TIM testa GPRS e WAP. Blu si lancia

Predisposta la rete con cui l'operatore mobile di Telecom sperimenterà i nuovi sistemi in partnership con Siemens. Intanto Blu, l'operatore di Autostrade, è quasi pronto e mira a 300mila clienti entro l'anno

Roma - Non c'è tregua per gli utenti della telefonia mobile che oltre a doversi destreggiare in un intricato coacervo tariffario devono anche vedersela con le novità che arrivano dalle nuove tecnologie wireless. TIM, l'operatore di telefonia mobile che fa capo a Telecom Italia, ha infatti annunciato di aver concluso la predisposizione della rete sulla quale si svolgeranno i test per il wireless GPRS (General packet radio service) e il WAP (Wireless application protocol).

I "collaudi" verranno effettuati in collaborazione con Siemens: una serie di test che, dicono gli uomini TIM, consentirà di vagliare problemi e vantaggi della connettività wireless ad alta velocità. In una nota si legge che la banda prevista inizialmente con il GPRS è di 60 kilobit al secondo, ben più degli attuali 9,6 Kbps permessi dalla rete GSM ma ancora insufficienti rispetto agli obiettivi di velocità che i diversi operatori impegnati in questo settore si propongono di raggiungere.

Intanto Blu, il quarto operatore mobile, che fa capo ad Autostrade, ha confermato che entro fine maggio lancerà la propria offerta con l'obiettivo di "catturare" tra i 250mila e i 300mila clienti entro la fine dell'anno. Unico "scoglio" per Blu la vertenza con TIM che è in mano all'Authority e che riguarda l'accordo per il roaming, ovvero per la possibilità degli utenti mobili Blu di utilizzare la copertura offerta dal campo TIM. Con Omnitel l'intesa è già stata raggiunta.