Claudio Tamburrino

Germania, librai contro Amazon

Lo store online sembra portare avanti la sua guerra contro gli editori: in ballo ci sono i prezzi degli ebook o il dominio puro del mercato?

Roma - La Börsenverein (l'associazione degli editori e dei librai tedeschi) ha denunciato Amazon per violazione della normativa antitrust.

Dopo l'azione nei confronti di Google, Microsoft e Yahoo a cui hanno chiesto l'11 per cento degli introiti generati dai sevizi che sfruttano "direttamente o indirettamente estratti di notizie o contenuti delle loro pagine", gli editori tedeschi - stavolta coloro che operano nel settore dei libri e non nel settore dei giornali e delle riviste - dimostrano ancora di voler dare battaglia online al digitale. In ogni sua forma.

Ora, infatti, gli editori hanno chiesto alle autorità antitrust di indagare, ed eventualmente intervenire, contro alcune azioni di Amazon ritenute in violazione della concorrenza.
A non piacere agli editori, innanzitutto, la decisione di Amazon di non vendere più in 30 paesi i libri del gruppo editoriale svedese Bonnier. I librai tedeschi contestano all'azienda di Jeff Bezos di aver deliberatamente ritardato la spedizione di alcuni libri per ottenere dall'editore condizioni migliori per la vendita degli ebook.

D'altronde, Amazon sembra stia portando avanti una personalissima guerra nei confronti degli editori per ottenere prezzi più bassi per le offerte digitali: ha già cercato di mettere i bastoni tra le ruote prima ad Hachette e poi a Warner, rimuovendo ad alcuni dei loro titoli di punta l'opzione di pre-ordine.

"La condanna adottata da Amazon - si legge nelle dichiarazioni dell'accusa - non riguarda solo gli editori al momento coinvolti, ma minaccia tutti coloro che offrono ebook in Germania".

Amazon, in realtà, ha già risposto smentendo le accuse ed ha cercato di difendersi spiegando che ha semplicemente deciso di ridurre il proprio magazzino di libri cartacei dell'editore Bonnier e che dunque i ritardi riguardano solo titoli non disponibili in archivio.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Germania, librai contro Amazon
Ordina
  • Si estingueranno tutti e ci ricorderemo di loro solo guardando i loro fossili in digitale.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Si estingueranno tutti e ci ricorderemo di loro
    > solo guardando i loro fossili in
    > digitale.
    Però bisogna ammettere che il libro cartaceo è MIO, quello digitale, nella maggior parte dei casi, è solo in LICENZA D'USO. Fino a quando TUTTI gli e-book non potranno essere MIEI senza DRM, meglio il cartaceo.
    Io compro musica in digitale e ne faccio il download in MP3 e me la tengo, ma ho rinunciato all' acquisto di e-book e film (esclusi DVD che posso rippare, c'è anche l'equo compenso...) perché non sono in formato libero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: UbuPinguino
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Si estingueranno tutti e ci ricorderemo di loro
    > > solo guardando i loro fossili in
    > > digitale.
    > Però bisogna ammettere che il libro cartaceo è
    > MIO, quello digitale, nella maggior parte dei
    > casi, è solo in LICENZA D'USO.

    Non so che percentuali hai tu, ma nella mia biblioteca digitale tutti i testi che ho sono MIEI e il mio dispositivo di lettura ebook non si collega a nessuna rete.
    Lo attacco al pc via usb e ci copio dentro i miei files.
    Niente e nessuno puo' sapere che cosa leggo, dove leggo, quando leggo, propormi pubblicita' o pensare di cancellare da remoto qualcosa.

    > Fino a quando
    > TUTTI gli e-book non potranno essere MIEI senza
    > DRM, meglio il
    > cartaceo.
    > Io compro musica in digitale e ne faccio il
    > download in MP3

    DelusoDelusoDelusoDeluso

    FLAC!

    > e me la tengo, ma ho rinunciato
    > all' acquisto di e-book e film (esclusi DVD che
    > posso rippare, c'è anche l'equo compenso...)
    > perché non sono in formato
    > libero.