La RIAA rallenta il P2P?

Questo è quanto sostiene uno studio autorevole appena rilasciato, che parla di vistosi cali nell'utenza di Kazaa, Grokster e WinMX. Ma la strada delle major rimane in salita

Roma - Kazaa non è solo il nemico numero uno dei discografici americani, è anche il software più scaricato nella storia di internet nonché, nel 2003, la parola più ricercata sul motore di ricerca di Yahoo!. Ben si capisce, dunque, perché le major della RIAA abbiano applaudito calorosamente un autorevole studio secondo cui le proprie crociate legali contro gli utenti del peer-to-peer stanno ottenendo l'effetto sperato, ovvero una drastica riduzione nell'utilizzo di Kazaa e degli altri software di file sharing da parte degli americani.

Il rapporto, confezionato da uno dei più attenti osservatori statunitensi, Pew Internet and American Life Project, insieme a comScore Media Metrix, afferma che solo il 14 per cento dei circa 1.400 utenti intervistati tra metà novembre e metà dicembre 2003 ha ammesso di far uso di software di file sharing. Un calo notevole rispetto al dato del 29 per cento registrato a maggio.

Secondo comScore il calo negli USA avrebbe colpito in particolare Kazaa, sceso del 15 per cento tra fine 2002 e fine 2003, ma anche altri nomi celebri del peer-to-peer, come WinMX (meno 25 per cento) e Grokster (meno 59 per cento).
"Noi - ha reagito il CEO della RIAA Mitch Bainwol dinanzi all'annuncio del rapporto Pew - sappiamo che le denunce hanno avuto un impatto profondo sulla consapevolezza e ci sono meno persone che scaricano illegalmente, e questa è una buona notizia". Una reazione comprensibile, visto anche il successo fin qui registrato dai nomi della distribuzione musicale legale su internet, come Apple iTunes o Napster 2.

La via alla soluzione finale contro il file sharing appare però ancora tutta in salita per la RIAA. Dopo le prime centinaia di denunce del 2003, infatti, le major non hanno più potuto ottenere direttamente dai provider i nomi degli utenti internet il cui IP sarebbe coinvolto in azioni illegali di scambio-file. Una novità di fine 2003 che sembra destinata a rendere le prossime mosse della RIAA assai più difficili.
TAG: p2p
19 Commenti alla Notizia La RIAA rallenta il P2P?
Ordina
  • insomma...non esistono solo kazaa e winmx, ci sono molti clint p2p che funzionano a meraviglia e sconoscuto hai +

    Emule e buono, il problema e il scaricare e le code, visto che un 56k non può fare i salti dalla gioia....esitono cmq versioni hack.

    ma io voglio le alternative...quello che gli utenti conoscono ma non vogliono spargere in giro, voglio un clint p2p universale, dove si collegga a tutti i protocolli e che protegga gli utenti dagli untori della rete e dalle major rompi cazzo.

    Voglio una condivisione di file felice e contenta...voglio condividere quello che ho con altri..voglio che i 56k e IDSN possano scaricare e condividere senza intoppi.

    insomma non chiedo molto no?

    io uno un pò di client p2p, con kazaa lite resurrection si scarica subito, con winmx, ci sono le code...emule e un pò macchinoso per i miei gusti...ma si riesce a scaricare...ma i 56k non anno vita facile.
    non+autenticato
  • magari sono passati ad emule per lo sharing di QUANTITA' oppure a WASTE per lo sharing tra amici, con chiave crittografica ben tosta ...

    oppure ad overnet

    o a Earth Station 5

    a soulseek

    a ShareAza ... imesh ... magari fanno sharing attraverso gli instant messenger ... o sono tornati all'FTP ... oppure ai siti warez ...   oppure ancora con IRC ...

    non credo che sia diminuito ... magari ci sono piàù strumenti, si è diversificato e si va a rotazione: è possibile, no?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > magari sono passati ad emule per lo sharing
    > di QUANTITA' oppure a WASTE per lo sharing
    > tra amici, con chiave crittografica ben
    > tosta ...
    >
    > oppure ad overnet
    >
    > o a Earth Station 5
    >
    > a soulseek
    >
    > a ShareAza ... imesh ... magari fanno
    > sharing attraverso gli instant messenger ...
    > o sono tornati all'FTP ... oppure ai siti
    > warez ...   oppure ancora con
    > IRC ...
    >
    > non credo che sia diminuito ... magari ci
    > sono piàù strumenti, si
    > è diversificato e si va a rotazione:
    > è possibile, no?

    Infatti sul mio emule tbh ( kademelia + server classici ) siamo
    quasi a 2 milioni di utentiSorride)))
  • Mi sembra che rallentare lo abbia fatto la RIIA davanti
    al giudice in tribunale, in U.S.A.
    Che ha collezionato qualche insuccesso ultimamente e
    il seguito non sembra migliore per certi cultori di Copyright.....
    non+autenticato
  • ma non è che ormai il "mercato" del P2P si sta saturando??
    nel senso che magari tutti quelli che potevano si sono già scaricati i vari Kazaa WinMX ecc. e quelli che devono ancora farlo sono sempre meno....
    se i possibili utenti sono che so 10.000.000 e fin'ora 8.000.000 hanno già il P2P, non è logico che i sw siano scaricati sempre meno??

    se la mia ipotesi è corretta, allora questa indagine è una vera c@g@t@ fatta ad uso e consumo delle major e degli utonti che ci vogliono credere....
  • > se la mia ipotesi è corretta, allora
    > questa indagine è una vera c@g@t@
    > fatta ad uso e consumo delle major e degli
    > utonti che ci vogliono credere....

    E' un'indagine sull'utenza (almeno..), non sui download!
    D'altro canto c'è una certa saturazione anche lì. A parte i musicofili veri, conosco varia gente che di musica ne ha sempre ascoltata poca, ma nel periodo di boom, per la moda del momento, scaricava a tttuo andare roba che manco sentiva. Ora si son rotti e scaricano poco o niente.
    C'è una certa saturazione anche lì!
  • Dunque, analizziamo :
    "afferma che solo il 14 per cento dei circa 1.400 utenti intervistati tra metà novembre e metà dicembre 2003 ha ammesso di far uso di software di file sharing."
    " HA AMMESSO" ! Della serie: copiare è reato:
    - Scusi, lei, ammette di aver copiato dei CD Audio ?
    - Ioooooo??? Ma per l' amor di Dio, le sembra possibile che IO commetta un simil reato ???? ( mentre nel suo CD player MP3 gira un bellissimo CD masterizzato....)

    Ma andiamo !!!!!! Con la fiducia che c'è in giro, figuriamoci se questi ammettono belli belli di aver scaricato con Kazaa.... Vista anche la pubblicità della RIAA .....

    Ragazzi, accendiamo il cervello, ogni tanto.....
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > " HA AMMESSO" ! [...]

    E' la prima cosa ke ho pensato ank' io.

    Ke St**nz**a (si noti la esse maiuscola)!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)