Alfonso Maruccia

Anche Microsoft taglia i costi del cloud

Non si arresta la corsa verso il basso dei prezzi dei servizi cloud, e anche Microsoft, dopo Amazon, č costretta ad adattarsi ai tagli imposti all'intero settore da Google. Il cloud costa sempre meno per tutti

Roma - Al grido di innovazione, qualità e prezzo, Microsoft ha annunciato una sforbiciata sostanziale ai costi della sua offerta IAAS (infrastructure-as-a-service), sia per quanto riguarda le istanze di calcolo virtualizzate che per lo spazio di storage. Redmond fa un confronto diretto con Amazon ma i prezzi che fa Google continuano a essere i più bassi.

L'annuncio di Microsoft quantifica in un 35 per cento massimo la riduzione dei costi per le istanze di computing e fino al 65 per cento per lo storage, e giunge con breve anticipo rispetto alla conferenza Build 2014 per sviluppatori che si terrà nel corso di questa settimana a San Francisco, in California.

"Questa non è vendita al dettaglio", spiega Steven Martin sul blog corporate della piattaforma Azure, "l'innovazione conta" e i tagli di prezzi vengono comunicati via Web con effetto immediato: a sperimentare una drastica riduzione di costi sono sia le istanze basate sul suddetto Windows Azure (-27 per cento per singola istanza, -65 per cento per storage localmente ridondante e -44 per cento per storage geo-ridondante) che quelle basate su Linux, e Microsoft sottolinea come ora i prezzi siano analoghi a quelli delle offerte equivalenti di Amazon.
L'annuncio dei tagli ai prezzi del cloud Microsoft segue infatti di pochi giorni la decisione di Amazon di tagliare i costi su tutta la linea delle proprie offerte tra le nuvole (storage S3, computing EC2, ElastiCache, Elastic MapReduce e database RDS), offerte che si sono contemporaneamente arricchite della release pubblica dei desktop virtualizzati di Amazon WorkSpaces e del client WorkSpaces Sync per il backup automatico dei documenti creati in ambienti cloud virtuali.

La corsa al ribasso dei prezzi del cloud procede dunque senza sosta, e Google - che tale corsa precipitosa ha accelerato pochi giorni or sono - può continuare a guardare i concorrenti dalla sua posizione di fornitore coi costi migliori. A farne le spese, nella concorrenza sfrenata sui prezzi del cloud, saranno sicuramente le aziende di piccole e medie dimensioni che non potranno contare sulle finanze dei big per proporre soluzioni altrettanto convenienti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaAmazon WorkSpaces, il desktop virtualizzatoL'azienda di Seattle crea un nuovo servizio cloud, pensato per virtualizzare il singolo desktop del singolo cliente. Alla modica cifra di 75 dollari al mese si possono avere Windows 7 e Office 2010 nella nuvola
  • BusinessGoogle abbatte i prezzi del cloudSostanziale riduzione dei costi per i servizi cloud di Mountain View, pių che mai interessata a sfidare la concorrenza laddove fa pių male. E per chi usa l'infrastruttura IAAS con maggior frequenza un ulteriore sconto č automatico
6 Commenti alla Notizia Anche Microsoft taglia i costi del cloud
Ordina