Università e computer nei laboratori

Ne parla uno studente di Milano che si lamenta delle vecchie macchine disponibili su cui vengono, però, montati i pesanti software di ultima generazione. E si chiede che senso abbia

Roma - Gentile redazione di Punto Informatico, sono uno studente di Informatica al quinto anno presso l'Università statale di Milano. Dopo accurate riflessioni ho deciso di scrivere a voi, sperando che rendendo pubblica la situazione che regna nel laboratorio del mio corso di laurea chi di dovere prenda provvedimenti.

Orbene, veniamo al dunque: chiunque penserà che un laboratorio di un corso di laurea in Informatica sia dotato delle migliori (o almeno di decenti) attrezzature tecnologiche, ma nel nostro caso non è così.

Abbiamo sì postazioni a volontà, ma le macchine sono degli oramai vetusti Pentium 450. Sono macchine buone per il WordProcessing e la navigazione Internet, non certo per progetti di programmazione che magari impegnano gruppi di 3 o 4 persone.

Si potrà dire che i soldi non ci sono, ok, questo lo capisco. Ma perchè allora appesantire questi PC con l'ultima versione di Office o di Windows? Ormai le CPU sul mercato hanno varcato la soglia dei 3 Ghz. Passare ai 1700 Mhz ha costi irrisori (sempre che in giro se ne trovino ancora) ma per noi sarebbe un bel passo in avanti.
Fino a poco tempo fa erano installati Windows 2000, Office 2000 e tutti gli altri tools di sviluppo che possono servire a noi studenti senza che nessuno si lamentasse della "arretratezza" delle versioni, e le macchine, seppur non velocissime, reggevano il carico. A Natale scorso, se non erro, si è passati invece a Windows XP Professional e Office XP senza un adeguato aggiornamento hardware.

Inutile dire che l'avvio di un PC porta via ormai 10 minuti di orologio, tanto che la mattina quando arrivo in laboratorio accendo la macchina e vado a prendere il caffè. La chicca è stata la recente installazione di Norton Antivirus 2004 (prima c'era la versione 2003), che ha portato ad un notevole rallentamento del sistema, tanto che il povero Windows mi comunica sempre più frequentemente la scarsità della memoria virtuale. La situazione è un po' migliore sotto il profilo Linux, che è anche lui presente su tutti i PC, versione Red Hat 8. Mi chiedo perchè anche in questo caso, visto l'andazzo, non si sia passati alla 9.

Uno studente di Informatica credo abbia il dovere/diritto di poter scegliere che SW usare e di usarlo al meglio (almeno per quanto concedono le risorse hardware a disposizione), e non di vedersi imposta l'ultima chicca di questo o quel produttore che rende solamente più faticoso e snervante il lavoro su PC, come quello da cui sto scrivendo, che ormai non possono reggere adeguatamente le applicazioni di oggi.

Aspetto ormai l'installazione di Office 2003, magari arriverà con le vacanze di Natale:-/

Distinti saluti
Francesco N.
TAG: italia
171 Commenti alla Notizia Università e computer nei laboratori
Ordina
  • beh se qualcuno ha problemi in statale puo' fare un giro al dipartimento di fisca, c'e' un bel laboratorio tirato su da un prof fichissimo e da una manica di studenti vogliosi....

    si chiama
    LABORATORIO DI CALCOLO E MULTIMEDIA
    e sviluppa calcolo e multimediaOcchiolino inoltre c'e' un corso che ovviamente tutti gli studneti di unimi possone mettere:
    Metodi computazionali per la fisica (ovviamente di fisica si fa ben poco) dove si impara

    c
    c++
    calcolo parallelo
    reti
    interfacce grafiche
    perl
    python
    tcl/tk

    inoltre grazie all'arrivo di un obiettore c'e' pure l'open room

    http://lcm.mi.infn.it

    scrivete a staff@lcm.mi.infn.it

    oppure andate in dipartimento e chiedete di "pcteor-uno"

    ciao
    non+autenticato
  • Devo dire che quando ho letto questo thread volevo
    rispondere in maniera esaustiva, spiegando un po' di
    motivi che provocano i problemi ai quali qualcuno accennava.

    Proseguendo nella lettura delle varie risposte mi sono reso
    conto che molto spesso si parla solo per giustificare la
    presenza della bocca all'interno del viso.

    Quindi non rispondero' in questo forum, ma invito quelli
    che sono seriamente interessati alle motivazioni ed
    eventualmente alle soluzioni dei problemi, a venirmi a trovare
    nel mio ufficio al DSI.
    Eventualmente sono anche disponibile ad organizzare
    un incontro con gli studenti che frequentano il silab, per
    chiarire un po' le idee sulle problematiche del laboratorio.


    l'incompetente responsabile tecnico del
    laboratorio didattico (silab)
    Giulio Casella

    non+autenticato
  • Non approvo la sua scelta
    se lei e' davvero il responsabile del Silab ha un'occasione unica per parlare con chi lo frequenta, con chi potrebbe decidere di frequentarlo, con chi lo frequentera'.
    Spero davvero che quello che lei ha da dire non dipenda da quello che dicono gli altri.
  • "se lei e' davvero il responsabile del Silab ha un'occasione unica per parlare con chi lo frequenta, con chi potrebbe decidere di frequentarlo, con chi lo frequentera'. "

    ma leggi o ci fai?

    Giulio disse:
    "Eventualmente sono anche disponibile ad organizzare
    un incontro con gli studenti che frequentano il silab, per
    chiarire un po' le idee sulle problematiche del laboratorio. "

    certo che vedendo questi commenti del cappero non si puo' non dargli ragione
    non+autenticato
  • Con tutto il rispetto per un incontro che e' senz'altro una buona cosa, credo che non possa essere paragonato alla tribuna offerta da P.I. Saluti
  • Ho letto l'intervendo di Giulio, e mi metto assolutamente dalla sua parte. Lui lavora sempre e forse anche oltre il normale orario di lavoro per darci almeno quel che abbiamo... Ha delle regole da rispettare e tanti problemi da risolvere e insieme agli altri della sala macchine fa un ottimo lavoro... Credo sia ingiusto dare colpe a lui e chiamarlo incompetente. (ricordo per chi c'era, anche la scena durante Etl di circa un mese fa!, Assurda...)... Solo che se si avesse almeno un filo più rispetto delle macchine che ci sono e un po' di comprensione in più, forse potremmo alleviargli un po' il lavoro...

    Neo,
    ----------------------------------------
    DSY Newsmaster/Moderator
    neo@dsy.it
    non+autenticato
  • Assolutamente, lungi da me voler criticare l'ottimo operato e, anzi, sono ben felice che finalmente qualcuno anche qui dica le cose come stanno.
    Ho solo ritenuto opportuno spingere il responsabile a superare d'un sol balzo coloro che usano la tastiera solo per muovere le dita e non ritirarsi in un cantuccio. Se dovessimo dare ascolto a chi blatera ed operare di conseguenza saremmo tutti da tempo tornati all'eta' della pietra.
  • > Ho letto l'intervendo di Giulio, e mi metto
    > assolutamente dalla sua parte. Lui lavora
    > sempre e forse anche oltre il normale orario
    > di lavoro per darci almeno quel che
    > abbiamo... Ha delle regole da rispettare e
    > tanti problemi da risolvere e insieme agli
    > altri della sala macchine fa un ottimo
    > lavoro... Credo sia ingiusto dare colpe a
    > lui e chiamarlo incompetente.

    Non ci capisco più niente ...

    Da

    1) i computer sono bene o male funzionanti
    2) l'amministratore di rete fa bene il suo lavoro

    segue

    3) la rete è paralizzata e i login sono infiniti

    Qualcuno allora può spiegare obiettivamente e senza colpevolizzare nessuno i motivi di tale situazione ?


  • Oltre a sottoscrivere pienamente =) aggiungerei quanto segue:
    I problemi come sempre sono complessi.. non che questa sia una scusa per dire che le cose quindi non possano cambiare.. ma magari un modo intelligente per venire incontro ad ambe le parti c'e'.
    Sia a chi lavora come admin in una situazione spesso fortemente dipendente da vincoli di fondi e di dettami del corpo docente da una parte, sia agli studenti che ovviamente si trovano di fronte ad una situazione concreta non delle piu' rosee..
    La rappresenanza degli sudenti!Occhiolino
    non aggiungo altro...

    tent:wq
    non+autenticato
  • > La rappresenanza degli sudenti!Occhiolino
    > non aggiungo altro...

    Ma esiste ?
  • Io voglio solo aggiungere una cosa, un po' come esempio di riflessione:
    pensiamo per esempio al discorso account... Non è certo una cosa fondamentale rispetto al resto, ma rende bene l'idea...
    I profili non sono tutti uguali... Alcuni vengono sincronizzati altri no, alcuni aggiornati altri no... Alcuni tengono lo sfondo (esempio..) come altri no... Alcuni hanno una lista programmi di due colonne altri di tre... e così via...
    Alcuni tengono i cookies altri no, e alcuni tengono i preferiti altri no... Il punto è che servirebbe una bella "rivoluzione", ma vi sembra che se fosse possibile così in 4 e 48 Giulio & Co. non lo farebbero?!... Quindi credo che sotto questo punto di vista è ovvio che ci sono dei filtri/ostacoli "superiori" da superare...
    Sotto il punto di vista della potenzialità delle macchine, beh, mi sembra evidente che Giulio o Guido o Giorgio o compagnia non possono aprire il portafoglio e tirar fuori i soldi e aggiornare i componenti HW...

    Volevo solo aggiungere questo... Saluti!Occhiolino


    Neo,
    ----------------------------------------
    DSY Newsmaster/Moderator
    neo@dsy.it
  • Ciao Giulio

    Mi piacerebbe fare quattro chiacchere direttamente con te su questo argomento, senza nessuna "organizzazione studentesca" o cose varie.
    Te lo chiedo non come frequentate del silab ma come non-frequentante, per i motivi che ho elencato qualche thread addietro.

    Saluti.
    non+autenticato
  • ma è una università o l'azienda del cumendatur Sbardélli che ci devo avere il mio office , neh


    ???


    le univeristà non usavano unix e roba seria?????

    Triste
    non+autenticato
  • Noi abbiamo un laboratorio con degli scarsissimi 166, cosa vi lamentate? Provando a compilare uno stupidissimo programmino java c'è il tempo per un caffè e un cornetto...

    Viva Linux
    abbasso Winzozz
    non+autenticato
  • Un laboratorio - è vero - con dei p166 (che - a parte java - vanno tranquilli); ma anche un altro laboratorio Linux, gemello dell'altro in fatto di software - con dei pIII 500 ed un altro con dei pII 300 (con NT4). Poteva andare peggio...

    --
    tosky
    non+autenticato
  • Non lamentatevi: un mio compagno di corso è andato in spagna e là (univ di informatica) hanno dei pentium 133 con linux che fanno il boot da rete (a 10 Mbit): dall'accensione al login 18 minuti!!!!
    non+autenticato
  • Non so se hai capito ma qui a milano ci vogliono più di 18 minuti su una rete 10 MBit ma i pc sono dei pentium III. Se ci si lamentava di Milano è per questo motivo !!
    non+autenticato
  • > Non so se hai capito ma qui a milano ci
    > vogliono più di 18 minuti su una rete 10
    > MBit ma i pc sono dei pentium III. Se ci si
    > lamentava di Milano è per questo motivo !!

    bo, su macchine poco più potenti xp con un bel po di roba su mi parte a razzo, non è che vi rimane per un tot di minuti con la mascherina iniziale a dire "accesso in corso" "caricamento delle impostazioni dell'utente" o "del computer" o cose simili?
    Se il caso è questo non è che la macchina è un tot piena o inadeguata (il sw che avete installato, almeno secondo l'articolo non è molto più pesante di quello vecchio), è che xp se non gli si specifica l'ip del dns "schizza" (cosa che gli ntx e 9x precedenti non facevano) cioè impiega una decina di minuti anche su macchine aggiornatissime e anche senza sw aggiunto, a partire... questi dieci minuti stanno appunto dopo l'immissione di user/pw, con le mascherine dei messaggi iniziali "caricamento di...", prima della presentazione del desktop. Se il caso è quello basta che gli diate l'indirizzo ip del dns anzichè lasciare che lo cerchi automaticamente, come di default, cosa che le versioni precedenti facevano bene... questa fase ci mette circa 10 secondi su una macchina ultramoderna con una rete 100Mbit/s, nel vostro caso ci può mettere di più ma certo non 10 min!
    Spero di poter essere stato utile, non voglio insegnare niente a nessuno (nel caso... mi farei pagare!) cmq è una cosa di xp che lascia abbastanza spiazzato chi si è abituato alle versioni di win precedenti e che, logica vorrebbe, non ci si aspetta nemmeno.
    non+autenticato
  • sei un mito...
    grazie per la serie di idiozie che sei riuscito a direSorride

    e meno male che non vuoi insegnare a nessuno...
    non+autenticato
  • > grazie per la serie di idiozie che sei
    > riuscito a direSorride
    Be, su xp prova a fare il boot specificando quale è l'indirizzo del dns e non specificandolo, poi vienimi a dire se è una idiozia o una allucinazione il fatto che nel secondo caso si passi da 10 sec a 10 min.
    Poi prova anche a vedere l'occupazione di memoria e altri parametri di performance usando 2k e xp sulla stessa macchina, e usando office 2000 e xp e vienimi a dire se win e office xp sono realmente molto più pesanti delle versioni 2k oppure no.
    Altrimenti tieniti i piccioni che si loggano in n minuti e fai il figo a lamentarti che tanto sono i prodotti Micro$uck che fanno schifo (cosa che tra l'altro è vera, ma chi li critica senza cognizione non fa che togliere valore alle critiche).
    Portami dei fatti, non p..ette e soprattutto non offese gratuite.
    Se mi provi che ho torto mi do dell'idiota da solo e inoltre ti ringrazio anche del tempo speso perchè sono una persona educata, io.
    non+autenticato
  • Il fatto che da altre parti stiano peggio non è certo una buona motivazione per fare altrettanto.
  • > Il fatto che da altre parti stiano peggio
    > non è certo una buona motivazione per fare
    > altrettanto.
    ;)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 37 discussioni)