Claudio Tamburrino

MWC2014/ La strategia di Zuckerberg

Il CEO di Facebook punta a fare amicizia col mondo intero: e se Internet.org sarà l'incudine, Whatsapp sarà il martello

Roma - Al Mobile World Congress di Barcellona è intervenuto anche Mark Zuckerberg, che si è guadagnato la scena puntando a prendersi il Mondo intero.

L'inventore di Facebook ha dichiarato che saranno necessari "cambiamenti abbastanza importanti" per portare sempre più persone online: bisogna partire dall'affrontare quei problemi legati alle infrastrutture che tengono fuori dalla Rete la gran parte delle persone nel Mondo.

Si tratta dell'idea che Zuckerberg sta già cercando di mettere in pratica con il progetto Internet.org, offrendo connessione alla Rete per far accedere a servizi come le previsioni del tempo e la messaggistica: in questo senso sembra strategicamente fondamentale la recente acquisizione di Whatsapp, che pur essendo al momento un'operazione in perdita probabilmente rappresenterà per il futuro un affare.
Zuckerberg inoltre ha illustrato parte delle strategie generali per Facebook. Dopo aver respinto le ipotesi che lo volevano interessato anche all'acquisizione di Snapchat, ha detto addio al suo tentativo del 2010 di email @facebook.com: la funzione che permetteva di inviare messaggi attraverso una email brandizzata con il social network in blu non ha avuto successo tra gli utenti (forse anche perché non aveva l'opzione cc, bcc e oggetto). A partire dalle prossime settimane le missive spedite a quel tipo di indirizzo verranno convogliate verso l'account originario dell'utente, e il servizio verrà interrotto, lasciando solo le tracce della sua esistenza nelle sincronizzazioni dei contatti iOS.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaMWC2014/ Nokia, dall'Asha alle XGli annunci finlandesi a Barcelona sono sotto il segno di Android. Nessuna novità di rilievo per Windows Phone e la linea Lumia. L'OS mobile di Google servirà a rinnovare l'offerta economica, almeno per ora
  • AttualitàPerché Facebook compra WhatsappL'investimento colossale serve a recuperare terreno in un settore dove il social network è l'ultimo arrivato. Resta da vedere come verrà gestito il patrimonio da 450 milioni di utenti portato in dote dalla messaggistica altrui