivere e ricancellare il foglio per eliminare le tracce precedenti, si potra' sempre capire che il documento e' stato manipolato.
    non+autenticato
  • se è per questo gia con le stampanti normali è possibile (con procedimenti tutt'altro che semplici) capire se un testo è stato stampato tutto in una volta o in + volte (ad esempio in un contratto io potrei aggiungerci delle clausule che nn c'erano quando è stato firmato) quindi con questa inchiostro simpatico sarà ancora + facile scoprire se uno ha fatto il furbo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Locke
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > si, x andare in galera è sicuramente la
    > via
    > > + breveFicoso
    >
    > E come si può dimostrare che la copia che
    > hai firmato non è quella in cui è apposta la
    > tua firma?

    appunto se hai firmato ne avrai una copia
    se la tua copia non è identica l'altra è un falso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Locke
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > si, x andare in galera è sicuramente la
    > via
    > > + breveFicoso
    >
    > E come si può dimostrare che la copia che
    > hai firmato non è quella in cui è apposta la
    > tua firma?

    la finrmi con al penna che ha lo stesso inchiostro, visto che l'hanno inventata e così se scaldano il foglio scaldano anche la firma e si cancella tutto
    non+autenticato
  • ...in effetti non ci hanno pensato in molti, ma questa tecnologia potrebbe essere usata a fini meno nobili:es:
    -stampo foglio da far firmare
    -l'interessato lo firma (naturalmente con una normalissima penna)
    -torna magari al mittente che decide di passarlo in forno
    -ci si ristampa sopra quello che vuoi con la firma che è rimasta...
    andrà a finire che le casseforti dei documenti preziosi diventerà un congelatore??
    non+autenticato
  • > Scrivere un documento e stamparlo;
    > farlo firmare all'interessato;
    > cancellare e riscrivere.
    > Geniale!
    Geniale sarebbe firmare con inchiostro simpatico, così il tipo se ci prova rimane fregato...
    o ai commerciali scocciatori firmargli i contratti con un inchiostro con pigmenti che si biodegradino in pochi giorni senza lasciare tracce... così li illudi e poi quando cominciano a chiedere soldi per l'enciclopedia, l'adsl ecc mandargli una bella denuncia o tenersi la merce!
    non+autenticato