Forrester: i medici odiano la rete

Si chiama proprio così l'ultimo rapporto della società di rilevazione. Ai medici non piace perdere tempo con l'email e non digeriscono molte delle attività online. Viva la tradizione

Web - Si chiama "Why doctors hate the net" (Perché i medici odiano la rete) l'ultimo rapporto di Forrester Research dal quale emergono le difficoltà dei medici americani di fronte ad internet.

Il 72 per cento dei medici intervistati da Forrester ha dichiarato che entro breve tempo smetterà di utilizzare la posta elettronica nel dialogo con i propri pazienti. Questo si deve al fatto che cresce il numero di messaggi mentre non viene retribuito il tempo speso per gestirli. Il medico, in altre parole, si sentirebbe "assediato".

Pare che la stragrande maggioranza dei dottori americani abbia un indirizzo di posta elettronica ma in molti la considerano come un ostacolo sul lavoro. Anche il web non è messo meglio, visto che nonostante le numerose risorse mediche in rete, alcune delle quali decisamente importanti, meno del 40 per cento dei medici lo utilizza per svolgere il proprio lavoro. Addirittura ci sarebbe una casistica di terapeuti stressati per il comportamento dei pazienti-navigatori, spesso più propensi a fidarsi di quanto letto online di quanto affermato dal proprio medico...
Ciò nonostante, vi è pure tutta una categoria di professionisti che sulla rete ricerca le ultime novità e gli aggiornamenti riguardanti i settori di interesse, o che via internet scambia pareri e consigli con colleghi dentro e fuori gli Stati Uniti.

Sul tema pare ottimista l'Associazione dei medici americani secondo cui, nonostante le difficoltà, l'uso della rete sta crescendo tra i medici anche perché, dicono quelli dell'Associazione, internet offre opportunità di comunicazione e informazione specializzata senza eguali.
TAG: mondo