Claudio Tamburrino

Ex Microsoft arrestato per aver svelato i segreti di Windows

L'accusa è di aver passato informazioni a un blogger francese. Redmond preoccupata dalla fuga di notizie sui sistemi di protezione anti-pirateria

Roma - Alex Kibkalo, sviluppatore russo ex senior architect di Microsoft poi passato a 5nine Software come direttore della gestione dei prodotti, è stato arrestato nella giornata di ieri dalla polizia di Seattle.

L'accusa che ha portato dietro le sbarre lo sviluppatore risale a metà 2012 e riguarda il furto di segreti industriali: Kibkalo si sarebbe voluto vendicare dei rapporti non idilliaci con l'ex datore di lavoro passando parte del codice di Windows 8 ad un blogger francese.

Le indagini di Microsoft hanno individuato in lui il responsabile di una fuga di dati dopo un anno di indagini e hanno dunque provveduto a denunciarlo alle autorità: nonostante il blogger abbia cercato di proteggere la sua fonte, Redmond ha ottenuto accesso alla sua casella email e da questa è riuscita a risalire ad un scambio di email da egli avuto con Kibkalo. A maggiore detrimento dell'informatico anche il fatto che è stato beccato a confessare il passaggio di informazioni segrete in un forum online e millantare la possibilità di diffondere file relativi a Windows 7 e dell'Activation Server Software Development Kit.
A preoccupare Redmond, in particolare, proprio la diffusione di questi ultimi dettagli: come ha riferito all'FBI un manager Microsoft, da questo kit un hacker potrebbe ottenere attraverso il reverse engineering il codice utilizzato per proteggere i sistemi Windows dai software pirata.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
23 Commenti alla Notizia Ex Microsoft arrestato per aver svelato i segreti di Windows
Ordina
  • Certo che questo blogger e Alex Kibkalo sono stati proprio tontoloni ad usare un servizio di ms. Come si fa a essere così imprudenti?
    non+autenticato
  • Piastrellotto e' indubbiamente un sistema rivoltante, che giustamente la gente rifiuta anche preinstallato.

    Quindi adesso vanno alla ricerca di un capro espiatorio a cui attribuire tutte le colpe del loro fallimento.
  • del fatto che ms ci vende al fbi ne vogliamo parlare? http://thehackernews.com/2014/03/microsoft-sells-y...
    non+autenticato
  • le reali motivazioni sono atti osceni in luogo pubblico.
    non+autenticato
  • "Alex Kibkalo è stato anche “sfortunato” perché gli investigatoti di Microsoft stavano in realtà indagando per scoprire l’identità del blogger. Ma mentre stavano setacciando l’account Hotmail del blogger..."

    Come facevano gli "investigatori ms" a "setacciare" l'account hotmail? Adesso hanno anche capacità da NSA? Vengono alla luce molte cose?
    non+autenticato
  • > "Alex Kibkalo è stato anche “sfortunato” perché
    > gli investigatoti di Microsoft stavano in realtà
    > indagando per scoprire l’identità del blogger. Ma
    > mentre stavano setacciando l’account Hotmail del
    > blogger..."

    > Come facevano gli "investigatori ms" a
    > "setacciare" l'account hotmail? Adesso hanno
    > anche capacità da NSA?

    Non so se la domanda è retorica, in ogni caso lo sanno anche i sassi che hotmail è di Microsoft. Si può disquisire della liceità di un'operazione del genere, ma tecnicamente è la cosa più semplice del mondo. Le e-mail mandate in chiaro sono come le cartoline dalle vacanze, chiunque può leggere il contenuto.
  • - Scritto da: Leguleio
    > > "Alex Kibkalo è stato anche “sfortunato”
    > perché
    > > gli investigatoti di Microsoft stavano in
    > realtà
    > > indagando per scoprire l’identità del
    > blogger.
    > Ma
    > > mentre stavano setacciando l’account Hotmail
    > del
    > > blogger..."
    >
    > > Come facevano gli "investigatori ms" a
    > > "setacciare" l'account hotmail? Adesso hanno
    > > anche capacità da NSA?
    >
    > Non so se la domanda è retorica, in ogni caso lo
    > sanno anche i sassi che hotmail è di Microsoft.
    > Si può disquisire della liceità di un'operazione
    > del genere, ma tecnicamente è la cosa più
    > semplice del mondo.

    Di solito le EULA di Microsoft prevedono una serie di clausole per cui M$ può fare tutto quello che vuole con qualsiasi contenuto (mail, messaggi, ecc.) creato dall'utente, per una serie di finalità piuttosto fumose, tra cui roba tipo "proteggere la proprietà intellettuale" eccetera.
    E' tanto che non leggo i ToS di XBox Live ma ai tempi il solito, chilometrico contratto che pochi leggono era così. Questo dovrebbe coprire loro le spalle anche dal punto di vista legale.

    > Le e-mail mandate in chiaro
    > sono come le cartoline dalle vacanze, chiunque
    > può leggere il contenuto.
    Izio01
    4027
  • - Scritto da: Izio01
    Di solito le EULA di Microsoft prevedono una serie di clausole per cui M$ può fare tutto quello che vuole con qualsiasi contenuto (mail, messaggi, ecc.) creato dall'utente, per una serie di finalità piuttosto fumose, tra cui roba tipo "proteggere la proprietà intellettuale" eccetera.

    A me questi sembrano i TOS di Gmail a dire il vero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bino
    > - Scritto da: Izio01
    > Di solito le EULA di Microsoft
    > prevedono una serie di clausole per cui M$ può
    > fare tutto quello che vuole con qualsiasi
    > contenuto (mail, messaggi, ecc.) creato
    > dall'utente, per una serie di finalità piuttosto
    > fumose, tra cui roba tipo "proteggere la
    > proprietà intellettuale" eccetera.

    >
    >
    > A me questi sembrano i TOS di Gmail a dire il
    > vero.

    Intanto i ToS di Google sono i più compatti e comprensibili che abbia letto, e di conseguenza non hanno l'intento truffaldino di nascondere le in***ate in una versione politichese di Guerra e Pace che nessuno leggerà mai.
    E comunque hai il dubbio? Leggi. Questo è tratto dalla versione attuale dei ToS di XBox Live.

    " You should not expect any level of privacy concerning your use of the live communication features (for example, voice chat, video and communications in live-hosted gameplay sessions) offered through the Xbox Live/Games for Windows-Live service. We may monitor these communications to the extent permitted by law . However, we cannot monitor the entire Services and make no attempt to do so. You understand that others can record and use these communications . Communications in live-hosted gameplay sessions may also be broadcast to others. Some games may use game managers and hosts. Game managers and hosts are not authorized Microsoft spokespersons. Their views do not necessarily reflect those of Microsoft."

    "Microsoft parties may use, track, store, copy, distribute, broadcast, transmit, publicly display and perform, and reproduce: (i) your game scores; (ii) your game play sessions; (iii) your presence on the Xbox Live/Games for Windows-Live service; (iv) the time that you spend on or within particular portions of the Xbox Live/Games for Windows-Live service; (v) portions of the Xbox Live/Games for Window-Live service that are displayed on your monitor or screen and the duration of that display; (vi) rankings, statistics, gamer profiles, avatars, and content that you may submit; and (vii) other usage information. These permissions apply with or without attribution to you, your gamertag or avatar."

    Quindi? Ancora convinto che sia GMail? Spiano pure quello che fai in game, se guardi o no i cartelli pubblicitari o il didietro dei soldati femmina. E Xbox Live Gold la paghi pure salata, mentre GMail è gratis!
    Izio01
    4027
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)