Luca Annunziata

Office 365, ora anche per uso personale

Microsoft svela una nuova versione in abbonamento della sua suite. Pensata per il singolo utente, con un prezzo scontato rispetto alla Home Premium

Roma - In primavera Office 365 costerà meno: la versione Personal, appena annunciata da Microsoft, è pensata per gli utenti con un singolo PC e un tablet, e costerà 69 dollari l'anno o 7 dollari al mese. La decisione di offrire questo nuovo pacchetto a prezzo calmierato è stata presa a Redmond per andare incontro alle esigenze di chi non ha tanti computer in casa, e dovrebbe permettere di aggiungere altri abbonati che hanno esigenze diverse da quelle di una famiglia.

Le funzioni di base di Office 365 restano le stesse: assieme al pacchetto per Windows o Mac, aggiornabile all'ultima versione se rilasciata nel corso di validità dell'abbonamento, si ottengono 20GB di spazio su OneDrive (da sommare ai 7 di base per tutti) e 60 minuti di chiamate via Skype. In più, si può attivare un app Office su un tablet o uno smartphone, consentendo di consultare e modificare i propri documenti anche in mobilità. La differenza rispetto alla versione precedente, la Home Premium da 99 dollari l'anno (99 euro in Italia, o in alternativa 9,99 euro al mese), è che quest'ultima permette di installare Office su 5 PC (indifferentemente Mac o Windows) e cinque dispositivi mobile: il cliente ideale di questo pacchetto è la famiglia composta da due o più membri, ciascuno con il proprio computer.

Va detto che la versione Home Premium, che con il rilascio della Personal sarà ribattezzata semplicemente "Home", si trova già comunemente in vendita in versione abbonamento annuale a un prezzo inferiore ai 99 euro canonici consigliati. La Personal, che probabilmente per analogia sarà in vendita nel Belpaese a 69 euro, condividerà facilmente lo stesso destino: difficile che a Redmond non lo immaginino, ma la decisione sarà stata presa anche per tenere testa alla concorrenza (gratuita) che negli ultimi tempi si è fatta più complessa per Office. L'obiettivo di Microsoft, inoltre, è senz'altro anche quello di convertire quanti più clienti possibile dalla formula del singolo acquisto (o della copia di Office in bundle col PC), a un abbonamento da rinnovare di mese in mese o di anno in anno, garantendo un introito costante non legato al rilascio delle nuove versioni della suite. (L.A.)
11 Commenti alla Notizia Office 365, ora anche per uso personale
Ordina
  • è un po' come per le droghe: si torna a distinguere fra uso personale e non...

    e M$ torna a spacciare le sue droghe "pesanti" presentandole come leggere e per uso personale...
    non+autenticato
  • Non decollerà mai. 7 dollari mensili (che da noi probabilmente saranno 7 euro) è troppo per un utente non business per una suite da ufficio, calcolando che ormai ci sono molte alternative gratis o open molto valide, come LibreOffice, iWork per il web e Google Drive. Fra l'altro per un utenza casalinga le funzionalità di questi software sono più che sufficienti.
    Per quanto riguarda lo spazio cloud ormai Google fornisce 100GB a 2 dollari al mese.
    Mi sembra che ormai Microsoft sia davvero fuori mercato e faccia scelte anacronistiche. Gli unici motivi per cui Office spopola ancora è che è preinstallato su molti pc e perché Excel è comunque ancora un gioiellino unico nel suo genere.
    Mi aggrego al ricorso sulle PI. Io lavoro in una scuola che ha versioni vecchissime di Office e che fra l'altro non è nemmeno in regola con le licenze. Basterebbe davvero usare software liberi e avremmo tutte cose in regola e molto più aggiornate (e sicure).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio Rossi
    > Non decollerà mai. 7 dollari mensili (che da noi
    > probabilmente saranno 7 euro) è troppo per un
    > utente non business per una suite da ufficio,
    > calcolando che ormai ci sono molte alternative
    > gratis o open molto valide, come LibreOffice,
    > iWork per il web e Google Drive. Fra l'altro per
    > un utenza casalinga le funzionalità di questi
    > software sono più che sufficienti.

    Probabilmente perché non hai capito che tipo di offerta si tratta.
    Non puoi paragoranre Office 365 a Google Drive.
    Al massimo puoi paragonarlo a OneDrive (il vecchio SkyDrive).

    Se, poi, con Google Drive intendi la possibilità di creare documenti (quali Testo, Fogli di Calcolo, Presentazioni, ecc...), allora pure Microsoft offre, gratuitamente, un servizio del tutto simile: Office.com.
    La differenza con Google Drive è che Office.com utilizza, per la gestione dei documenti, Word Online, Excel Online, PowerPoint Online, OneNote Online.

    Office 365, invece, oltre a darti questi strumenti, ti da le versioni Desktop dei software: Word, Excel, PowerPoint, OneNote, Outlook, Access, Publisher.

    Ciò che paghi sono quesate cose... Se non ti servono; se ti basta il servizio "online" allora hai Office.com gratuito.
    Prozac
    5034
  • ok, quello che non capisco è dove starebbe la convenienza di un canone mensile quando posso comprare l'home & student a 139 euro (ma si trova anche a meno) una tantum e basta.
    Apprezzo sempre le varie possibilità, ma per un uso non businness il canone mensile non lo capisco proprio.
    Fossi in Microsoft farei:

    una versione totalmente gratuita per l'utilizzo non professionale (disabilitando sia in tutti i tools la possibilità di scrivere o eseguire le macro)

    una versione Home & Businness installabile su 3 pc al prezzo dell'attuale h&s (139 euro) (senza access e publisher va benissimo)

    Una versione Professional e/o enterprise per il resto

    Questo secondo me sarebbe il miglior modo di togliere di mezzo un po di pirateria e aumentare le vendite.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ok, quello che non capisco è dove starebbe la
    > convenienza di un canone mensile quando posso
    > comprare l'home & student a 139 euro (ma si trova
    > anche a meno) una tantum e
    > basta.

    Il fatto che nell'abbonamento sono presenti, oltre a Word, Excel, PowerPoint e OneNote (a 119€), con l'abbonamento a 69€ l'anno hai anche Outlook, Publisher e Access.

    > Apprezzo sempre le varie possibilità, ma per un
    > uso non businness il canone mensile non lo
    > capisco
    > proprio.

    Su questo sono d'accordo. Penso che ora, per un uso domestico, possa bastare la versione gratuita online o al massimo la base da 119€. A meno che non ci si accontenti di LibreOffice...
    Prozac
    5034
  • Multipiattaforma, pienamente compatibile anche con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.

    Perché stare a regalare soldi a M$ che già in tutta la loro "carriera" ne hanno fatti fin troppi ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: StarKnight
    > Multipiattaforma, pienamente compatibile anche
    > con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.

    e sprattutto LIBERO !!!


    > Perché stare a regalare soldi a M$ che già in
    > tutta la loro "carriera" ne hanno fatti fin
    > troppi?

    e magari fatevi anche quattro conti e calcolate quati milioni OGNI ANNO le PI italiane versano INUTILMENTE a M$... tutti soldi che vanno dritti nei conti bancari M$ in U$A, senza alcuna ricaduta, di nessun tipo, nel nostro territorio...
    non+autenticato
  • noiosi, tutti e due
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > noiosi, tutti e due

    niente argomenti? Confermi che hanno ragione.
    E se ti annoi, passa oltre...
    Funz
    12975
  • - Scritto da: StarKnight
    > Multipiattaforma, pienamente compatibile anche
    > con i documenti M$ e soprattutto GRATUITO.

    1) Non è "pienamente" compatibile, ma solo molto compatibile. Nemmeno MsOffice è pienamente compatibile con MsOffice.
    2) "Soprattutto gratuito" dà un'idea della moralità corrente. LibreOffice chiede espressamente un contributo periodico, perché sviluppare costa. Considerarlo gratuito è semplice parassitismo.
    non+autenticato
  • Più che gratuito mi chiedo chi è l'idiota che carica i suoi documenti privati sui server M$
    non+autenticato