Alfonso Maruccia

Hulu: non passa lo straniero

Il popolare servizio di streaming a stelle e strisce cala la mannaia sugli utenti che si connettono tramite reti VPN. Sono pirati e vivono fuori dagli USA, sostiene Hulu. Anche quelli che si connettono dagli States

Roma - Nuova iniziativa "anti-pirateria" di Hulu, il servizio di streaming statunitense che ora risulta irraggiungibile da una connessione veicolata attraverso un rete VPN (Virtual Private Network): il blocco è cominciato la settimana scorsa, Hulu non ha rilasciato alcun annuncio pubblico ufficiale e le aziende specializzate in servizi VPN sono sugli scudi.

Per gli utenti connessi tramite VPN, Hulu ha ora impostato un messaggio di avviso che chiama espressamente in causa gli utenti stranieri, i potenziali "pirati" che fanno uso di una VPN con indirizzo IP statunitense per accedere a un servizio che non è attualmente disponibile al di fuori degli USA.

Agli utenti residenti negli Stati Uniti Hulu consiglia di disabilitare il "tool proxy di anonimizzazione" usato per accedere al servizio, ma è proprio questo "consiglio" che ha fornito alle società specializzate in VPN una ragione per protestare contro il servizio di streaming.
Aziende come VikingVPN, TorGuard e Private Internet Access hanno evidenziato come la decisione di Hulu di bloccare gli accessi VPN danneggi la privacy degli utenti. Per quanto riguarda invece le potenziali soluzioni al problema c'è chi ha annunciato di voler parlare con la società per rafforzare la partnership già in atto (Private Internet Access), chi ha consigliato a Hulu di implementare quantomeno le connessioni via SSL (VikingVPN) e chi esorta i propri utenti a pagare per l'uso di IP dedicati in grado di bypassare le nuove "protezioni" anti-pirata di Hulu (TorGuard).

Alfonso Maruccia
11 Commenti alla Notizia Hulu: non passa lo straniero
Ordina
  • Ecco perché i pirati sono meglio.
    A noi nessuno ci fa "cornuto e mazziato".
    Noi non paghiamo e vediamo sempre e comunque.
    Altri pagano, credendo così di fare una cosa buona, di finanziare i produttori ecc. e invece se la prendono in quel posto.
    In un mondo globalizzato l'unico modo di combattere i blocchi regionali è di boicottare (e fare in modo che fallisca) chi ancora li usa.
  • ...siete intelligenti solo voi...
    Gli altri (hulu compreso) non capiscono nulla...
    non+autenticato
  • - Scritto da: caccia gli script
    > ...siete intelligenti solo voi...
    > Gli altri (hulu compreso) non capiscono nulla...

    Dare dei pirati a chi vuole usufruire dei propri servizi...
  • La cosa "simpatica" è che questa situazione si tradurrà per Hulu in una unica conseguenza, ovvia e inevitabile: perdita di clienti.

    Pensano che la gente si trasferirà da uno stato all'altro (o da una nazione/continente) per continuare ad usufruire dei servizi Hulu? No, semplicemente cambieranno provider oppure cesseranno semplicemente di usarlo.

    ... per me non ha senso...
    non+autenticato
  • Hulu e' una joint venture tra Comcast, 21st Century Fox e The Walt Disney Company, e di per se' e' un'anomalia in quanto offre accesso gratuito alla piattaforma in cambio di una serie di interruzioni pubblicitarie.

    Dietro pagamento di un canone di 7 dollari al mese con il nome HuluPlus offre la stessa piattaforma con meno pubblicita', ma la pubblicita' c'e' sempre, paganti o non paganti.

    Hulu sul territorio gia' discrimina gli indirizzi IP per regione ed e' questo che ha scatenato la prima forma di controllo d'accesso in quanto, ad esempio, un Californiano poteva accedere al pacchetto destinato alla Florida usando una VPN. Le pubblicita' sono mirate per territorio e quindi se la pubblicita e' mirata al cittadino di Miami non trova applicazione per quello di San Diego e gli sponsor si incazzano...

    A noi Italiani, o anche Europei (UK a parte) non credo Hulu abbia a che preoccuparsi visto che ci saranno 3 utenti abbonati in tutta Italia e forse 15 in tutta Europa che guardano Hulu a pagamento... ma anche gratis.

    Amazon Prime, che prima permetteva di attivare il servizio di streaming a chiunque avesse un account Amazon, adesso richiede un indirizzo fisico negli States per poter usufruire della piattaforma Amazon TV.

    Di sicuro Hulu non e' Netflix, ma neanche Crackle... Non riescono ad attecchire e cercano di forzare la mano come e' tipico per ogni corporate a stelle e strisce.
  • - Scritto da: Ana Trollo

    > Di sicuro Hulu non e' Netflix, ma neanche
    > Crackle... Non riescono ad attecchire e cercano
    > di forzare la mano come e' tipico per ogni
    > corporate a stelle e
    > strisce

    Perché Netflix di dov'è, del Gabon?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Ana Trollo
    >
    > > Di sicuro Hulu non e' Netflix, ma neanche
    > > Crackle... Non riescono ad attecchire e cercano
    > > di forzare la mano come e' tipico per ogni
    > > corporate a stelle e
    > > strisce
    >
    > Perché Netflix di dov'è, del Gabon?

    SIGNORE E SIGNORI: UN GENIO!
    non+autenticato
  • Ma se io PAGO un servizio e uso una VPN per usufruirne causa blocchi regionali anacronistici, sarai un pirata ? Certo che si supera il ridicolo!
    Prima se famigliari/amici guardavano il film/ascoltavano la musica/giocavano con i videogiochi da te acquistati, era pirateria indiretta, ora usufruire di un servizio che si è acquistato oltre i confini nazionali e pirateria ?

    Meno capitalismo plz.
  • Lo stesso servizio è offerto anche da siti gratuiti ai quali puoi accedere anche fuori dagli usa. Quindi che te ne importa di cosa fa hulu?
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Lo stesso servizio è offerto anche da siti
    > gratuiti ai quali puoi accedere anche fuori dagli
    > usa. Quindi che te ne importa di cosa fa
    > hulu?

    Evitiamo di andare altrove nella discussione, qui si discute con la logica: Non puoi bollare come pirata, gente che vuole avere i tuoi servizi pagandoli anche se non sono nella "regione" dove opera tale servizio, cioè dai dei criminali a tuoi clienti, una mossa che in altri settori sarebbe un suicidio.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: cicciobello
    > > Lo stesso servizio è offerto anche da siti
    > > gratuiti ai quali puoi accedere anche fuori
    > dagli
    > > usa. Quindi che te ne importa di cosa fa
    > > hulu?
    >
    > Evitiamo di andare altrove nella discussione, qui
    > si discute con la logica:
    Sei un inguaribile ottimista.
    non+autenticato