Watermark, adesso ci prova Microsoft

Percorrendo la strada di SDMI verso uno standard di protezione dei contenuti digitali, Microsoft ha sperimentato due nuovi meccanismi di protezione basati su watermark, uno per i file audio, l'altro per il software. Sicuri? Quanto sicuri?

Watermark, adesso ci prova MicrosoftPittsburgh (USA) - Durante l'ultimo anno Microsoft sembra essersi impegnata come non mai nella ricerca di tecnologie anti-pirateria: lo dimostrano i vari sforzi per rendere pi¨ difficoltosa la copia dei suoi prodotti e per proteggere il diritto d'autore nei contenuti multimediali.

Se nel primo caso si Ŕ parlato molto della famigerata Microsoft Product Activation, nel secondo caso si pu˛ citare la Secure Audio Path (SAP), una tecnologia sviluppata per operare in congiunzione con il sistema di protezione digital rights management (DRM), utilizzato per criptare i file in formato Windows Media.

Per proteggere software e contenuti multimediali Microsoft mostra ora ulteriori armi in via di sviluppo, fra cui un'avanzata tecnologia per l'inserimento nei file di un "watermark", una sorta di filigrana digitale. Una strada giÓ tentata dal consorzio SDMI (Secure Digital Music Initiative) ma che, nonostante le reticenze di SDMI nell'ammetterlo, fu superata da esperti hacker lo scorso novembre.
Microsoft coglie la palla al balzo e, ansiosa di riuscire lÓ dove SDMI ha fallito, accarezza ora l'obiettivo di sviluppare una protezione basata su watermark che potrebbe fruttarle oro. Se l'industria discografica cominciasse, nel prossimo futuro, ad adottare questa forma di protezione dei contenuti, le prossime versioni del Media Player potrebbero rifiutarsi di riprodurre brani musicali coperti da copyright e privi di watermark.

Il meccanismo di protezione sperimentato dai ricercatori Microsoft si basa sull'integrazione nel flusso musicale di un watermark attraverso una tecnica detta "spread spectrum", un metodo di codifica del segnale che si preoccupa, in questo caso, di sparpagliare casualmente la filigrana digitale all'interno del clip audio variando costantemente la frequenza. Ed il risultato sarebbe una protezione a prova di crack.
TAG: microsoft
18 Commenti alla Notizia Watermark, adesso ci prova Microsoft
Ordina
  • Se il media player non va ???
    Uso winamp. Non c'e' più Winamp ?? ce ne saranno altri mille.
    E se criptano i cd ??
    Chi se ne frega, non li compro più.

    A proposito.... Facciamo un giochino: per un anno non compriamo più cd o cassette/dvd. Facciamo un piccolo sacrificio e ascoltiamo di più la radio. Ormai ce ne sono per tutti i gusti, generaliste e tematiche, comunque in grado di accontentare tutti. Lo so, forse non sarà la stessa cosa, ma tra un anno discuteremo dell'argomento da una posizione differente.
    Molto differente.
    non+autenticato
  • Volevo scrivere esattamente quello che hai scritto
    te!!!



    - Scritto da: vadaviaiciapp
    > Se il media player non va ???
    > Uso winamp. Non c'e' più Winamp ?? ce ne
    > saranno altri mille.
    > E se criptano i cd ??
    > Chi se ne frega, non li compro più.
    >
    > A proposito.... Facciamo un giochino: per un
    > anno non compriamo più cd o cassette/dvd.
    > Facciamo un piccolo sacrificio e ascoltiamo
    > di più la radio. Ormai ce ne sono per tutti
    > i gusti, generaliste e tematiche, comunque
    > in grado di accontentare tutti. Lo so, forse
    > non sarà la stessa cosa, ma tra un anno
    > discuteremo dell'argomento da una posizione
    > differente.
    > Molto differente.
    non+autenticato
  • ...e io l'ho appena scritto nel messaggio precedente... mi fa piacere che in più di uno la pensiamo così...

    - Scritto da: cyberfer
    > Volevo scrivere esattamente quello che hai
    > scritto
    > te!!!
    >
    >
    >
    > - Scritto da: vadaviaiciapp
    > > Se il media player non va ???
    > > Uso winamp. Non c'e' più Winamp ?? ce ne
    > > saranno altri mille.
    > > E se criptano i cd ??
    > > Chi se ne frega, non li compro più.
    > >
    > > A proposito.... Facciamo un giochino: per
    > un
    > > anno non compriamo più cd o cassette/dvd.
    > > Facciamo un piccolo sacrificio e
    > ascoltiamo
    > > di più la radio. Ormai ce ne sono per
    > tutti
    > > i gusti, generaliste e tematiche, comunque
    > > in grado di accontentare tutti. Lo so,
    > forse
    > > non sarà la stessa cosa, ma tra un anno
    > > discuteremo dell'argomento da una
    > posizione
    > > differente.
    > > Molto differente.
    non+autenticato
  • Se la gente si incazza e si rifiuta di comprare questi oggettini con watermark, o prima o dopo se la smetteranno anche di produrli.
    Attualmente Windows è il più diffuso perchè si è lasciato copiare allegramente (e nonostante ciò ha reso Bill il più ricco del mondo) ma appena questo tipo di condotta non sarà più possibile per M$ il pubblico, che non è poi così ricco, si rivolgerà ad altri stabilendo così nuovi standard.
    Insomma pare che nessuna di queste grandi "case" si renda conto che se scarico un mp3 od un software senza pagarlo è perchè non ho comunque intenzione di spendere dei soldi. Se non potrò più usare office senza pagare userò Staroffice.. e se in tanti faranno la stessa cosa l'estensione più diffusa diventerà quella di staroffice quindi in molti (anche quelli che necessitavano di M$ office per lavorare) passeranno a staroffice... e M$ perderà anche questi utenti.
    Peggio per lei!
    non+autenticato
  • sacrosante parole

    e linux trionferà ^_^

    - Scritto da: F.G.
    > Se la gente si incazza e si rifiuta di
    > comprare questi oggettini con watermark, o
    > prima o dopo se la smetteranno anche di
    > produrli.
    > Attualmente Windows è il più diffuso perchè
    > si è lasciato copiare allegramente (e
    > nonostante ciò ha reso Bill il più ricco del
    > mondo) ma appena questo tipo di condotta non
    > sarà più possibile per M$ il pubblico, che
    > non è poi così ricco, si rivolgerà ad altri
    > stabilendo così nuovi standard.
    > Insomma pare che nessuna di queste grandi
    > "case" si renda conto che se scarico un mp3
    > od un software senza pagarlo è perchè non ho
    > comunque intenzione di spendere dei soldi.
    > Se non potrò più usare office senza pagare
    > userò Staroffice.. e se in tanti faranno la
    > stessa cosa l'estensione più diffusa
    > diventerà quella di staroffice quindi in
    > molti (anche quelli che necessitavano di M$
    > office per lavorare) passeranno a
    > staroffice... e M$ perderà anche questi
    > utenti.
    > Peggio per lei!
    non+autenticato
  • Esiste una tecnica di eliminazione del watermark che aumenta anche la qualità del file e funziona con qualsiasi tipo di watermark per file che necessitano di una conversione D/A per essere riprodotti.
    Si chiama rimozione per collusione e richiede che si venga in possesso di più copie del file con watermark diversi. A questo punto basta fare la media dei singoli campioni e pian piano il watermark si attenua fino a sparire.
    Cosa se ne farà M$ di una tecnica che serve solo a peggiorare la qualita dei file.
    Per il software è diverso, ma sta storia della teoria dei grafi mi puzza molto e penso che anche per quella si troverà presto una scappatoia.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Gianluca
    > Esiste una tecnica di eliminazione del
    > watermark che aumenta anche la qualità del
    > file e funziona con qualsiasi tipo di
    > watermark per file che necessitano di una
    > conversione D/A per essere riprodotti.
    > Si chiama rimozione per collusione e
    > richiede che si venga in possesso di più
    > copie del file con watermark diversi. A
    > questo punto basta fare la media dei singoli
    > campioni e pian piano il watermark si
    > attenua fino a sparire.

    questo vale se il watermark puo' essere assimilato, come segnale, ad un rumore bianco puro. In tal caso, la media su piu' campioni si attenua e il segnale vero (lo stream audio) si rafforza, producendo un rapporto s/n maggiore. Tuttavia credo ci siano anche problemi di altra natura: la compressione audio non credo sia perfettamente deterministica, e quindi non e' detto che da due cd due rip differenti compressi con lo stesso algoritmo siano _esattamente_ uguali, soprattutto se c'e' uno stadio analogico in mezzo. Questo implica che queste differenze su diverse copie dello stesso stream possono rafforzarsi, producendo distorsioni poco piacevoli all'udito.

    non sono un tecnico audio, pero' in molti campi di analisi del segnale i problemi a cui bisogna far fronte sono piu' o meno gli stessi.
    non+autenticato

  • Queste notizie secondo me sono inutili.
    Inutili perche' comunque la si metta, nel momento in cui qualcuno puo' riprodurre, puo' anche copiare.

    Ovvio, l'inesperto non riuscira' e' paghera' la musica.Ma la persona che sotto Linux riesce ridirigere /dev/snd su un altro file, copia quello che gli pare, watermark o meno.

    LA stessa decisione di leggere il watermark e di bloccare coloro che non sono i regola e' del software.Nessuno impedisce di scrivere un programma che ignora il watermark, o che fa la scelta esattamente opposta.

    Gia' le stupide schede 1024 creative offrono sotto windows l'opzione "register what you hear"
    che registrano qualsiasi cosa venga riprodotta.

    Succedera' come sempre: n persone si mettono d'accordo, comprano UNA licenza, e poi duplicano quanto gli per poi diffondere.....

    Questi qui non hanno capito che esiste una soluzione tecnologica ad ogni ostacolo legale.

    Lev








    non+autenticato
  • Se questi sXXXzi di merda escono con un CD audio
    con il Watermark e tu li converti in MP3 con l'audiocatalyst, hai un MP3 con il copyright del detentore dei diritti, lo avresti pure se registrassi il brano su una cassetta audio prelevandolo con un microfono, se lo riproduci con il mediaplayer del caXXo ti dice che sei un fottuto pirata, se mandi a caXXre MS e il suo MP e riproduci la schifezza che hai ottenuto con un altro player che dovrebbe ignorare il Watermark in realtà non puoi sapere cosa accadrà. Non sono assolutamente un fanatico degli MP3 e di tutto il resto ma vedo che il cerchio si stringe sempre di più attorno al software e al media libero.
    Vi dovrete preparare alla battaglia, fanatici...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)