Editoriale 17/04/2000

Per spiegare le novità del MacOS X spesso si ricorre a paragoni col passato o con questo e quel sistema operativo, a guerre santa fra Windows e Mac e alla storia della "povera Apple". Siamo nel 2000: diamoci un taglio

Sulle pagine di Punto Informatico, ma non solo, si continua a parlare dell?interfaccia grafica di MacOS X , talvolta demonizzandola, talvolta divinizzandola. In particolare oggi ho letto l?articolo, apparso su Stand By, di Massimo Rotunno: egli afferma, da ?consulente informatico e giornalista? di poter valutare obiettivamente le novità e i pregi di MacOS X pur essendo, caso vuole, un utente Mac. Premetto che io, da buon utente Linux, mi voglio chiamare fuori da ogni ?guerra santa?, ma vorrei far capire a Massimo, che io non conosco ma a cui vorrei dare del tu (fra colleghi?), che forse anch?egli non è il massimo dell?obiettività. Intanto a me dispiace quando un utente Mac si debba sentir chiamato a risbrodolare la stessa piagnucolosa solfa della povera Apple che s?è fatta fregare pure le mutande dalla Microsoft cattiva. Io penso, da ex utente Mac ed ex utente Windows, che la dignità di Apple non vada difesa in questo modo. Apple ha segnato la storia del personal computer, e l?ha segnata in positivo: ha perfezionato (e non inventato) quell?interfaccia grafica sperimentata nei laboratori di Palo Alto da Xerox e ha perfezionato (e non inventato) quel topolino ad un pulsante progettato sempre nei mitici laboratori di Xerox. Apple ha avuto il grosso merito di prendere tecnologie allora molto avanzate e renderle disponibili al mercato di massa. Quello che però allora non riuscì a comprendere era che un?architettura ?aperta?, come quella di Intel, avrebbe finito col prevalere. Qui i tribunali, o la sfortuna, c?entrano poco, credetemi. L?affidabilità dei PC è scarsa, d?accordo, almeno quelli ?assemblati?, ma il loro basso costo gli ha permesso di diffondersi in ogni dove. E se Windows ha vinto è perché è riuscito a cogliere una palla al balzo che Apple, allora, non vide o non volle vedere. Detto questo, penso che MacOS X sia un ottimo sistema con un?ottima interfaccia grafica: se derivata dal Mac o da Windows, importa davvero?
Alessandro Del Rosso
TAG: apple