Segway al servizio del Pentagono

La Difesa americana sta lavorando sul divertente, curioso, tecnologico e ignorato bipattino di David Kamen, per trasformarlo in applicazione militare. Facendolo muovere senza bisogno di umani a bordo

New York (USA) - Sono poco più di 6mila fino ad oggi i bipattini ipertecnologici Segway che l'omonima azienda è fin qui riuscita a piazzare, un risultato del tutto inferiore alle aspettative al punto che molti temono una prematura fine per la creatura del geniale inventore Dean Kamen, pur sostenuto in questa avventura da molti finanziatori di grande nome, come il capo di Apple Steve Jobs. Ora le cose potrebbero cambiare.

Il Pentagono, le cui commesse alle aziende americane rappresentano uno dei grandi motori dell'economia statunitense, sta infatti lavorando sul bipattino con in testa l'idea di realizzare dei robot da battaglia capaci di dimostrare una qualche forma di intelligenza strategica in combattimento e di comunicare con i soldati umani.

Dell'idea di dare a Segway un futuro militare si sa molto ma non tutto, certo è che il progetto è ancora nella sua fase iniziale ed è probabile che sia una diretta conseguenza di alcuni interessanti giochini sviluppati da ricercatori universitari, come quelli che hanno portato alla realizzazione di Segway autocircolanti che possono da soli rincorrere palle su un prato, aprire porte, evitare oggetti che si trovino sul proprio cammino ed altro ancora. Il tutto, appunto, senza bisogno dell'intervento umano.
Destino curioso, per i Segway, mezzo che fu introdotto proprio per trasportare facilmente uomini e donne di qualsiasi età, che sfrutta in questo senso un invidiabile design ergonomico sul quale è tarata la tecnologia che lo spinge silenziosamente e facilmente. Oggi, connessi sempre più spesso a computer esterni che ne controllano la programmazione, i Segway stanno forse trovando una nuova dimensione.

Il nuovo p SeriesStando a Jan Walker, portavoce dell'agenzia che si occupa di ricerca per il Pentagono, la celebre "DARPA", sono una quindicina oggi i Segway utilizzati e 26 milioni i dollari che si intendono spendere per realizzare software dedicato per questi veicoli. Al centro dell'iniziativa il Mobile Autonomous Robot Software (MARS), pensato per consentire, spiega Walker, "al robot di imparare" e dunque di "percepire al meglio l'ambiente" in cui si trova. Per il Pentagono si tratta di realizzare un veicolo robot più comodo ed efficiente di quelli tradizionali a quattro ruote già impiegati.

Secondo Associated Press lo stesso Dean Kamen, comunque, non sembra in alcun modo preoccupato per il destino militare che potrebbe attendere i suoi scooter, visti anche gli interessi in gioco. "Uno costruisce un'auto - ha affermato - e può essere usata anche come ambulanza, o per spostare i soldati da una parte all'altra. Il motivo per cui mi piace l'idea è che vorrei vedere più Segway nelle università. Più riusciamo a portare la nostra tecnologia nel mondo della tecnologia, in particolare presso giovani geek, più questo ci può aiutare". Difficile dire però se l'interessamento del Pentagono si possa tradurre in maggiore popolarità per il bipattino.
TAG: hw
11 Commenti alla Notizia Segway al servizio del Pentagono
Ordina
  • Sono quegli ambienti di enormi dimensioni dove per chi ci lavora spostarsi da una parte all'altra a piedi è dispendioso in termini di tempo ed energia, per esempio i grandi ospedali, i magazzini, gli scali, gli aereoporti ecc. Quelle sono le nicchie che dovrebbe occupare il Segway, non lo spostamento cittadino dove la bicicletta, gli scooter, le minicar e i mezzi pubblici sono più utili.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sono quegli ambienti di enormi dimensioni
    > dove per chi ci lavora spostarsi da una
    > parte all'altra a piedi è dispendioso in
    > termini di tempo ed energia, per esempio i
    > grandi ospedali, i magazzini, gli scali, gli
    > aereoporti ecc.

    già si usano biciclette o macchinine a motore elettrico...

    non+autenticato
  • praticamente il fallimento più totale
    ma la cosa che mi lascia sorpreso è il fatto che il Pentagono
    voglia trasformarlo in un robot .....

    26 milioni di dollari ........

    ma ci pensate ????? nel bel mezzo del conflitto quandi i
    marines sono in rogne arriva il robot su 2 ruote .....
    a meno che non lo riprogettino da zero ( e quindi l'originale
    non c'entra più un cavolo) mi sà che spenderanno soldi per niente ok sono cazzo loro ma .....

    sono ridicoli ..........
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > praticamente il fallimento più totale

    è sicuramente una creazione troppo futuristica.. nel senso.. ho visto dei disegni di città tutte collegate da rampe, per mezzo delle quali si sarebbe potuto viaggiare da un grattacielo all'altro..

    peccato che l'autonomia di quel trabiccolo è davvero infima. secondo me il tipo doveva brevettarsi l'idea e aspettare fino all'avvento delle fuel.cell al metanolo.

    > ma la cosa che mi lascia sorpreso è il fatto
    > che il Pentagono
    > voglia trasformarlo in un robot .....
    >
    > 26 milioni di dollari ........
    >
    > ma ci pensate ????? nel bel mezzo del
    > conflitto quandi i
    > marines sono in rogne arriva il robot su 2
    > ruote .....
    > a meno che non lo riprogettino da zero ( e
    > quindi l'originale
    > non c'entra più un cavolo) mi sà che
    > spenderanno soldi per niente ok sono cazzo
    > loro ma .....
    >
    > sono ridicoli ..........

    condivido.. ma forse lo fanno anche per non far fare una figura di merda a tutti coloro i quali hanno investito su quella "roba".. non che stia dicendo che sia brutto o inutile.. ma fuori dal tempo (e dalla portata delle tasche di quasi chiunque), sicuramente.
  • Ciao,

    non per fare il bastian contrario, ma...

    > peccato che l'autonomia di quel trabiccolo è
    > davvero infima.

    In condizioni normali, sono circa 20km di autonomia prima di dover ricaricare le batterie. Non che sia tanto, ma per andare a fare la spesa, andare in piscina o in palestra, dal parrucchiere... insomma, in tutti i posti che uno tende a scegliersi vicino casa, non è male. Sorride
    Sul sito c'è proprio scritto che è una alternativa alla macchina per recarsi i posti laddove quest'ultima è più un fastidio che una comodità (parcheggio, traffico...)
    E' ovvio che mi piacerebbe molto di più se avesse una autonomia maggiore. Se divenisse 20 volte maggiore, 400km, avrebbe la stessa della mia macchina e lo comprerei subito. Ma anche se fosse di solo 100-200km lo prenderei subito. Quale è l'autonomia di uno scooter? (non ne ho mai avuto uno)

    [Esercito]
    > condivido.. ma forse lo fanno anche per non
    > far fare una figura di merda a tutti coloro
    > i quali hanno investito su quella "roba"..

    La ricerca di armi "un-manned" è taaaaanto che va avanti, questo è solo uno dei casi di studio. In acqua ci si muove facilmente, e i siluri intelligenti li han già fatti. Sulla terra è più difficile. Questo tipo ha fatto un trabiccolo che cammina intelligentemente... proviamo a sfruttarlo per fare un carro armato intelligente.
    Da che mondo è mondo, il 99% dell'innovazione tecnologica è stata ottenuta su ricerca militare...

    > non che stia dicendo che sia brutto o
    > inutile.. ma fuori dal tempo (e dalla
    > portata delle tasche di quasi chiunque),
    > sicuramente.

    Non direi. Il modello meno veloce costa 4000dollari, quello più veloce 4500 dollari. Se non vado errato costa circa quanto uno scooterone, il che non lo rende fuori dalla portata delle tasche della gente.Sorride
    non+autenticato
  • > In condizioni normali, sono circa 20km di
    > autonomia prima di dover ricaricare le
    > batterie. Non che sia tanto, ma per andare a

    A che velocita'?
    Sai che palle 20Km a 20 all'ora?
    -- cut --
    > prenderei subito. Quale è l'autonomia di uno
    > scooter? (non ne ho mai avuto uno)

    Dipende, col classico diecimila ci fai 100 Km in media (20 Km/l)

    > Se non vado errato costa circa quanto uno
    > scooterone, il che non lo rende fuori dalla

    Si, ma con la moto (scooter? aarghCon la lingua fuori) ci vai in autostrada, al mare, sul lago, in DUE, con quella cagata americana (OK, ho dato il mio giudizio) ci vai da solo, in piedi e lentamente...
    ribadisco: sai che palle (ah, un 500 bicilindrico si trova sulla stessa cifra)!!!!
    Va bene se vuoi fare una passeggiata in centro e non vuoi muovere il culo IMHOSorride
    non+autenticato
  • Certo che costa tanto, non vorrai mica paragonare uno scooterone al segway??? Ma scherziamo il suo costo reale è di 800 Euro, ne venderebbero milioni ma solo fra 20 anni, adesso è troppo presto.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > In condizioni normali, sono circa 20km di
    > autonomia prima di dover ricaricare le
    > batterie. Non che sia tanto, ma per andare a
    > fare la spesa, andare in piscina o in
    > palestra, dal parrucchiere... insomma, in
    > tutti i posti che uno tende a scegliersi
    > vicino casa, non è male. Sorride

    > Sul sito c'è proprio scritto che è una
    > alternativa alla macchina per recarsi i
    > posti laddove quest'ultima è più un fastidio
    > che una comodità (parcheggio, traffico...)

    domani allora brevetto la bicicletta
    non+autenticato




  • > domani allora brevetto la bicicletta

    ecco, bravo, lasciamo ste cazzate agli americani...
    e poi si lamentano che sono obesi e fanno causa a
    mac donald perchè non li ha informati che l'hamburger e le
    patatine fanno ingrassare

    tutti a piedi !!!!!!! o in bici
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > In condizioni normali, sono circa 20km di
    > autonomia prima di dover ricaricare le
    > batterie. Non che sia tanto, ma per andare a
    > fare la spesa, andare in piscina o in
    > palestra, dal parrucchiere... insomma, in
    > tutti i posti che uno tende a scegliersi
    > vicino casa, non è male. Sorride

    20Km di autonomia sono ad occhio 8km di raggio d'azione.. Intendo andare e tornare, se vuoi lasciarti un 4km di riserva. Spero che siano quantomeno calcolati nel normale traffico cittadino, perchè se l'hanno testato a Talladega l'autonomia reale sarebbe meno di due terzi, a occhio.
    non+autenticato