Claudio Tamburrino

2014, il Mondo contro i cracker

Denunciate più di 100 persone, 13 solo in Italia, sospettate di gestire la più vasta botnet del mondo

Roma - In un'operazione coordinata in 17 paesi, l'FBI, l'Europol e le autorità locali hanno individuato una rete di oltre cento persone, accusate di controllare e di aver costituito una delle più ampie botnet.

L'operazione internazionale ha portato a diverse perquisizioni e a più di 100 denunce per accesso abusivo a sistema informatico, detenzione abusiva di codici di accesso, diffusione di programmi diretti a danneggiare o interrompere le funzionalità di un sistema informatico e intercettazione di comunicazioni telematiche.

Se i processi confermeranno la portata delle accuse, si tratterebbe di una delle più imponenti reti globali di cracker, che avrebbe detenuto il controllo di una serie di botnet utilizzate per compiere attacchi informatici attraverso il malware BlackShades.
In Italia la polizia postale si è mossa tra Roma, Firenze, Napoli, Palermo, Catania, Milano, Venezia, Trento e Trieste, all'identificazione di 13 persone "tutte altamente preparate dal punto di vista tecnico-informatico",

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • SicurezzaLa Germania è un paese per crackerLe autorità mettono in guardia i cittadini sulla proliferazione di una rete malevola che ha già accalappiato decine di milioni di account online. Ma la sicurezza è un dramma ovunque, in Germania, negli States, come nel resto del mondo
  • AttualitàSicurezza, libero l'hacker di AT&TE' stato condannato per violazione informatica anche se dati sugli utenti di iPad che aveva consegnato a Gawker erano pubblici. Ma il tribunale non si è espresso a riguardo: Weev è stato scarcerato per questioni procedurali
  • SicurezzaSymantec: l'antivirus è mortoInizia una nuova era per il produttore di Norton. Le protezioni anti-malware non bastano più. Per tenere testa alle minacce moderne occorre prevedere un approccio che ha quasi del fantascientifico (ma è già realtà)
13 Commenti alla Notizia 2014, il Mondo contro i cracker
Ordina
  • Nel sottotitolo si legge botneR invece di botneT.
    Potete correggere?

    Buona giornata.
  • grazie, curioso refuso
  • ...ci si è dimenticati di citare il sistema operativo di questo mezzo milione di PC zombizzati... ah, a proposito... anche di citare che sono mezzo milione. Di PC con WINDOWS!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > ...ci si è dimenticati di citare il sistema
    > operativo di questo mezzo milione di PC
    > zombizzati... ah, a proposito... anche di citare
    > che sono mezzo milione. Di PC con
    > WINDOWS!

    Dato che Windows è installato nel 90% dei computer mondiali, per la legge dei grandi numeri, mi pare ovvio che sia così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Damien
    > - Scritto da: ruppolo
    > > ...ci si è dimenticati di citare il sistema
    > > operativo di questo mezzo milione di PC
    > > zombizzati... ah, a proposito... anche di citare
    > > che sono mezzo milione. Di PC con WINDOWS!

    > Dato che Windows è installato nel 90% dei
    > computer mondiali, per la legge dei grandi
    > numeri, mi pare ovvio che sia così.

    E' proprio per combattere queste ignoranze che andrebbe scritto molto spesso, che poi magari uno crede che faccia il problema sia la diffusione e non che sia storicamente "il colabrodo"A bocca aperta
    krane
    22544
  • vista tecnico-informatico" ... embè ... se lo dice la polizia postale ... bontà loro!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > vista tecnico-informatico" ... embè ... se lo
    > dice la polizia postale ... bontà
    > loro!!

    avrai i tuoi buoni motivi per avere questi dubbi, e' possibile che li conosci anche le qualita' di tutti i componenti, non metto in dubbio
    bonta' tua ci farai sapere anche i motivi
    invece io sono daccordo con l'autore dell'articolo
    la polizia postale italiana e' molto preparata
    non+autenticato
  • ho scritto che la polizia postale non sia preparata ... e per fortuna che ho scritto una frase di solo un rigo ...
    non+autenticato
  • si, ma allora che messaggio volevi dare con quella frase di solo un rigo se non c'era l'ironia di chi la pensa al contrario?

    forse era meglio stare con le dita a riposo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > vista tecnico-informatico" ... embè ... se lo
    > dice la polizia postale ... bontà
    > loro!!

    La mia impressione invece è che la polpost sia molto competente.
    Molto di più dei nostri legislatori... direi che il rapporto tra le competenze tende all'infinitoCon la lingua fuori
    Funz
    12944
  • contenuto non disponibile
  • vabbè dai, è la solita sparata delle "forze dell'ordine" per giustificare lo stipendio

    in primo luogo vorrei far notare che produrre software RAT non è reato in sè

    detto ciò, molto probabilmente, il creatore di quel software verrà rilasciato con tante scuse e qualche bel risarcimento milionario ( in euro, che pagheranno i contribuenti )

    poi bisognerà vedere quanti di quegli "acquirenti/utilizzatori" sono realmente tali, e quanti sono invece vittime della botnet

    e anche qui, errore giudiziario, rilascio e tante scuse con annesso risarcimento

    comunque dovrebbero imparare dai cinesi, che lasciano gli hacker a briglia sciolta e gli permettono di crescere professionalmente e servire il loro Paese dell'esercito popolare

    invece qui fanno leggi anti-hacker, invece di fare leggi per arrestare le multinazionali fetecchione che mettono in commercio delle vere e proprie groviere
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > vabbè dai, è la solita sparata delle "forze
    > dell'ordine" per giustificare lo
    > stipendio

    io dico invece che e' la tua ad essere una sparata gratuita e banale
    se volessi esserlo anche io direi che hai inviato il tuo intervento per giustificare la tua scarsa comprensione dell'importanza dei contenuti dell'articolo


    >
    > in primo luogo vorrei far notare che produrre
    > software RAT non è reato in
    > sè

    e dove lo avresti letto che qualcuno e' stato arrestato o deunciato per produzione di RAT?

    forse per uso o fini illeciti?


    >
    > detto ciò, molto probabilmente, il creatore di
    > quel software verrà rilasciato con tante scuse e
    > qualche bel risarcimento milionario ( in euro,
    > che pagheranno i contribuenti
    > )

    certo, esiste la probabilita'


    >
    > poi bisognerà vedere quanti di quegli
    > "acquirenti/utilizzatori" sono realmente tali, e
    > quanti sono invece vittime della
    > botnet
    >

    non mi dire che sotto sotto vorresti proporti come risolutore perche' pensi che non sappiano fare bene il loro mestiere?


    > e anche qui, errore giudiziario, rilascio e tante
    > scuse con annesso
    > risarcimento
    >

    certo. esiste la probabilita'


    > comunque dovrebbero imparare dai cinesi, che
    > lasciano gli hacker a briglia sciolta e gli
    > permettono di crescere professionalmente e
    > servire il loro Paese dell'esercito
    > popolare

    questa e' buona


    >
    > invece qui fanno leggi anti-hacker, invece di
    > fare leggi per arrestare le multinazionali
    > fetecchione che mettono in commercio delle vere e
    > proprie
    > groviere

    questa e' ancora meglio
    non+autenticato