Alfonso Maruccia

Google Apps paga per i nuovi utenti

Mountain View avvia un programma di compensazioni economiche per chiunque sia in grado di portare nuova acqua - cioè nuovi utenti - al mulino delle sue app Web per aziende. Un'offerta con limiti ben precisi

Roma - Google fa un ricorso crescente al marketing per invogliare gli utenti a fare uso delle sue app telematiche con un nuovo programma di incentivi economici, ideato per ricompensare quei business capaci di conquistare clienti alla causa della produttività cloud portata avanti da Mountain View.

Il programma di incentivi è pensato che chi già usa la versione enterprise di Google Apps, spiega il blog ufficiale della corporation californiana, e per ogni utente che apre una nuova sottoscrizione (tramite URL univoco per singolo cliente) è previsto un bonus di "referral" dal valore di 15 dollari.

Si parla, ovviamente, di sottoscrizioni a pagamento dal valore di 5 dollari al mese, un costo che permette di accedere a tutti gli strumenti di produttività telematica offerti da Google (Gmail, Calendario, Docs, il cloud storage di Drive) in versione enterprise.
L'iniziativa offre un incentivo economico per reclutare nuovi utenti, ma non si tratta di uno schema piramidale da usare per costruire un nuovo business a base di URL di referral: i 15 dollari di ricompensa verranno versati solo nel caso in cui il nuovo utente pagasse una sottoscrizione minima di 120 giorni, e l'incentivo varrà solo per i primi 100 utenti paganti la suddetta sottoscrizione minima.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle, niente app per WindowsIl colosso californiano non ha intenzione di rilasciare app per i sistemi operativi in casa Microsoft. I clienti business non avrebbero mostrato particolare interesse per gli OS di Redmond
1 Commenti alla Notizia Google Apps paga per i nuovi utenti
Ordina