Processori, le novità d'inizio anno

AMD e Intel hanno lanciato sul mercato nuovi modelli di processore e una linea dedicata ai notebook. Transmeta rilancia con una versione snellita di Crusoe per i piccoli dispositivi, mentre VIA cova un nuovo C5

Roma - AMD e Intel hanno cominciato il nuovo anno con il lancio sul mercato di alcuni nuovi modelli di processore e il debutto di una nuova linea di chip mobili.

AMD, ormai interamente focalizzata sulla propria gamma di CPU a 32/64 bit, ha introdotto nella famiglia di processori Athlon 64 quattro nuovi modelli: il 3200+, il 3000+ e il 2800+, dedicati ai notebook mainstream, e il 3400+, dedicato invece ai PC desktop e ai notebook desktop replacement (DTR).

I primi tre chip appartengono alla nuova linea Mobile Athlon 64 Mainstream e sono dotati, al pari dei modelli DTR, del sistema di risparmio energetico PowerNow!. Nel prossimo futuro il chipmaker di Sunnyvale dovrebbe affiancare agli attuali modelli di Athlon 64 dedicati ai notebook versioni a basso voltaggio capaci di rivaleggiare più da vicino, in termini di consumi, con i Pentium M di Intel.
I tre Mobile Athlon 64, il cui costo è rispettivamente di 293$, 233$ e 193$, verranno adottati entro la fine di gennaio sui notebook prodotti da eMachines.

L'Athlon 64 3400+ è il nuovo top di gamma di quella famiglia di CPU che, nel corso dell'anno, rimpiazzerà progressivamente gli Athlon XP e si porrà come diretta rivale, sia per costi sia per prestazioni, dei Pentium 4 di Intel.

L'Athlon 64 3400+, il cui prezzo è di 417$, sarà il cuore di alcuni nuovi PC e notebook venduti nei prossimi mesi da HP, Compaq, Fujitsu Siemens Computers, Alienware e Voodoo. I precedenti modelli di Athlon 64, il 3200+ e il 3000+, costano ora rispettivamente 278$ e 218$.

In concomitanza con il lancio dei nuovi chip da parte di AMD, DivX Networks ha fatto sapere che sta lavorando sull'ottimizzazione del proprio software di codifica video, Dr. DivX, per la piattaforma AMD64.

"La nuova versione ottimizzata di Dr. DivX verrà rilasciata entro la fine dell'attuale trimestre", ha dichiarato Jerome Rota, co-fondatore e codec team lead di DivX Networks. "Con questa versione gli utenti potranno creare video DivX da qualsiasi sorgente più velocemente di quanto sia mai stato possibile prima d'ora: la tecnologia AMD64 può infatti accelerare il processo di codifica di circa il 18 percento".

Il supporto all'architettura AMD64 è stato incluso anche in Nero 6.0 Ultra Edition, la nota suite per la masterizzazione di CD e DVD sviluppata da Ahead Software.

Continuando a concentrare molti dei suoi sforzi sul mercato mobile, Intel ha ampliato la propria offerta di CPU a basso voltaggio introducendo i primi modelli di Celeron M. Ecco i dettagli.
TAG: hw
1 Commenti alla Notizia Processori, le novità d'inizio anno
Ordina