Claudio Tamburrino

LulzSec, quanto vale la collaborazione

Per l'hacker noto come Sabu sono stati chiesti solo 7 mesi di carcere: il suo contributo alle indagini federali sembra essere stato preziosissimo

Roma - Le autorità statunitensi hanno chiesto per l'hacker Hector Xavier Monsegur, meglio noto come Sabu, una condanna di solo 7 mesi, quelli che ha già scontato in carcere.
L'hacker faceva parte di LulzSec ed è stato arrestato a giugno 2011 con l'accusa di furto di identità, frode e violazione di sicurezza informatica.

La crew LulzSec, di cui pare fosse stato uno dei vertici, si era distinta da Anonymous per gli attacchi a grandi aziende media come Fox, Sony e Nintendo e per le offensive DDoS contro PayPal, MasterCard e Visa: a spingerlo all'impegno hacktivista - come racconta lui stesso in un'intervista raccolta nel 2011 - la rabbia per l'arresto di Julian Assange.

Davanti al rischio di una pena tra i 21 ed i 26 anni di prigione, Sabu si è dichiarato colpevole ed ha raggiunto un accordo con l'FBI in cambio della sua collaborazione nelle indagini: una scelta tempestiva che ha permesso alle autorità di indagare sul suo gruppo prima che avesse il tempo di distruggere le prove e capire che Monsegur fosse stato compromesso.
"Si è dimostrato - hanno riferito ora le autorità - un collaboratore produttivo e di valore". Con il suo aiuto i federali sono così riusciti non solo a fermare oltre 300 attacchi informatici, ma anche a mettere le mani sugli altri principali hacktivisti di LulzSec e di Anonymous, concludendo altri 8 arresti tra cui quello di Jeramy Hammond, all'epoca uno dei principali ricercati per reati informatici ed ora condannato a 10 anni di galera.

Come raccontano ora le autorità, "Monsegur ha coinvolto gli altri hacktivisti in chat utili per confermare le loro identità e per raccogliere dettagli utili ad individuarli; inoltre è riuscito a convincere altri membri di LulzSec a fornirgli le prove delle incursioni informatiche da essi rivendicate.
Inoltre, Sabu avrebbe aiutato le autorità a ristabilire la sicurezza informatica dei sistemi del Public Brodcasting Service (PBS) e del sito Senate.gov.

Per tutto questo le autorità hanno ora chiesto per lui una pena minima, di appena 7 mesi, quelli che ha già scontato in carcere: a decidere sarà però il giudice.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
29 Commenti alla Notizia LulzSec, quanto vale la collaborazione
Ordina
  • 26 anni di galera per aver dossato un po' di queste evil companies?
    non+autenticato
  • > 26 anni di galera per aver dossato un po' di
    > queste evil
    > companies?

    È il massimo previsto dalla legge. Ma capita di rado che diano il massimo.
  • Grazie.
    non+autenticato
  • Si ma è proprio il poter minacciare. al fine di estorcerne la collaborazione, con 26 anni di galera un ragazzo per un reato così piccolo- senza che abbia ammazzato nessuno o spacciato nulla- che mostra quanto siano un paese marcio sino al midollo.
    non+autenticato
  • > Si ma è proprio il poter minacciare.

    Le minacce si possono anche annullare in tribunale, a impostare bene la difesa. Sono, appunto, minacce, non sono una pena scritta in anticipo.


    > al fine di
    > estorcerne la collaborazione, con 26 anni di
    > galera un ragazzo

    Hector Xavier Monsegur ha 31 anni ed è padre di due figli.
    Proprio ragazzo, insomma...


    > per un reato così piccolo-
    > senza che abbia ammazzato nessuno o spacciato
    > nulla-

    La gravità dei reati la decidono i rispettivi parlamenti. E passi per l'omicidio, condannato fin dai tempi della Bibbia, ma lo spaccio di droga è un reato che agli inizi del Novecento ancora non esisteva nei codici dei vari Stati al mondo. È nato per ragioni sanitarie, e man mano è diventato agli occhi della popolazione una delle massime colpe immaginabili.
    Bisogna accettare il fatto che l'allarme avvertito della popolazione per certi comportamenti si riflette nella durezza delle pene, perché i parlamenti non possono non tenere conto dei sentimenti di chi li elegge.
  • Anonymous = Megalonymous!Arrabbiato
    non+autenticato
  • Può anche aver parlato per farsi fare una pena si solo 7 mesi, ma per quanto riguarda l'onore una volta che l'hai persa non la puoi recuperare più.
  • ... in Italia ai "colaboratori di giustizia" non fanno fare carcere ed in più hanno casa e stipendio (oltre che identità nuova)..nonostante abbiano sulle spalle svariati omicidi (ormai i mafiosi, lo usano come "gratta e vinci"). Nel caso di Sabu invece è difficle stabilire dove inizia la minaccia ed il ricatto del "sistema" (se fosse un paese nemico degli americani, lo chiamerebbero "minaccia del regime contro un dissidente") e dove una equa giustizia legale
    non+autenticato
  • > ... in Italia ai "colaboratori di giustizia" non
    > fanno fare carcere ed in più hanno casa e
    > stipendio (oltre che identità nuova)..

    Un tempo era così, ora non più.
    Vedi la legge 13 febbraio 2001, n° 45.
  • Che infame,quando esce di prigione meglio che si guardi le spalle....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Che infame,quando esce di prigione meglio che si
    > guardi le
    > spalle....

    Ha fatto bene, magari ce ne fossero milioni come lui.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ha fatto bene, magari ce ne fossero milioni come
    > lui.

    Di milioni senz'attributi ?A bocca aperta

    Quando compi un'azione ti prenti le tue responsabilità poichè sapevi cosa stavi facendo.

    Inutile dopo collaborare con il "nemico" per ottenere un sconto di pena,lo stesso che prima combattevi... si è dei venduti e dei codardi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Ha fatto bene, magari ce ne fossero milioni come
    > > lui.
    >
    > Di milioni senz'attributi ?A bocca aperta
    >

    ci sono gia', si chiamano "utenti apple"
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Etype
    > > Che infame,quando esce di prigione meglio
    > che
    > si
    > > guardi le
    > > spalle....
    >
    > Ha fatto bene, magari ce ne fossero milioni come
    > lui.

    Lo spirito italiano nelle due guerre mondiali: cominciare da una parte e appena ci si caca sotto scappare dall'altra.
    Shiba
    3826
  • - Scritto da: Etype
    > Che infame,quando esce di prigione meglio che si
    > guardi le
    > spalle....
    io dico che dovrebbe guardarsi alle spalle anche dentro la prigione.... lì usano le saponette nella doccia, e.....zac!! è un'attimo
    non+autenticato
  • > > Che infame,quando esce di prigione meglio
    > che
    > si
    > > guardi le
    > > spalle....

    > io dico che dovrebbe guardarsi alle spalle anche
    > dentro la prigione....

    No, leggi l'articolo: i 7 mesi a cui lo hanno condannato sono quelli già passati in prigione in carcerazione preventiva. Ora è libero.
    E tendo a credere che la sua intenzione di collaborare non fosse stata diffusa finché era in carcere, quindi non rischiava nulla.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Ora è libero.

    Ma che stai a dì????
    C'è un giudice che ancora deve decidere quanto abbonargli.
    7 mesi è solo una proposta.
    non+autenticato
  • > > Ora è libero.
    >
    > Ma che stai a dì????
    > C'è un giudice che ancora deve decidere quanto
    > abbonargli.
    > 7 mesi è solo una proposta.

    Hai ragione, mi sono espresso male: ora è libero su cauzione, in attesa di una sentenza, che però potrebbe benissimo essere di soli 7 mesi. Non è raro negli Usa che i giudici acconsentano alle miti richieste dell'accusa.
  • - Scritto da: Etype
    > Che infame,quando esce di prigione meglio che si
    > guardi le
    > spalle....

    Guardarsi le spalle da chi?? Dagli altri "hacktivisti"?? Ma li avete visti??
    non+autenticato
  • da quelli che hai mandato in prigione e a chi ha rovinato i piani per altre incursioni...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)