Alfonso Maruccia

Xbox One a giugno libera la GPU

Microsoft annuncia le novitÓ contenute nell'update per console e relativi kit di sviluppo. Ci sono anche con nuove app, nuovi contenuti e augurabilmente presto nuovi giochi in grado di fare la fortuna della console

Roma - L'update di giugno per la piattaforma Xbox è pronto al via, e questa volta le novità per le due console attivamente supportate da Microsoft (Xbox 360 e Xbox One) sembrano parecchio interessanti sotto molti punti di vista. Ci guadagnano tutti, gli utenti come gli sviluppatori e (augurabilmente) la qualità tecnica dei giochi futuri.

Una delle novità che più balzano all'occhio riguarda infatti il nuovo kit di sviluppo (SDK) per Xbox One, console che Microsoft ha ufficialmente separato dai destini del costoso accessorio Kinect e che ora, stando a quanto sostiene l'azienda, ha a disposizione il 10 per cento di performance in più per la GPU.

Le capacità computazionali del processore grafico prima dedicato alla gestione di Kinect potranno ora essere adoperate per accrescere la fedeltà grafica e la complessità tecnica dei videogiochi, spiega Microsoft, a conferma di quanto già si sapeva da tempo e della marcia in più - in quanto a performance - sin qui dimostrata dai titoli multipiattaforma in versione PS4.
Altre novità importanti dell'update di giugno riguardano Xbox Live e il supporto ai nomi reali oltre ai gametag "virtuali", il supporto allo storage su HDD esterno e l'eliminazione del requisito di un account Xbox Live Gold a pagamento per usare le app Xbox: fatto che farà certamente felici i titolari di account su Netflix e altre piattaforme a pagamento, che potranno fruire dei contenuti già pagati senza dover versare un obolo aggiuntivo. Parlando di app, Microsoft ha aggiunto 45 nuovi "media partner" rendendo disponibili le relative applicazioni sulla console incluse quelle per Twitter, HBO, ShowTime Anytime, Comedy Central, GoPro e molto altro ancora.

Gli update di giugno per la piattaforma Xbox arrivano giusto con qualche giorno di anticipo sulla conferenza di apertura all'Electronic Entertainment Expo (E3), tradizionale kermesse videoludica che nel caso di Microsoft è già molto carica di aspettative tra nuovi blockbuster, contenuti di intrattenimento "accessori" (soprattutto per quanto riguarda l'universo di Halo), giochi "indie" e tanto altro.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate