McNealy: ma sì, smembratela

Il boss di Sun Microsystems attacca Microsoft: "sono monopolisti incorreggibili". E l'unica soluzione "è smembrare l'azienda"

McNealy: ma sì, smembratelaLas Vegas (USA) - Con meno ferocia di quanta ne ha dimostrata l'altro ieri il suo amico Larry Ellison di Oracle, Scott McNealy, deus ex machina di Sun Microsystems, ha attaccato al Comdex il rivale di sempre, Microsoft. Secondo McNealy, che ha preso in giro l'azienda di Bill Gates con uno dei suoi show più riusciti, quelli di Microsoft "sono monopolisti incorreggibili".

Secondo McNealy Windows2000 e Office2000 saranno "un disastro che farà impallidire il millennium bug". E il manager Sun ha continuato sostenendo che Microsoft dovrebbe fare quattro cose per evitare le bastonate dell'antitrust: mettere fine ad accordi di licenza restrittivi, instaurare una politica dei prezzi trasparente, rendere disponibili le API di Office e di Windows, smettere di investire i propri profitti per cercare clienti in mercati estranei alle proprie attività.

"Ma, ha poi proseguito McNealy, se io fossi uno scommettitore, direi: separateli perché tanto sono incorreggibili".
Dopo aver attaccato il mondo dei PC, nel suo intervento al Comdex, il boss di Sun ha intrattenuto i convenuti sulle tecnologie Java e sui device basati su Jini, strumenti che "potranno parlare l'uno con l'altro", compresi "aerei, automobili, frigoriferi e lavatrici".
TAG: microsoft