Nuove speranze per l'Internet elettrica

Una nuova alleanza ridà vita ad una tecnologia che ormai tutti davano per spacciata: far passare Internet sulle normali linee elettriche a costi bassissimi e alta velocità

Web (Internet) - Qualche anno fa infiammò i cuori di tutti gli internauti assillati dalla bolletta telefonica: si trattava della tecnologia in base alla quale è possibile far passare Internet attraverso le normali linee elettriche e che, per ragioni legate ad alcune difficoltà implementative e agli alti costi, ha finito per cadere nel dimenticatoio.

Oggi però, grazie alla nascita dell'HomePlug Powerline Alliance (HPPA), le speranze sembrano riaccendersi, specie se si dà un'occhiata ai nomi dei membri fondatori: Cisco , Intel e 3Com .

Purtroppo manca all'appello una grande azienda che studiò per anni l'implementazione di tale tecnologia: la Inari, il primo produttore a rilasciare una soluzione commerciale per il networking su linee elettriche.
Sembra però che le strategie dello HPPA e di Inari non convergano e pertanto c'è poca speranza che l'esperienza di quest'ultima possa dare quella spinta decisiva che forse serviva al giovane gruppo. Nonostante questo, gli obiettivi di Cisco e delle altre consociate non mutano: rendere la tecnologia "power-line networking" PC-centrica e di facile implementazione.

Alla guida del gruppo un italiano, Alberto Mantovani, che si è dichiarato molto fiducioso nelle potenzialità tecnologiche degli attuali membri fondatori, come anche fiducioso che questa tecnologia possa rivelarsi un'ottima alternativa, in futuro, alle tradizionali linee telefoniche.
TAG: ricerca