Alfonso Maruccia

Adobe, accessori e update per la nuvola dei creativi

L'azienda statunitense rilascia due accessori artistici per i gadget mobile di Apple e aggiorna le applicazioni desktop cloud-dipendenti. Segno dei tempi, e della volontÓ di reinventarsi

Roma - Adobe porta a compimento i progetti Mighty e Napoleon commercializzando la versione finale della coppia di accessori per gadget Apple, un nuovo prodotto dedicato agli artisti interessati a lavorare sul mini-schermo di un tablet ma soprattutto disposti a fare totale affidamento sulla piattaforma cloud e Internet-dipendente dell'azienda.

Ink e Slide, questi i nomi commerciali di Mighty e Napoleon, sono uno stilo e un righello digitale specificatamente pensati per l'uso mobile, costano 200 dollari e rappresentano il primo tentativo di Adobe di realizzare qualcosa di diverso dal tradizionale ambito del software creativo.

Ink, lo stilo Adobe, è stato realizzato in partnership con Adonit - azienda che a sua volta commercializza una sua versione di stilo digitale - e si caratterizza per il suo frame di metallo e l'aspetto da matita professionale.
Diversamente da prodotti concorrenti dotati di schermi più evoluti (Surface 3), su iPad il riconoscimento della pressione nel tratteggiare le linee avviene tramite collegamento Bluetooth; l'artista Apple-dipendente dovrà poi mettere in conto un lag breve ma sensibile tra l'atto del disegno e la comparsa del disegno stesso su schermo.

Il lag si sente anche con l'uso di Slide, righello digitale che ha il solo compito di facilitare la rappresentazione di linee rette e pulite usando le due nuove app di disegno (Sketch e Line) che Adobe ha rilasciato in concomitanza con la commercializzazione dei suoi accessori hardware.

Ink e Slide portano il marchio Adobe ma entrano in un mercato già ricco di offerte simili (soprattutto sul fronte degli stilo da disegno) a un prezzo non esattamente economico. Laddove invece Adobe sembra non avere (ancora) concorrenza è invece sul fronte del software creativo, tanto che la corporation continua a spingere indisturbata sulla strada delle applicazioni cloud rilasciando aggiornamenti continui, senza nemmeno chiedere il permesso all'utente prima di applicare l'update.

Gli ultimi aggiornati software per Creative Cloud di Adobe includono in particolare miglioramenti per accelerare il carico di lavoro di grafici e artisti, il supporto per nuovi standard hardware e piattaforme a 64 bit, rendering vettoriale più veloce (Illustrator), supporto al layout EPUB nella creazione di libri digitali (InDesing), una nuova galleria di effetti Motion Blur (Photoshop) e altro ancora.

Le novità software di Adobe riguardano anche i gadget mobile, e oltre alle già citate Sketch e Line (da usare in concomitanza con gli accessori Ink e Slide) il parco di nuove app include Photoshop Mix per lavorare sui file PSD salvati su piattaforma Adobe Cloud e la versione mobile di Lightroom.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate