Gaia Bottà

FileServe rimedierà al flop

Accusato di essere il principale responsabile dei mancati incassi di un film indipendente statunitense, dovrà pagare 869.500 dollari

Roma - Se il botteghino non ha saputo tributare al film il successo stimato dai produttori, sarà FileServe a rimediare, considerato principale responsabile dei mancati incassi: lo ha stabilito un tribunale della California, che ha condannato il servizio di file hosting a risarcire la casa di produzione Cowslip Film Partners, alle spalle del deludente American Cowslip.

Sono anni che Cowslip Film Partners si accanisce contro FileServe: il cyberlocker localizzato alle Isole Vergini ospita delle copie di American Cowslip, caricate dai propri utenti, e permette di fruirne senza aver ottenuto alcuna autorizzazione da parte dei detentori dei diritti. Nonostante le ripetute richieste di rimozione da parte della casa di produzione, il servizio di hosting non ha mai preso provvedimenti, nonostante le policy che sbandiera: i file sono rimasti online, a favore dei cittadini della rete, incoraggiati a sottoscrivere abbonamenti a pagamento per fruire di funzioni premium. Per questo motivo Cowslip Film Partners ha scelto di adire le vie legali, sporgendo denuncia.

I responsabili del servizio non si sono mai mostrati interessati a difendere la posizione di intermediario di FileServe, nessuna reazione è stata opposta alla veemenza delle accuse della casa di produzione. Tanto che Cowslip Film Partners è stata libera di preparare il conto: basandosi sulle previsioni degli incassi stimate in fase di produzione, sottraendo gli incassi reali ottenuti dal film, ecco che si ottiene il risarcimento dovuto da FileServe. 869.500 dollari, vale a dire più di dodici volte il totale dei denari raggranellati sul mercato da American Cowslip, tra licensing, streaming e download dai canali ufficiali, noleggio e pay TV.
Il giudice del tribunale della California ha deciso a favore della casa di produzione: FileServe non ha nemmeno tentato di difendersi e dovrà pagare. Gli 869.500 dollari saranno da sommare agli oltre 20mila dollari investiti per le spese legali del procedimento. C'è chi è pronto a scommettere che i responsabili del servizio rimarranno irrintracciabili.

Gaia Bottà
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia FileServe rimedierà al flop
Ordina
  • Fai un film, non se lo vede nessuno, non è che magari hai fatto un opera scadente ? MA NO! E' colpa di terzi sempre, logica, veramente.
  • Esiste ancora ?
    American Cowslip è un film ?

    Non capisco, probabilmente sono stato rapito dagli ufo ... guarderò meglio "incontri ravvicinati" su focus, magari loro sanno cosa mi sia accaduto, io no!A bocca aperta
    non+autenticato
  • "C'è chi è pronto a scommettere che i responsabili del servizio rimarranno irrintracciabili."

    Il vantaggio di avere la sede alle Isole Vergini.Sorride

    Dopodiché, non so se in caso di mancato pagamento il sito di FileServe sarà ancora visibile dagli Usa.
  • - Scritto da: Leguleio
    > " C'è chi è pronto a scommettere che i
    > responsabili del servizio rimarranno
    > irrintracciabili
    ."
    >
    > Il vantaggio di avere la sede alle Isole Vergini.
    >Sorride
    >
    > Dopodiché, non so se in caso di mancato pagamento
    > il sito di FileServe sarà ancora visibile dagli
    > Usa.

    Del resto anche in italia i siti di scommesse UK non sono visibili, TPB non e' visibile, un sacco di altra roba non e' visibile...

    Se non fosse per siti come PI che ogni tanto pubblicano un articolo dicendo che il tal sito non e' piu' visibile, la gente che quei siti li frequenta non potrebbe mai saperlo.
  • - Scritto da: Leguleio
    > "C'è chi è pronto a scommettere che i
    > responsabili del servizio rimarranno
    > irrintracciabili
    ."
    >
    > Il vantaggio di avere la sede alle Isole Vergini.
    >Sorride
    >
    > Dopodiché, non so se in caso di mancato pagamento
    > il sito di FileServe sarà ancora visibile dagli
    > Usa.
    La "visibilità" non la toglie il provvedimento di un giudice ne dagli USA ne da Roma e Milano e neppure da Pechino.
    Magari sarebbe ora di prenderne atto.
    Del resto fare la guerra alle isole vergini è ancora più complicato che fare la guerra a un server .
    Come qualcuno ha detto tempo fa ci sono paesi che sono "neutrali" per il semplice fatto che a nessuno conviene fare la guerra ai propri soldi.
    A questo mondo ci sono un sacco di "giurisdizioni" puramente teoriche.
    Sveglia!
    non+autenticato