Riti Voodoo anche per Mac

3Dfx ha ufficialmente annunciato l'uscita, fra pochi mesi, delle prime due schede grafiche bollate 3Dfx per Macintosh. Un forte segnale per il fiorire del mercato dei videogiochi anche su Mac

Roma - L'entrata di un marchio come 3Dfx, che ha scritto la storia del 3D sul PC, nel mondo Macintosh, segna sicuramente un lieto evento per tutti i videogiocatori della mela.

Il frutto di questo inedito matrimonio porterà, verso fine estate, al rilascio di due nuovi modelli di schede grafiche 3Dfx ottimizzate per le CPU del Mac: la Voodoo 4 4500 e la Voodoo 5 5500, entrambe su slot PCI. Le due schede, che vantano prestazioni e funzioni al top della gamma, saranno basate sulla nuova architettura scalabile VSA -100 e supporteranno tutti i principali formati grafici, inclusi QuickDraw 3D RAVE, OpenGL e Glide. Entrambe le schede, poi, avranno in dotazione la nuova interfaccia video digitale DVI (si parla di questa tecnologia nell'ultimo numero di Plug-In).

Il modello 5500 (330$) sarà equipaggiato con 64 MB di memoria e due processori grafici, mentre il modello 4500 (200$) avrà 32 MB di memoria e un solo processore: la mancanza di un secondo processore impedirà a quest'ultimo modello di avvalersi della tecnologia T-buffer, in grado di generare effetti come il Motion Blur (effetto movimento), la profondità di campo programmabile e le ombre e i riflessi attenuati.
La scelta di non rilasciare versioni di queste schede su bus AGP è dipesa soprattutto dal fatto che i computer Apple in grado di avvalersi di questa tecnologia sono già equipaggiati in fabbrica di schede ATI Rage 128 Pro, ma del resto anche nel mondo PC 3Dfx è rimasta a lungo fedele al bus PCI.

3Dfx ha fatto sapere che le sue schede supporteranno anche l'imminente MacOS X, il nuovo sistema operativo su cui Apple si gioca tutto e sul quale, c'è da scommetterci, rinascerà il mercato dei videogame mela-centrici.
TAG: apple