Alfonso Maruccia

Ubuntu, dietrofront su cloud e advertising

Canonical annuncia due importanti novità per il prossimo futuro della piattaforma Ubuntu, un futuro che abbandona le velleità cloud e fornisce agli utenti maggiore privacy abbandonando i suggerimenti di Amazon sulle ricerche

Roma - Fine dei giochi per Ubuntu One, servizio di cloud storage fornito da Canonical agli utenti PC su Windows, Ubuntu e altrove, un servizio che a dire dell'azienda britannica necessiterebbe di troppe risorse per continuare a operare in maniera adeguata in un settore sempre più spietato e competitivo.

Canonical ha dunque annunciato un piano per chiudere definitivamente Ubuntu One, una chiusura che avverrà progressivamente e si concluderà entro il prossimo 31 luglio: gli utenti avranno tempo fino a quella data per recuperare i dati presenti sulla piattaforma e magari spostarli altrove online, mentre i servizi accessori come il login Ubuntu One, Ubuntu One Payment e UB1DB continueranno a funzionare come sempre.

Canonical getta la spugna e ammette di non essere in grado di competere, con i suoi 5 Gigabyte di storage gratuito per utente, con i concorrenti che ora offrono un minimo di 25-50 Gigabyte: il mercato del cloud storage gratuito "non è sostenibile", ammette la società, quindi Canonical preferisce gestire in maniera maggiormente focalizzata i propri investimenti futuri.
E l'abbandono delle megalomanie cloud non è l'unico clamoroso dietrofront che Canonical è costretta a ingoiare nell'ultimo periodo, visto che anche i chiacchieratissimi "consigli per gli acquisti" su Amazon infilati tra i risultati delle ricerche di Ubuntu (l'OS) saranno presto derubricati a funzionalità "opt-in" non più attivata di default.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaStallman: Ubuntu è uno spywareIl fondatore del movimento per il software libero critica aspramente le ultime mosse cloud-centriche e spara-advertising di Canonical: a suo dire trasformano Ubuntu in un OS non migliore del peggiore Windows
19 Commenti alla Notizia Ubuntu, dietrofront su cloud e advertising
Ordina
  • Mark fa delle correzzioni in corsa...bene!
    V' e' una sostanziale differenza tra la politica di canonical e quella di debian e gli altri fenomeni ....che ubuntu e' un progetto che si prende sulle spalle una responsabilita' assai maggiore...ovvero nascere molto giovane e in poco tempo crescere e cercare di farsi strada in un ' era in cui l ' informaticha ha ormai poco di rivoluzionario da offrire ...quindi la cosa e' molto piu complessa di quanto lo fosse per apple e microsoft ai tempi preistorici nei quali ambe due le case software avevano terreno fertile di fronte a loro.
  • con la porcata di Amazon, vi siete portati al livello di una apple o microsoft qualsiasi: avete perso la faccia, l'unica cosa di valore che poteva giocare a vostro favore di fronte ai clienti. Avete perso la faccia, e ora tornare indietro sara' difficilissimo.

    mkfs.ext4 /dev/sda1 !!!!!
    non+autenticato
  • L'ennesimo flop firmato Shuttleworth. Ha cercato di inseguire tutti i settori senza averne i mezzi e senza riuscire a fare una sola cosa bene. Ora aspettiamo il flop sui cellulari e poi speriamo si ritiri a vita privata.
    non+autenticato
  • flop? ubuntu ( fino alla cazzata di amazon e compagnia ) era la prima distro linux al mondo

    se poi parli della versione per smartphone, imho, è l'unica azienda ad aver proposto qualcosa di veramente innovativo in questo settore
    non+autenticato
  • Non che mi interessi di Ubuntu, ma stando all'articolo questo passo indietro mi sembra un notevole passo in avanti per Ubuntu. Una distro Linux che comunque non userei mai da nessuna parte, al contrario di Debian che è l'unica distro Linux general-purpose utile che c'è. Ho sempre visto Ubuntu come un bloatware costruito su Debian, ma a che serve e perché sarebbe migliore di Debian non l'ho mai compreso appieno. Eppure il nome "Ubuntu" sembra avere più sostenitori e più successo di Debian.
    Comunque poi si è visto, i linari fanno e disfano boh.

    http://www.pcbsd.org
    http://www.ghostbsd.org
    non+autenticato
  • - Scritto da: FreeBSD
    > Una distro
    > Linux che comunque non userei mai da nessuna
    > parte

    E' una delle tante controparti di windows....

    > al contrario di Debian che è l'unica
    > distro Linux general-purpose utile che c'è

    Debian è un ottima distro,ma chi l'ha detto che è l'unica utile che c'è ?

    > Ho sempre visto Ubuntu come un bloatware costruito
    > su Debian

    Punta tutto sulla facilità,Win 8 è un bloatware ma lo paghi pure pensa un pò...

    > ma a che serve

    Per quelli che si avvicinano per la prima volta a Linux con tutto incluso....

    > e perché sarebbe
    > migliore di Debian non l'ho mai compreso appieno.

    Questo chi l'ha mai detto ? Con Linux ci sono distro diverse per usi diversi e per diverse filosofie di vita,la portata principale è sempre la stessa per tutti...

    > Eppure il nome "Ubuntu" sembra avere più
    > sostenitori e più successo di Debian.

    E' il più pubblicizzato e il più diffuso per quelli che si avvicinano a Linux per la priam volta e vogliono un OS pronto all'uso....

    > Comunque poi si è visto, i linari fanno e disfano
    > boh.

    e quale sarebbe il problema ? Con BSD invece no eh ....

    > http://www.pcbsd.org
    > http://www.ghostbsd.org

    cos'è pubblicità gratuita ?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: FreeBSD
    > Non che mi interessi di Ubuntu, ma stando
    > all'articolo questo passo indietro mi sembra un
    > notevole passo in avanti per Ubuntu. Una distro
    > Linux che comunque non userei mai da nessuna
    > parte, al contrario di Debian che è l'unica
    > distro Linux general-purpose utile che c'è. Ho
    > sempre visto Ubuntu come un bloatware costruito
    > su Debian, ma a che serve e perché sarebbe
    > migliore di Debian non l'ho mai compreso appieno.
    > Eppure il nome "Ubuntu" sembra avere più
    > sostenitori e più successo di Debian.

    Serviva ad inserire un cd nel lettore, premere avanti -> avanti -> avanti e trovare un S.O. pronto all'uso.

    Ed era la soluzione adatta per chi non vuole diventare un sistemista prima di poter usare il PC per scrivere una lettera, usare un foglio di calcolo o navigare in internet.

    Ubuntu stava andando pure bene, poi dopo un certo punto, più o meno quando le icone delle finestre DEVONO stare a sinistra, Canonical ha preso una piega autoritaria e non ne ha più imbroccata una giusta.

    Mark Shuttleworth ha avallato una serie di scelte sbagliate e stupide, volte ad emulare altre realtà molto più grandi di Canonical ed aliene al contesto in cui invece Ubuntu stava trovando consenso.

    Peccato.
    Ora gli rimane MIR, un altro motivo di differenziazione (e divisione) inutile, a cui Unity sarà fortemente legato, e che se dovesse fallire (fallirà), sancirà la morte definitiva di Ubuntu.
    Ubunto
    1350
  • ... come dicevo ieri nell'articolo su streetview.. la ggente VUOLE mandare in giro i propri dati, specie se 'rilevanti'...

    Estratto dalle lamentazioni sul decesso, nel canonical blog:

    Carlos> ..sad sad..<cut> Cannonical wants to sell the perfect phone OS, but the device won’t come with one of the BASIC features of any modern phone OS: ONLINE SYNC out of the box.

    >>Arner> Have you seen the out of the box cloud service for android? No? That’s what I thought.
    >>>Parz> Yes it’s called Google sync: contacts, music, pictures, files,etc..
    >>>Eric> On Samsung phones it’s called Dropbox. On Nexus phones I believe you’re prompted to install Google Drive.
    >>>blah> amner, and iCloud is one of the major reasons iOS is still better than Android.
    non+autenticato
  • iCloud? quello che mi rompeva le oO ogni 3 minuti su macos x? ovviamente l'ho disabilito/ucciso/bruciato vivo dal pannello delle impostazioni

    la cosa che trovo più fastidiosa, è avere i miei dati in giro per il mondo, soprattutto quando ci sono programmi che usano tali servizi di default ( e tu nemmeno lo sai )
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > la cosa che trovo più fastidiosa, è avere i miei
    > dati in giro per il mondo, soprattutto quando ci
    > sono programmi che usano tali servizi di default
    > ( e tu nemmeno lo sai
    > )
    si e' quello che penso io... ma e' una roba vecchia, time consuming e poco pratica.
    E' molto piu cool premere un bottone e hai tutto syncato. ( Dove e cosa va' in giro per il pianeta non e' rilevante ne ci frega )Con la lingua fuoriA bocca storta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)