Alfonso Maruccia

TSA, il gadget scarico è sospetto

Nuove regole per i voli diretti negli USA, con i passeggeri che saranno ora costretti ad accendere PC e gadget elettronici per comprovarne l'effettivo funzionamento. E' per prevenire un attentato in volo, dicono le autorità

Roma - La Transportation Security Administration ha emanato una nuova regola sul controllo di PC e gadget elettronici dei viaggiatori prima dell'imbarco sui voli diretti negli USA, una regola voluta dal segretario del DHS (Department of Homeland Security) Jeh Johnson e apparentemente giustificata dalla comparsa di nuove minacce alla sicurezza dei trasporti aerei per passeggeri.

La nuova regola impone una ulteriore operazione di controllo precedente all'imbarco, con gli agenti della TSA che saranno ora autorizzati a chiedere ai passeggeri di poter verificare lo stato della batteria dei dispositivi digitali in loro possesso - sia che si tratti di PC portatili, tablet o smartphone.

Se il dispositivo incriminato non si accende perché ha la batteria scarica, dicono le nuove norme, il proprietario verrà lasciato a terra e sarà soggetto a ulteriori verifiche da parte del personale della TSA. La pratica riguarderà un numero ignoto di aeroporti presenti in Europa, Africa e Medio Oriente, incluso lo scalo di Heathrow a Londra.
Le autorità giustificano la nuova misura di controllo come un modo per adattarsi al sempre cangiante scenario delle minacce alla sicurezza dei voli diretti negli USA, mentre notizie più specifiche parlano del tentativo di scongiurare un ipotetico piano terroristico di Al Qaida basato proprio sull'uso di un dispositivo elettronico come bomba.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaUSA, via i pornoscanner dagli aeroportiLa TSA annuncia la risoluzione del contratto con Rapiscan, con la prevedibile conseguenza dell'abbandono degli scanner ai raggi X installati presso gli imbarchi aeroportuali. Gli scanner millimetrali, invece, restano
6 Commenti alla Notizia TSA, il gadget scarico è sospetto
Ordina
  • si sparano tutti i giorni tra loro, vendono armi anche ai malati di mente e lo ritengono sacrosanto, con tutti i questi morti ti fanno accendere il computer per essere sicuri che sia un computer vero: una razza in totale declino genetico.
    non+autenticato
  • Il bello è che tra loro (altro che Al Qaeda) si mettono le bombe sotto al culo come a Boston fatte con le pentole a pressione:

    http://www.internazionale.it/news/da-sapere/2013/0.../

    a questo punto per un minimo di coerenza dovrebbero proibire la vendita delle pentole a pressione ... non è che tutti i terroristi siano arche di scienza ...Annoiato
    non+autenticato
  • Ad intervalli regolari se ne vengono fuori con questi allarmi un po' per incutere timore un po' per far vedere chi comanda e chi stabilisce le regole. Vedrete che in poco tempo questa stronzata diventeranno obbligatoria anche per prendere un aereo verso qualunque altra destinazione nel mondo.

    L'unica novità è che l'allarme è scattato a luglio e non ad agosto che è il momento in cui possono creare il massimo disagio possibile. Forse si sono accorti che stavano diventando prevedibili.

    P.S. La versione ufficiale dice che l'allarme è scattato ora perchè i jihadisti reclutati in europa per combattere in siria hanno messo a disposizione delle organizzazioni terroristiche gente meglio preparata tecnicamente.
    Non regge. Mettere dell'esplosivo dentro la batteria di un portatile non è un'idea tanto originale nè una cosa tanto complicata.
    non+autenticato
  • Già qualche anno fa, partendo da Londra, non solo mi hanno fatto accendere tutti i "gadget", ma hanno pure rovesciato tutto il contenuto del bagaglio a mano e passato il tampone per test esplosivi su ogni singolo oggetto, persino sul sacchetto di plastica trasparente in cui avevo messo la buccia di banana mangiata poco prima. Comunque poco male, tutti molto cortesi, e alla fine l'addetto mi ha pure chiesto se poteva buttare lui la buccia di banana tra i rifiuti.
  • - Scritto da: bradipao
    > Già qualche anno fa, partendo da Londra, non solo
    > mi hanno fatto accendere tutti i "gadget", ma
    > hanno pure rovesciato tutto il contenuto del
    > bagaglio a mano e passato il tampone per test
    > esplosivi su ogni singolo oggetto, persino sul
    > sacchetto di plastica trasparente in cui avevo
    > messo la buccia di banana mangiata poco prima.
    > Comunque poco male, tutti molto cortesi, e alla
    > fine l'addetto mi ha pure chiesto se poteva
    > buttare lui la buccia di banana tra i
    > rifiuti.

    Faccio prima a comprarmi un jet privato evitando queste inutili perdite di tempo.
  • - Scritto da: Sg@bbio

    > Faccio prima a comprarmi un jet privato evitando
    > queste inutili perdite di
    > tempo.

    da quando c'è la TSA si rischia di perdere la verginità Rotola dal ridere
    non+autenticato