Gaia Bottà

Nintendo, tagli tedeschi

L'azienda chiude una sede in Germania e annuncia il contestuale ridimensionamento della forza lavoro. Mentre Sony, per la prima volta dopo 8 anni, vende più console della mamma di Super Mario

Roma - Che Nintendo versi da tempo in una situazione non rosea, schiacciata dalla concorrenza di console dall'hardware più avanzato, è cosa nota: la tendenza è costante da tre anni a questa parte, netta come i numeri di bilancio della casa di Super Mario. Ora sono di nuovo i numeri a rappresentare una sconfitta per Nintendo: nell'ultimo anno ha venduto 16,3 milioni di console, superata dopo 8 anni da Sony che, complice l'avvento di PS4, ha piazzato 18,7 milioni di dispositivi.

Si tratta per Nintendo di vendite in calo del 31 per cento: se Nintendo 3DS ha mancato il traguardo dei 13,5 milioni di vendite, un traguardo già ridimensionato nel mese di gennaio, anche Wii U non ha saputo stare al passo con le aspettative. Il settore software, con certi titoli come Mario Kart 8, garantisce nonostante tutto soddisfazioni non da poco.

E se proprio sul software punterà la presentazione presso l'E3 di Los Angeles, le modalità apparentemente sottotono della partecipazione di Nintendo all'evento dedicato al mondo videoludico tradiscono, secondo alcuni osservatori, il momento di crisi.

Un segnale ben più evidente delle difficoltà che sta attraversando Nintendo, però, è l'annuncio del ridimensionamento dei propri avamposti europei: la sede tedesca di Großostheim verrà chiusa e venduta, per trasferire le attività presso la non lontana sede di Francoforte. Nintendo spiega che questa scelta, "non operata con leggerezza, ma risultato di attente analisi e considerazioni", "purtroppo avrà delle conseguenze dirette per alcuni degli impiegati degli uffici di Großostheim e di Francoforte": saranno 130 i lavoratori che perderanno il posto, a favore di pratiche di "outsourcing e riorganizzazione" non meglio precisate.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • BusinessNintendo, tre anni in rossoNonostante i videogame di punta continuino vendere tanto, subisce la pressione di Xbox One e PS4 e manca anche le previsioni meno ottimistiche. Ma la mamma di Super Mario non dispera
  • BusinessNiente smartphone, Nintendo pensa alla saluteLa società nipponica ha smentito lo sbarco sul mercato mobile. Piuttosto lavora allo sviluppo di dispositivi per monitorare i parametri corporei, un device per il fitness non indossabile
  • TecnologiaXbox One e PS4, la sfida nataliziaLa console di Microsoft vince la sfida statunitense con PS4, che però primeggia su scala mondiale. Il flop della Wii U spinge invece Nintendo sempre più in basso