Alfonso Maruccia

Lo streaming è il futuro della musica, ma non solo

Proliferano i servizi di streaming musicali. Samsung lancia una nuova offerta, Milk, gratuita. Ma non tutti sono convinti che sia l'unica strada da percorrere. Ci sono anche iPod hi-fi in vista

Roma - Il panorama dei servizi di streaming musicali per gadget mobile si fa sempre più affollato con l'arrivo di Milk Music, nuova iniziativa di Samsung che sotto la forma di una "app" per Android nasconde una piattaforma di ascolto completamente gratuita - almeno per il momento.

Milk Music offre "un approccio innovativo alla musica" con una libreria di 13 milioni di brani e 200 "stazioni" catalogate per genere, sostiene l'azienda sudcoreana, anche se a differenziare la nuova app dalla concorrenza è il fatto di essere completamente gratuita e priva di advertising per gli utenti che si registreranno entro un periodo di tempo limitato.

Per chi invece preferisce pagare un canone mensile c'è Beats Music, servizio di streaming musicale emerso di recente e che è già impegnato a espandere i propri confini con l'apertura delle API della piattaforma al vasto pubblico degli sviluppatori indipendenti.
Lo streaming musicale si fa consuetudine, diventa un approccio inflazionato quindi lo streaming musicale è il futuro ultimo della musica digitale? Neanche per sogno, sostiene il vice-presidente senior di Napster, perché gli appassionati preferiranno sempre scaricare i brani musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici.

A supportare in qualche modo l'idea di una perdurante rilevanza del consumo musicale offline è PonoPlayer, lettore multimediale ad alta fedeltà nato dal desiderio "purista" di Neil Young e ora quasi pronto al debutto a un prezzo (in preordine) di 399 dollari.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaNeil Young e la musica HDSi chiama Pono il player musicale del chitarrista canadese. Pronto al debutto nel 2013, col sostegno delle major. Un'idea mostrata anche a Steve Jobs
75 Commenti alla Notizia Lo streaming è il futuro della musica, ma non solo
Ordina
  • Ciao Izio01,

    Avevo visto il test. In realta' per ogni prova in un senso, ce n'è un altra che arriva a conclusioni differenti. La chiave è sempre la dimensione del campione e come viene scelto.
    Per quanto mi riguarda, non ho un udito finissimo eppure quando ho acquistato il cd di album in precedenza scaricati da eMusic la differenza l'ho percepita. Dipende dalla registrazione originale (alcune sono orrende! registrate male, compresse...), dalla catena di riproduzione (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR ho iniziato a sentire differenze che prima non sentivo).

    Diciamo cosi', se parti da una buona fonte (es. buon CD) puoi pensare che quando la tua catena di riproduzione migliorera' (miglior ampli, migliori casse, miglior dac etc) potrai (forse) aumentare il tuo piacere di ascolto.

    Se parte da una fonte lossy, al migliorare della catena di ascolto (e del tuo orecchio), emergeranno (probabilmente) di piu' i difetti e le lacune.

    Cosa mi piacerebbe? Servizi in streaming ad altissima qualita' o vendita di file ad elevata risoluzione (perchè voglio potere ascoltare anche quando non sono connesso...)

    Ciao!
  • - Scritto da: DownToTheMoon
    > Ciao Izio01,
    >
    > Avevo visto il test. In realta' per ogni prova in
    > un senso, ce n'è un altra che arriva a
    > conclusioni differenti. La chiave è sempre la
    > dimensione del campione e come viene
    > scelto.
    > Per quanto mi riguarda, non ho un udito finissimo
    > eppure quando ho acquistato il cd di album in
    > precedenza scaricati da eMusic la differenza l'ho
    > percepita. Dipende dalla registrazione originale
    > (alcune sono orrende! registrate male,
    > compresse...), dalla catena di riproduzione
    > (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR ho
    > iniziato a sentire differenze che prima non
    > sentivo).
    >

    Come dici tu stesso, l'originale fa molto. La classica è una cosa, sono strumenti che già per il fatto di essere registrati cambieranno tantissimo, una corda di violino è diversa da un cono di carta che vibra.
    Il rock già lo senti amplificato al concertone, con il suono che passa da distorsori e roba simile. A volte proprio un impianto di buona qualità mostra i limiti della registrazione. Credo che una bella differenza la possa fare il tecnico del suono: il Martin Birch dei vecchi dischi degli Iron Maiden sapeva il fatto suo, i loro dischi mi sembrano molto più puliti e nitidi di quelli dei Metallica pre-Load, ad esempio.
    Quando ascolto gruppi finnici che fanno metal non mi aspetto un'enorme qualità, è anche una scelta stilistica (o una scusa per prendere un tecnico che costa meno, LOL!). Se però mi sento "Gli alberi sono alti", di Branduardi, cavolo se sento un suono caldo, la chitarra che vibra, nei limiti del cono di carta! Ti becchi tutto il fruscio del vecchio master analogico, ma ti godi il pezzo strumentale all'inizio della canzone. Bè, l'ho fatta sentire a una collega perché mi piaceva (la canzone) e lei ha finito per comprarsi una buona cuffia, dopo aver toccato con mano la differenza.

    Per eMusic forse varia da album ad album. Magari quello che io attribuisco all'incisione originale dei metallari finlandesi di cui sopra è in realtà un problema della conversione in mp3; sono però sicuro che ci siano dei brani che si sentono davvero bene, quindi non capisco perché non dovrebbero essere ugualmente accurati con tutte le conversioni. Magari per tagliare sul bitrate.
    Izio01
    3752
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: DownToTheMoon
    > > Ciao Izio01,
    > >
    > > Avevo visto il test. In realta' per ogni
    > prova
    > in
    > > un senso, ce n'è un altra che arriva a
    > > conclusioni differenti. La chiave è sempre la
    > > dimensione del campione e come viene
    > > scelto.
    > > Per quanto mi riguarda, non ho un udito
    > finissimo
    > > eppure quando ho acquistato il cd di album in
    > > precedenza scaricati da eMusic la differenza
    > l'ho
    > > percepita. Dipende dalla registrazione
    > originale
    > > (alcune sono orrende! registrate male,
    > > compresse...), dalla catena di riproduzione
    > > (quando ho acquistato delle cuffie Grado SR
    > ho
    > > iniziato a sentire differenze che prima non
    > > sentivo).
    > >
    >
    > Come dici tu stesso, l'originale fa molto. La
    > classica è una cosa, sono strumenti che già per
    > il fatto di essere registrati cambieranno
    > tantissimo, una corda di violino è diversa da un
    > cono di carta che
    > vibra.
    > Il rock già lo senti amplificato al concertone,
    > con il suono che passa da distorsori e roba
    > simile. A volte proprio un impianto di buona
    > qualità mostra i limiti della registrazione.
    > Credo che una bella differenza la possa fare il
    > tecnico del suono: il Martin Birch dei vecchi
    > dischi degli Iron Maiden sapeva il fatto suo, i
    > loro dischi mi sembrano molto più puliti e nitidi
    > di quelli dei Metallica pre-Load, ad
    > esempio.
    > Quando ascolto gruppi finnici che fanno metal non
    > mi aspetto un'enorme qualità, è anche una scelta
    > stilistica (o una scusa per prendere un tecnico
    > che costa meno, LOL!). Se però mi sento "Gli
    > alberi sono alti", di Branduardi, cavolo se sento
    > un suono caldo, la chitarra che vibra, nei limiti
    > del cono di carta! Ti becchi tutto il fruscio del
    > vecchio master analogico, ma ti godi il pezzo
    > strumentale all'inizio della canzone. Bè, l'ho
    > fatta sentire a una collega perché mi piaceva (la
    > canzone) e lei ha finito per comprarsi una buona
    > cuffia, dopo aver toccato con mano la
    > differenza.
    >
    > Per eMusic forse varia da album ad album. Magari
    > quello che io attribuisco all'incisione originale
    > dei metallari finlandesi di cui sopra è in realtà
    > un problema della conversione in mp3; sono però
    > sicuro che ci siano dei brani che si sentono
    > davvero bene, quindi non capisco perché non
    > dovrebbero essere ugualmente accurati con tutte
    > le conversioni. Magari per tagliare sul
    > bitrate.
    molto ha anche a che fare con l'uso sapiente della psicoacustica (suona come una supercazzola ma e' alla base di molte cose, compresi gli algo lossy e l'audio stereoscopico [molto d'effetto] ) piu' che meramente sul bitrate...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: DownToTheMoon
    > Per eMusic forse varia da album ad album.
    Credo che li pubblichino come gli arrivano, alcuni sono di ottima qualità altri sono a malapena ascoltabili
    non+autenticato
  • - Scritto da: DownToTheMoon
    >
    > Cosa mi piacerebbe? Servizi in streaming ad
    > altissima qualita' o vendita di file ad elevata
    > risoluzione (perchè voglio potere ascoltare anche
    > quando non sono
    > connesso...)
    QUOTONE
    non+autenticato
  • inutile per giunta e destinata a morire da sola ... per quello basta la radio. E la gente che tiene ai propri artisti comprerà sempre un supporto, anche perchè con il prezzo di un brano in download non fa mangiare nessuno, tranne le piattaforme che ne permettono lo scaricamento. Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo ridicolo.

    Enry
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > inutile per giunta e destinata a morire da sola
    > ... per quello basta la radio. E la gente che

    La radio?
    Quella roba strapiena di pubblicità cretine (persin peggio della TV), di jingle che ti ammazzano il buonumore, di DJ deficienti, di TG penosi, di musica quasi esclusivamente di mer*a per di più trattata da cani, quella roba lì?
    Adesso che pure Virgin è crollata quasi al livello della radio più truzza, mi vien sempre meno voglia di accendere l'autoradio che tanto sono sempre lì col dito a fare zapping...

    > tiene ai propri artisti comprerà sempre un
    > supporto, anche perchè con il prezzo di un brano
    > in download non fa mangiare nessuno, tranne le
    > piattaforme che ne permettono lo scaricamento.
    > Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo
    > ridicolo.

    bravo, meno male che ci sei tu. Mi raccomando, continua a comprare anche per noiCon la lingua fuori
    Funz
    12917
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: Enry
    > > inutile per giunta e destinata a morire da
    > sola
    > > ... per quello basta la radio. E la gente che
    >
    > La radio?
    > Quella roba strapiena di pubblicità cretine
    > (persin peggio della TV), di jingle che ti
    > ammazzano il buonumore, di DJ deficienti, di TG
    > penosi, di musica quasi esclusivamente di mer*a
    > per di più trattata da cani, quella roba
    > lì?
    QUOTONE
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > inutile per giunta e destinata a morire da sola
    > ... per quello basta la radio.

    O gli mp3; a che serve dover essere sempre collegato quando in pochi mega ti salvi il brano in locale?

    E la gente che
    > tiene ai propri artisti comprerà sempre un
    > supporto,


    Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto salirà, essendo diviso su meno utenti, e questo scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.

    Oltre tutto, quale supporto proponi? Il cd è scomodo, rispetto ad esempio a una microsd.


    > Oltre che ridurre il valore di un'opera in modo
    > ridicolo.

    Per l'utente è un vantaggio
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello

    > E la gente che
    > > tiene ai propri artisti comprerà sempre un
    > > supporto,

    > Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto
    > salirà, essendo diviso su meno utenti, e questo
    > scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.

    Il prezzo si abbassera' con la sparizione degli intermediari che attualmente si bevono la maggior parte dei guadagni dell'artista.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: cicciobello
    >
    > > E la gente che
    > > > tiene ai propri artisti comprerà sempre
    > un
    > > > supporto,
    >
    > > Sì... ma quanti sono? Il prezzo del supporto
    > > salirà, essendo diviso su meno utenti, e
    > questo
    > > scoraggerà ulteriori persone dal comprarlo.
    >
    > Il prezzo si abbassera' con la sparizione degli
    > intermediari che attualmente si bevono la maggior
    > parte dei guadagni
    > dell'artista.
    Intermediari che verranno sostituti da altri ovviamente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: cicciobello

    > > Il prezzo si abbassera' con la
    > > sparizione degli intermediari che
    > > attualmente si bevono la maggior
    > > parte dei guadagni dell'artista.

    > Intermediari che verranno sostituti da altri
    > ovviamente...

    Gia, ma che usano macchine, la stessa differenza tra le catene di montaggio di ford ed i sistemi di fabbricazione precedenti.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: 2014
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: cicciobello
    >
    > > > Il prezzo si abbassera' con la
    > > > sparizione degli intermediari che
    > > > attualmente si bevono la maggior
    > > > parte dei guadagni dell'artista.
    >
    > > Intermediari che verranno sostituti da altri
    > > ovviamente...
    >
    > Gia, ma che usano macchine, la stessa differenza
    > tra le catene di montaggio di ford ed i sistemi
    > di fabbricazione
    > precedenti.
    Ma per il musico non cambierà niente, scommetti?
    non+autenticato
  • > > Gia, ma che usano macchine, la stessa
    > differenza
    > > tra le catene di montaggio di ford ed i
    > sistemi
    > > di fabbricazione
    > > precedenti.
    > Ma per il musico non cambierà niente, scommetti?

    È possibile; ma cambierà per gli utenti, che avranno a disposizione più musica gratuita o a prezzi irrisori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > > > Gia, ma che usano macchine, la stessa
    > > differenza
    > > > tra le catene di montaggio di ford ed i
    > > sistemi
    > > > di fabbricazione
    > > > precedenti.
    > > Ma per il musico non cambierà niente,
    > scommetti?
    >
    > È possibile; ma cambierà per gli utenti, che
    > avranno a disposizione più musica gratuita o a
    > prezzi
    > irrisori.
    e di qualità proporzionata...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014
    > - Scritto da: cicciobello

    > e di qualità proporzionata...

    Esatto, la musica di qualita' come la mia non si trova dietro ogni angolo. Va cercata con attenzione, ad esempio, negli angoli frequentati da cani con padroni maleducati.
    non+autenticato
  • gli appassionati preferiranno sempre scaricare i brani musicali nei formati comuni (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici

    se "gli appassionati" sono quelli che desiderano ascoltare musica con audio di buona qualità, e per questo ricercano buone registrazioni/riproduzioni da ascoltare su apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi), allora:
    - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno scaricare audio in un qualsiasi formato compresso, men che mai il pessimo MP3...
    - "gli appassionati" preferiranno scaricare *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a registrazioni di alta qualità "nativa" poi convertite in un buon formato loseless (wav o flac)
    - "gli appassionati" preferiranno acquistare *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli relativi a registrazioni di alta qualità "nativa" poi masterizzati in modo accurato
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > gli appassionati preferiranno sempre
    > scaricare i brani musicali nei formati comuni
    > (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
    >

    >
    >
    > se "gli appassionati" sono quelli che desiderano
    > ascoltare musica con audio di buona qualità, e
    > per questo ricercano buone
    > registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
    > apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi),
    > allora:
    > - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno
    > scaricare audio in un qualsiasi formato
    > compresso, men che mai il pessimo
    > MP3...
    > - "gli appassionati" preferiranno scaricare
    > *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a
    > registrazioni di alta qualità "nativa" poi
    > convertite in un buon formato loseless (wav o
    > flac)
    > - "gli appassionati" preferiranno acquistare
    > *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
    > relativi a registrazioni di alta qualità "nativa"
    > poi masterizzati in modo
    > accurato

    Posso aggiungere che gli "appassionati" non nascono sotto il cavolo nell'orto, ma sono una clientela che va curata, coltivata, incentivata...
  • - Scritto da: king volution
    > gli appassionati preferiranno sempre
    > scaricare i brani musicali nei formati comuni
    > (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
    >

    >
    >
    > se "gli appassionati" sono quelli che desiderano
    > ascoltare musica con audio di buona qualità, e
    > per questo ricercano buone
    > registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
    > apparecchiature adeguate ("veri" sistemi hi-fi),
    > allora:
    > - "gli appassionati" mai e poi mai preferiranno
    > scaricare audio in un qualsiasi formato
    > compresso, men che mai il pessimo
    > MP3...
    > - "gli appassionati" preferiranno scaricare
    > *certi* file audio, ovvero solo quelli relativi a
    > registrazioni di alta qualità "nativa" poi
    > convertite in un buon formato loseless (wav o
    > flac)
    > - "gli appassionati" preferiranno acquistare
    > *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
    > relativi a registrazioni di alta qualità "nativa"
    > poi masterizzati in modo
    > accurato

    Gli appassionati che dici tu sono quelli che insistono che un LP è molto meglio di un CD solo perché sanno che non li puoi fregare con una prova in doppio cieco che smentirebbe tutta la loro spocchia.
    *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh, questa sì che è la tonalità calda del vinile!"
    Izio01
    3752
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: king volution
    > > gli appassionati preferiranno
    > sempre
    > > scaricare i brani musicali nei formati comuni
    > > (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
    > >

    > >
    > >
    > > se "gli appassionati" sono quelli che
    > desiderano
    > > ascoltare musica con audio di buona qualità,
    > e
    > > per questo ricercano buone
    > > registrazioni/riproduzioni da ascoltare su
    > > apparecchiature adeguate ("veri" sistemi
    > hi-fi),
    > > allora:
    > > - "gli appassionati" mai e poi mai
    > preferiranno
    > > scaricare audio in un qualsiasi formato
    > > compresso, men che mai il pessimo
    > > MP3...
    > > - "gli appassionati" preferiranno scaricare
    > > *certi* file audio, ovvero solo quelli
    > relativi
    > a
    > > registrazioni di alta qualità "nativa" poi
    > > convertite in un buon formato loseless (wav o
    > > flac)
    > > - "gli appassionati" preferiranno acquistare
    > > *certi* cd-audio fisici, ovvero solo quelli
    > > relativi a registrazioni di alta qualità
    > "nativa"
    > > poi masterizzati in modo
    > > accurato
    >
    > Gli appassionati che dici tu sono quelli che
    > insistono che un LP è molto meglio di un CD solo
    > perché sanno che non li puoi fregare con una
    > prova in doppio cieco che smentirebbe tutta la
    > loro spocchia.

    gli appassionati che dico io sono quelli che non hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua copia masterizzata da un incompetente, o da un suo ripping in un formato malamente compresso fatto dallo stesso incompetente...


    > *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh, questa sì
    > che è la tonalità calda del vinile!"

    un vinile in buone condizioni (poco o nulla usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza altre schifezze) non produce alcun click o pop... al massimo c'è il fruscio di fondo, che un appassionato con un buon orecchio (categoria in cui mi sa proprio che non rientri, viste le cose che scrivi) riesce a percepire, a differenza dei tanti incompetenti (che solo sentendo i click/pop riescono a distinguere un LP da un CD...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > - Scritto da: Izio01


    > gli appassionati che dico io sono quelli che non
    > hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in
    > doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua
    > copia masterizzata da un incompetente,

    Questa la voglio proprio vedere, anzi sentire: Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Insieme alla spiegazione di quanta competenza ci vuole su "copia disco" in un qualsiasi programma di masterizzazione.

    > o da un suo ripping in un formato
    > malamente compresso fatto dallo
    > stesso incompetente...

    Ti piace vincere facile eh ?
    Gia' che c'eri potevi scrivere anche down insieme ad incompetente, e che magari sbaglia pure i titoli dei brani introducendo errori di grammatica.

    > > *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,
    > questa sì
    > > che è la tonalità calda del vinile!"

    > un vinile in buone condizioni (poco o nulla
    > usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza
    > altre schifezze) non produce alcun click o pop...

    Infatti, ce li aggiungono artificialmente i cantanti anche nei CD perche' fa fico.
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    > al massimo c'è il fruscio di fondo, che un
    > appassionato con un buon orecchio (categoria
    > in cui mi sa proprio che non rientri, viste
    > le cose che scrivi) riesce a percepire, a
    > differenza dei tanti incompetenti (che solo
    > sentendo i click/pop riescono a distinguere
    > un LP da un CD...)

    Allora ha ragione il tizio prima, che il fastidioso rumore di fondo e' quello che distingue il CD (che non cel'ha) dal disco anche nuovo.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: king volution
    > > - Scritto da: Izio01
    >
    >
    > > gli appassionati che dico io sono quelli che
    > non
    > > hanno problemi a distinguere all'ascolto --
    > in
    > > doppio cieco --- un cd-audio originale da
    > una
    > sua
    > > copia masterizzata da un incompetente,
    >
    > Questa la voglio proprio vedere, anzi sentire:

    io l'ho visto fare, e più di una volta, da una persona molto competente ed esperta (decenni di esperienza audio hi-fi) con un ottimo orecchio

    e che tu e altri ci credano oppure no me se sbatto alquanto

    > Insieme alla spiegazione di quanta competenza ci
    > vuole su "copia disco" in un qualsiasi programma
    > di masterizzazione.

    uno che parla di <<copiare un cd audio con un "copia disco" in un qualsiasi programma di masterizzazione> > già dimostra poca competenza e molta approssimazione...

    per fare una copia perfetta ("equivalente" a un cd audio "originale", nel senso di industriale) ci vuole molta competenza sia per l'acquisizione (quale lettore? quale driver? quale software? quale velocità? quali parametri di lettura? quali correzioni? ecc. ecc.) che per la masterizzazione (quale masterizzatore? quale driver? quale software? quale supporto? quale velocità? quale modalità di scrittura? ecc. ecc.)

    studia e fai pratica che è meglio


    > > o da un suo ripping in un formato
    > > malamente compresso fatto dallo
    > > stesso incompetente...
    >
    > Ti piace vincere facile eh ?

    guarda che non sono io che dico che sono indistinguibili

    > > > *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,
    > > questa sì
    > > > che è la tonalità calda del vinile!"
    >
    > > un vinile in buone condizioni (poco o nulla
    > > usato, senza graffi, pulito, senza ditate e
    > senza
    > > altre schifezze) non produce alcun click o
    > pop...
    >
    > Infatti, ce li aggiungono artificialmente i
    > cantanti anche nei CD perche' fa fico.

    no... perché c'è gente talmente idiota da comprare robaccia del genere

    > > al massimo c'è il fruscio di fondo, che un
    > > appassionato con un buon orecchio (categoria
    > > in cui mi sa proprio che non rientri, viste
    > > le cose che scrivi) riesce a percepire, a
    > > differenza dei tanti incompetenti (che solo
    > > sentendo i click/pop riescono a distinguere
    > > un LP da un CD...)
    >
    > Allora ha ragione il tizio prima, che il
    > fastidioso rumore di fondo e' quello che
    > distingue il CD (che non cel'ha) dal disco anche nuovo.

    no guarda... non avete proprio capito...

    se il fruscio di un LP è udibile allora chiunque lo sente capisce che sta ascoltando un LP e non un CD... solo che non si tratta di questo!

    LP e CD sono cose *DIVERSE* che, in genere, provengono da registrazioni fatte con strumentazioni diverse, da editing diversi, da tecniche e procedimenti di "incisione" diversi...

    per gli "appassionati" il confronto non ha semplicemente senso: ha senso dire questo si sente bene (cioé la "restituzione" audio è buona) e questo invece no, ha senso dire il suono di un LP ha queste caratteristiche mentre quello di un CD ha queste altre caratteristiche...

    il giochetto "a chi lo ha più lungo" interessa solo agli incompetenti
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: king volution
    > > > - Scritto da: Izio01

    > > Questa la voglio proprio vedere, anzi
    > sentire:

    > io l'ho visto fare, e più di una volta, da una
    > persona molto competente ed esperta (decenni di
    > esperienza audio hi-fi) con un ottimo orecchio

    Che non e' stato in grado di fare una copia 1a1 da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti giusta, ti dico solo questo: i CD con il software copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non funzionerebbero.

    > e che tu e altri ci credano oppure no
    > me se sbatto alquanto

    E vorrei vedere, mica come il leguleo che ne fa una questione di principio da malato mentale.

    Comunque se anche tu hai qualche link a qualche studio fatto da qualcuno di competente apprezzeremmo parecchio di piu' di un "ho visto". Tipo quello postato sopra riguardo a mp3 e CD.

    > uno che parla di <<copiare un cd audio con
    > un "copia disco" in un qualsiasi programma di
    > masterizzazione> > già dimostra poca
    > competenza e molta approssimazione...

    Allora dimmi, come sono masterizzare le tracce audio in un CD audio ? Che differenza c'e' con la masterizzazione di un cd dati ?

    > per fare una copia perfetta ("equivalente" a un
    > cd audio "originale", nel senso di industriale)
    > ci vuole molta competenza sia per l'acquisizione
    > (quale lettore? quale driver? quale software?
    > quale velocità? quali parametri di lettura? quali
    > correzioni? ecc. ecc.) che per la masterizzazione
    > (quale masterizzatore? quale driver? quale
    > software? quale supporto? quale velocità? quale
    > modalità di scrittura? ecc. ecc.)
    > studia e fai pratica che è meglio

    Se il driver e' sbagliato il pc da' errore, se la copia e 1 a 1 basta un semplice ceck integrato nel programma a verificarlo. Se funziona per i CD di dati dove basta un 1 al posto di uno 0 per non scompattare piu' un archivio.

    > guarda che non sono io che dico che sono
    > indistinguibili

    Infatti lo dice il link ad uno studio postato sopra.

    > > Infatti, ce li aggiungono artificialmente i
    > > cantanti anche nei CD perche' fa fico.

    > no... perché c'è gente talmente idiota da
    > comprare robaccia del genere

    Probabilmente quelli a cui piacciono i dischi.

    > > Allora ha ragione il tizio prima, che il
    > > fastidioso rumore di fondo e' quello che
    > > distingue il CD (che non cel'ha) dal disco
    > > anche nuovo.

    > no guarda... non avete proprio capito...

    > se il fruscio di un LP è udibile allora chiunque
    > lo sente capisce che sta ascoltando un LP e non
    > un CD... solo che non si tratta di questo!

    > LP e CD sono cose *DIVERSE* che, in genere,
    > provengono da registrazioni fatte con
    > strumentazioni diverse, da editing diversi, da
    > tecniche e procedimenti di "incisione"
    > diversi...

    Ecco perche' sono distinguibili allora ! Alla faccia di chi parla di diversa qualita' e orecchio !!! E' la registrazione alla base che li rende diversi quindi.

    > per gli "appassionati" il confronto non ha
    > semplicemente senso: ha senso dire questo si
    > sente bene (cioé la "restituzione" audio è buona)
    > e questo invece no, ha senso dire il suono di un
    > LP ha queste caratteristiche mentre quello di un
    > CD ha queste altre caratteristiche...

    > il giochetto "a chi lo ha più lungo" interessa
    > solo agli incompetenti

    Veramente gli incompetendi sono quelli che ascoltano gli mp3, quelli che se la tirano di distingure dalla qualita' CD da disco da mp3 sono i cosiddetti "competenti".
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Che non e' stato in grado di fare una copia 1a1
    > da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha
    > problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti
    > giusta, ti dico solo questo: i CD con il software
    > copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non
    > funzionerebbero.

    la questione non è così banale...
    dietro il tasto "duplica" c'è tutto un mondo
    non è il solo fatto se la copia "funziona" che conta: conta come "si sente"... e si sente in modo diverso a seconda di decine e decine di fattori, legati sia alla lettura dell'originale che alla scrittura della copia...

    > Comunque se anche tu hai qualche link a qualche
    > studio fatto da qualcuno di competente
    > apprezzeremmo parecchio di piu' di un "ho visto".
    > Tipo quello postato sopra riguardo a mp3 e CD.

    boh... questo articolo, per quanto datato, vale per capire come la questione sia decisamente complessa e non generalizzabile
    http://www.01net.it/itechstudio/articoli/0,1254,4s...

    > Allora dimmi, come sono masterizzare le tracce
    > audio in un CD audio ? Che differenza c'e' con la
    > masterizzazione di un cd dati ?

    che mi fai l'esame? Occhiolino

    ti rispondo così: secondo te se (a) rippi l'originale in tracce .wav separate e poi masterizzi DAO con Nero, oppure (b) estrai il toc con crddao, poi l'audio con cdparanoia come unico file .wav e poi masterizzi con crddao usando il toc estratto prima... le copie che ottienio si sentono allo stesso modo?

    > Se il driver e' sbagliato il pc da' errore,

    ci possono essere più driver "giusti" che leggono/scrivono senza errore... ma che lo fanno in modo diverso... con risultati deiversi!


    > se la
    > copia e 1 a 1 basta un semplice ceck integrato
    > nel programma a verificarlo. Se funziona per i CD
    > di dati dove basta un 1 al posto di uno 0 per non
    > scompattare piu' un archivio.

    non è così semplice... diversi software fanno il tutto in modi diversi, e con risultati diversi in termini di "resa" all'ascolto

    > Ecco perche' sono distinguibili allora ! Alla
    > faccia di chi parla di diversa qualita' e
    > orecchio !!! E' la registrazione alla base che li
    > rende diversi quindi.

    anche, ma ci sono anche tutti i passaggi intermedi e, infine, il fatto che i supporti sono fisicamente diversi

    > Veramente gli incompetendi sono quelli che
    > ascoltano gli mp3,

    un MP3 fatto da un cd audio con un bitrate adeguato e con un codec buono può anche risultare di ottima qualità (magari pure indistinguibile dall'originale) ma... DIPENDE!!! (dalla qualità dell'originale, dal tipo di sonoro, ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ...)

    > quelli che se la tirano di
    > distingure dalla qualita' CD da disco da mp3 sono
    > i cosiddetti "competenti".

    i "competenti" sono quelli che conoscono bene le due cose e sanno valutare, CASO PER CASO...
    non+autenticato
  • > Che non e' stato in grado di fare una copia 1a1
    > da cd a cd premendo il tasto "duplica" ? Beh o ha
    > problemi VERAMENTE gravi oppure non la racconti
    > giusta, ti dico solo questo: i CD con il software
    > copiato funzionano e li' se sbagliassi un bit non
    > funzionerebbero.

    I cd con il software sono cd dati, ed in quanto tali hanno degli algoritmi di controllo degli errori: la stessa area del disco viene magari letta due volte, e viene usato un checksum per controllare di averla letta bene, ma tutto questo avviene "dietro le quinte" e non te ne accordi. Quando fai una copia, i dati che arrivano al computer sono stati controllati e sono giusti (se il cd è rovinato, alla peggio deve essere letto più volte, ma al massimo tu noti che si impiega più tempo), poi il file senza errori viene scritto sul disco nuovo: anche su tale disco possono comparire degli errori, ma anche quelli verranno poi corretti.

    Per il cd audio non funziona così: il sistema di controllo degli errori è molto più debole, per vari motivi: in primo luogo, le specifiche sono molto più vecchie, e previste per hardware più primitivo (i cd audio in origine erano fatti per essere letti da stereo di 30 anni fa... i processori di tali apparecchi erano troppo lenti per fare calcoli decenti), poi una lettura errata non era così grave (in un secondo di musica ci sono 44100 valori numerici: se uno è sbagliato, ma gli altri 44099 sono corretti, ti sfido ad accorgertene), e comunque, anche se il circuito di controllo si accorgeva di un errore, che poteva fare? Andare a rileggere quella parte del disco? No, non c'era il tempo, avrebbe causato una pausa nella riproduzione (i lettori di adesso hanno un buffer che permette di continuare la riproduzione in tempo reale, ma negli anni 80 nessuno aveva una tecnologia del genere), e tale pausa sarebbe stata più fastidiosa ancora dell'errore: quindi, ci si limitava a azzerare il valore errato, o a sostituirlo con uno interpolato.

    Questo significa che se la lettura del cd non è più che perfetta (e non puoi saperlo con certezza, perché il controllo degli errori non è così sicuro), ad ogni duplicazione gli errori si sommano. Inoltre, i lettori cd rom da computer non sono stati progettati per i cd audio (a volte nemmeno per i cd, perché sono lettori dvd), quindi fanno proprio il minimo sindacale (tanto, se metti un cd audio nel pc e poi lo ascolti con le casse del monitor, la qualità sarà così bassa che nessuno si porrà il problema). Per fare il rip, infatti, molti usano Exact Audio Copy, un software che legge il cd decine di volte, confronta i risultati, e tenta di ricavare la lettura corretta (se un bit viene letto come "0" nove volte su dieci, è più probabile che sia zero invece di uno). Il fatto che si debba ricorrere a simili espedienti dimostra come i cd audio siano un supporto obsoleto, con qualità fondamentalmente peggiore della più modesta chiavetta usb.

    Se si vuole memorizzare della musica su cd senza tali problemi, naturalmente, si può fare: basta masterizzarlo come cd di dati, e registrarci i files musicali sopra, in formato wav, o ogg, o mp3, o quello che ti pare.

    Se metti un file audio non compresso, con campionamento a 44100 hertz, 16 bit, stereo, hai esattamente gli stessi parametri del cd audio, ed avrai dei files che potranno essere poi copiati dal cd su un cd nuovo (o su un qualunque altro supporto), senza perdite di qualità (a meno di non usare un lettore difettoso o un disco rovinato, ovvio). L'unico problema sarà che tale cd non potrà essere letto nei lettori cd audio più vecchi... ma tali lettori sono quasi scomparsi; i lettori delle autoradio leggono anche i cd dati (possono leggere i cd mp3, ad esempio), i lettori dvd da salotto anche. Usare i cd audio non ha più senso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: king volution
    > - Scritto da: Izio01
    > > - Scritto da: king volution
    > > > gli appassionati preferiranno
    > > sempre
    > > > scaricare i brani musicali nei formati
    > comuni
    > > > (MP3 ecc) o acquistare i CD-Audio fisici
    > > >

    > > >
    > > >
    > > > se "gli appassionati" sono quelli che
    > > desiderano
    > > > ascoltare musica con audio di buona
    > qualità,
    > > e
    > > > per questo ricercano buone
    > > > registrazioni/riproduzioni da ascoltare
    > su
    > > > apparecchiature adeguate ("veri" sistemi
    > > hi-fi),
    > > > allora:
    > > > - "gli appassionati" mai e poi mai
    > > preferiranno
    > > > scaricare audio in un qualsiasi formato
    > > > compresso, men che mai il pessimo
    > > > MP3...
    > > > - "gli appassionati" preferiranno
    > scaricare
    > > > *certi* file audio, ovvero solo quelli
    > > relativi
    > > a
    > > > registrazioni di alta qualità "nativa"
    > poi
    > > > convertite in un buon formato loseless
    > (wav
    > o
    > > > flac)
    > > > - "gli appassionati" preferiranno
    > acquistare
    > > > *certi* cd-audio fisici, ovvero solo
    > quelli
    > > > relativi a registrazioni di alta qualità
    > > "nativa"
    > > > poi masterizzati in modo
    > > > accurato
    > >
    > > Gli appassionati che dici tu sono quelli che
    > > insistono che un LP è molto meglio di un CD
    > solo
    > > perché sanno che non li puoi fregare con una
    > > prova in doppio cieco che smentirebbe tutta
    > la
    > > loro spocchia.
    >
    > gli appassionati che dico io sono quelli che non
    > hanno problemi a distinguere all'ascolto -- in
    > doppio cieco --- un cd-audio originale da una sua
    > copia masterizzata da un incompetente, o da un
    > suo ripping in un formato malamente compresso
    > fatto dallo stesso incompetente...
    >

    Smentito regolarmente dalle prove di laboratorio, come indicato nel link che ho postato a Panda. Un tecnico del suono, un musicista non riescono a distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro il mio signor "pessimo MP3". Dobbiamo credere che ci riesca tu?

    >
    > > *crak* *pop* *fssssst* *brzzzg* "Ahhhh,
    > questa
    > sì
    > > che è la tonalità calda del vinile!"
    >
    > un vinile in buone condizioni (poco o nulla
    > usato, senza graffi, pulito, senza ditate e senza
    > altre schifezze) non produce alcun click o pop...
    > al massimo c'è il fruscio di fondo, che un
    > appassionato con un buon orecchio (categoria in
    > cui mi sa proprio che non rientri, viste le cose
    > che scrivi)

    Sono un appassionato e ho un buon orecchio, riesco a percepire la differenza tra musica ascoltata con un buon impianto e quella con le cuffiette da 30 euro. Non ho un impianto da Bill Gates, ho un buon impianto nei limiti delle mie possibilità e di un accettabile rapporto prezzo/prestazioni. Sono soddisfatto di ciò che ho, e ci sento BENE anche gli mp3.
    Invece non me la tiro inventando capacità che le PROVE STRUMENTALI mostrano non esistere, come quella di distinguere mp3 ad elevato bitrate da CD. E un vinile dal CD si riconosce, si riconosce eccome, hai voglia se non fa rumore. Nemmeno con un classico Thorens (che il solito pseudo-audiofilo spocchioso mostrerà con orgoglio non far saltare la testina nemmeno se tiri un pugno vicino - perché lo scopo degli hi-fi è tirare pugni all'impianto, no?) hai un ascolto pulito come quello del CD. Ma tranquillo, è proprio questo a salvare i farlocconi dalla prova doppio cieco, flagello dei cialtroni da che mondo è mondo!

    > riesce a percepire, a differenza dei
    > tanti incompetenti (che solo sentendo i click/pop
    > riescono a distinguere un LP da un CD...)
    Izio01
    3752
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: king volution

    > > copia masterizzata da un incompetente, o
    > > da un suo ripping in un formato malamente
    > > compresso fatto dallo stesso incompetente...

    > Smentito regolarmente dalle prove di laboratorio,
    > come indicato nel link che ho postato a Panda. Un
    > tecnico del suono, un musicista non riescono a
    > distinguere il CD da un mp3 a 256/320, caro il
    > mio signor "pessimo MP3". Dobbiamo credere che ci
    > riesca tu?

    Ma infatti questi sedicenti "esperti" parlano sempre di mp3 di bassa qualita', non rendendosi conto che cosi' negano a priori la loro presunta capacita' di distinguere un mp3 da un CD o un vinile.
    krane
    22544
  • Il problema non è il dispositivo, è che non è disponibile per l'Italia ho un S3 e un galaxy tab 2.0 e mi da non compatibile con il nostro paese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kyon
    > Il problema non è il dispositivo, è che non è
    > disponibile per l'Italia ho un S3 e un galaxy tab
    > 2.0 e mi da non compatibile con il nostro
    > paese.

    In altre parole, un DRM.
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > ... e meno male che ho un Samsung Galaxy S4
    ti avrà riconosciuto come scarrriconeA bocca aperta
    non+autenticato
  • Ed io, da appassionato, continuo a comprare la musica. E per me ha senso.
    Perchè un certo tipo di musica richiede un ascolto adeguato che un mp3 non mi da.

    Quando aumenteranno i cataloghi di siti che offrono download di musica loseless, magari in alta risoluzione, li preferiro' al cd fisico ma fino ad allora...
    Compro il cd fisico e lo rippo in Flac.

    Spotify l'ho usato ed è ottimo per esplorare ma la qualita', anche dell'offerta a pagamento, non è sufficiente.

    E' la differenza che passa tra la trattoria sotto casa e un ottimo ristorante...per chi piace il buon cibo non sono equivalenti

    ciao!
  • - Scritto da: DownToTheMoon
    > Ed io, da appassionato, continuo a comprare la
    > musica. E per me ha senso.
    > Perchè un certo tipo di musica richiede un
    > ascolto adeguato che un mp3 non mi da.
    >

    Mah. Quando io compro da eMusic, la qualità dell'mp3 è molto alta, a bitrate variabile e ampia banda.
    La teoria è che il formato mp3, in quanto lossy, sia sempre e comunque inferiore al CD - e ovviamente non potrà mai essere superiore - ma anche qui, quando hanno fatto prove in doppio cieco, tanta gente con le "orecchie d'oro" si è rivelata non essere realmente in grado di distinguere un mp3 ad alta qualità dal corrispondente CD. Chiaro che non si parla di mp3 a 128 kpbs fissi.
    Facile che l'autosuggestione giochi un ruolo non indifferenteSorride

    > Quando aumenteranno i cataloghi di siti che
    > offrono download di musica loseless, magari in
    > alta risoluzione, li preferiro' al cd fisico ma
    > fino ad allora...
    > Compro il cd fisico e lo rippo in Flac.
    >
    > Spotify l'ho usato ed è ottimo per esplorare ma
    > la qualita', anche dell'offerta a pagamento, non
    > è sufficiente.
    >
    > E' la differenza che passa tra la trattoria sotto
    > casa e un ottimo ristorante...per chi piace il
    > buon cibo non sono equivalenti
    >
    > ciao!
    Izio01
    3752
  • - Scritto da: Izio01

    > La teoria è che il formato mp3, in quanto lossy,
    > sia sempre e comunque inferiore al CD - e
    > ovviamente non potrà mai essere superiore - ma
    > anche qui, quando hanno fatto prove in doppio
    > cieco, tanta gente con le "orecchie d'oro" si è
    > rivelata non essere realmente in grado di
    > distinguere un mp3 ad alta qualità dal
    > corrispondente CD. Chiaro che non si parla di mp3
    > a 128 kpbs
    > fissi.
    > Facile che l'autosuggestione giochi un ruolo non
    > indifferente
    >Sorride

    mah, dipende anche dal brano musicale.

    L'MP3 taglia tutte le frequenze oltre il non udibile (ultrasuoni), e talvolta gli ultrasuoni vengono generati da armoniche o inducono a loro volta sottoarmoniche.
    Se li tagli, perdi tutto.

    Pero' se il brano musicale, gli strumenti e l'ambiente dove e' stata eseguita la registrazione live, eliminano questi effetti distorsivi a monte, non entrano neanche nel cd e quindi l'mp3 e' effettivamente indistinguibile.

    Hai qualche dettaglio di questi test a doppio cieco?
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > mah, dipende anche dal brano musicale.
    >
    > L'MP3 taglia tutte le frequenze oltre il non
    > udibile (ultrasuoni), e talvolta gli ultrasuoni
    > vengono generati da armoniche o inducono a loro
    > volta sottoarmoniche.
    > Se li tagli, perdi tutto.
    >

    Dipende anche dalla qualità dell'mp3. Più comprimi, più tagli, ma ricordati che l'obiettivo della compressione lossy è ridurre lo spazio occupato rimanendo il più possibile fedele all'originale. Non sono così stupidi da tagliare a priori qualcosa che può risultare in una differenza percettibile del suono.

    > Pero' se il brano musicale, gli strumenti e
    > l'ambiente dove e' stata eseguita la
    > registrazione live, eliminano questi effetti
    > distorsivi a monte, non entrano neanche nel cd e
    > quindi l'mp3 e' effettivamente
    > indistinguibile.
    >
    > Hai qualche dettaglio di questi test a doppio
    > cieco?

    Guarda, ne avevo letto anni fa, per cui ho fatto una nuova ricerca oggi.
    Facile trovare risultati, questo è il primo, che ti rimanda a un pdf:
    http://forums.audioholics.com/forums/general-av-di...

    La conclusione è:
    - Trained listeners can hear differences between CD quality and mp3 compression (96-192 kb/s) and prefer CD quality.
    - Trained listeners can not discriminate between CD quality and mp3 compression (256-320 kb/s) while expert listeners could.
    - Ability to discriminate depends on listeners’ expertise and musical genre
    - Artifacts can be verbalized and do not depend on musical genre

    Non capisco perché qui sopra dica: "Expert listeners could", forse fraintendo: se guardi i grafici, con qualità 256/320, anche tecnici del suono e musicisti non distinguono CD e mp3, finendo al 50% (è tutto nel pdf).
    In definitiva no: con qualità alta, un mp3 è indistingubile dal CD per l'orecchio umano.
    Izio01
    3752
  • - Scritto da: DownToTheMoon
    > Ed io, da appassionato, continuo a comprare la
    > musica. E per me ha
    > senso.
    > Perchè un certo tipo di musica richiede un
    > ascolto adeguato che un mp3 non mi
    > da.

    Tu in che situazioni ascolti la musica? Sullo stereo in salotto? In cuffia?

    Personalmente, la situazione in cui ascolto più musica è quando sto guidando (a casa preferisco leggere/guardare un film/navigare sul web nel tempo libero; non sono un appassionato di musica, lo ammetto, ma un ascoltatore occasionale); e in macchina, col motore acceso e i rumori del traffico, ti sfido a distinguere un mp3 da un cd.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)