Claudio Tamburrino

Amazon, un abbonamento per leggere

Trapelate le prime pubblicità del servizio all-you-can-eat di Amazon dedicato ad ebook e audiolibri. Pronto a sfidare la concorrenza con centinaia di migliaia di titoli

Roma - Amazon sta testando un nuovo servizio dedicato all'editoria digitale, con titoli da consumare in abbonamento.

Il nuovo servizio si chiamerà "Kindle Unlimited" e per 9,99 dollari al mese promette l'accesso illimitato a oltre 600mila ebook (sulla pagina individuata da alcuni osservatori si parla per l'esattezza di 638.416 titoli) e migliaia di audiolibri.

Del servizio si mormora in realtà già da qualche mese, anche se mancava ancora l'ufficialità, arrivata ora forse per errore. Le prime pagine che sponsorizzavano il servizio, infatti, sono trapelate nella giornata di ieri ed è probabilmente per questo che sono state prontamente rimosse.

Ciononostante, l'esordio della nuova opzione non sarà rallentato e arriverà sul mercato dove troverà la concorrenza delle offerte omologhe come quelle di Scribd e Oyster. Anche quest'ultima, per esempio, garantisce per 9,95 dollari al mese l'accesso attraverso le principali piattaforme (da iOS ad Android) al proprio database contenente oltre 100mila volumi.
Con Scribd e Oyster, poi, collaborano grandi editori come Simon&Schuster e HarperCollins, che invece non mettono la stessa offerta a disposizione del negozio digitale di Jeff Bezos.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessTra Amazon e Hachette, l'autore gode?Lo store digitale propone agli autori il cento per cento degli introiti derivanti dalle vendite fino a quando la disputa con l'editore non sarà conclusa
  • BusinessEbook, essere letti dai libriSi affollano i servizi che puntano a monitorare le abitudini e le preferenze dei lettori: una manna per gli scrittori o solo per il marketing?
  • BusinessOyster, la grande abbuffata degli ebookCon un occhio alle sottoscrizioni su Netflix e Spotify, la startup newyorchese lancia la sua prima app per iPhone. Gli utenti potranno accedere liberamente a oltre 100mila titoli elettronici con meno di 10 dollari al mese
17 Commenti alla Notizia Amazon, un abbonamento per leggere
Ordina
  • Come funziona? Perché i libri si scaricano per leggerli offline, di solito (non ha senso una connessione flat per quei pochi kb che costituiscono un ebook), e se si offre l'accesso mensile per una quota fissa, l'utente si scarica tutto il catalogo ed avrà da leggere per degli anni, quindi non ha motivo per rinnovare l'abbonamento.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Come funziona? Perché i libri si scaricano per
    > leggerli offline, di solito (non ha senso una
    > connessione flat per quei pochi kb che
    > costituiscono un ebook), e se si offre l'accesso
    > mensile per una quota fissa, l'utente si scarica
    > tutto il catalogo ed avrà da leggere per degli
    > anni, quindi non ha motivo per rinnovare
    > l'abbonamento.

    DRM
    Ovviamente non potrai più accedere alla libreria quando smetti di pagare.
    Compresi Divina Commedia e Alice nel Paese delle meraviglie, che teoricamente sarebbero di pubblico dominio da un pezzo...
    Funz
    12975
  • contenuto non disponibile
  • >
    > DRM

    Ma sono così idioti? I drm non hanno mai funzionato.

    Inoltre, dopo la figura di m. che amazon ha fatto con il libro 1984, e la conseguente pubblicità negativa, vanno a proporre un nuovo sistema basato su drm?
    non+autenticato
  • E secondo te dovrebbero consentire di scaricare a 10 dollari centinaia di libri senza l'obbligo di rinnovare l'abbonamento? TUTTI questi servizi funzionano con i DRM, da Spotify a Netflix ecc.
    D'altronde, se l'uso dei DRM nella vendita di beni è deplorevole, negli abbonamenti è più che giusto ed è necessario. Un conto è un bene un conto è un servizio. Se io compro un bene devo esserne proprietario senza limitazioni, ma se compro un servizio l'utilizzo del bene è in licenza. Non possiamo aspettarci che un'azienda svenda i propri prodotti o agisca per filantropia. Un'azienda (qualsiasi azienda) ha come primo scopo il guadagno ed è giusto che sia così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Claudio Rossi
    > E secondo te dovrebbero consentire di scaricare a
    > 10 dollari centinaia di libri senza l'obbligo di
    > rinnovare l'abbonamento?

    Perché no, se consideri che altrimenti la gente può scaricarsi centinaia di libri dal p2p senza pagare nemmeno quei 10 dollari?


    > TUTTI questi servizi
    > funzionano con i DRM, da Spotify a Netflix
    > ecc.

    Allora sono destinati a soccombere, visto che i drm non hanno mai funzionato.

    > D'altronde, se l'uso dei DRM nella vendita di
    > beni è deplorevole, negli abbonamenti è più che
    > giusto ed è necessario.

    In tal caso, sono gli abbonamenti stessi ad essere destinati al fallimento.


    > Un conto è un bene un
    > conto è un servizio. Se io compro un bene devo
    > esserne proprietario senza limitazioni, ma se
    > compro un servizio l'utilizzo del bene è in
    > licenza.

    Un servizio è qualcosa di continuativo: se il fornitore del servizio smette di lavorare, tu ti ritrovi senza servizio. I libri, quindi, non sono un servizio, e nemmeno i film (lo sport sì, perché è in diretta)


    > Non possiamo aspettarci che un'azienda
    > svenda i propri prodotti o agisca per
    > filantropia.

    E non possiamo accettare che finga di svenderli, e metta condizioni capestro (come appunto il drm)

    > Un'azienda (qualsiasi azienda) ha
    > come primo scopo il guadagno ed è giusto che sia
    > così.

    Solo se offre servizi/prodotti utili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > - Scritto da: Claudio Rossi
    > > E secondo te dovrebbero consentire di
    > scaricare
    > a
    > > 10 dollari centinaia di libri senza
    > l'obbligo
    > di
    > > rinnovare l'abbonamento?
    >
    > Perché no, se consideri che altrimenti la gente
    > può scaricarsi centinaia di libri dal p2p senza
    > pagare nemmeno quei 10
    > dollari?
    >
    >
    > > TUTTI questi servizi
    > > funzionano con i DRM, da Spotify a Netflix
    > > ecc.
    >
    > Allora sono destinati a soccombere, visto che i
    > drm non hanno mai
    > funzionato.

    Certo, certo, se lo dici tu:
    http://www.digitalbookworld.com/2014/amazon-booms-.../
    non+autenticato
  • Quello è la vendita dell'hardware, cosa c'entra?

    Un modello di business o un servizio può soccombere senza portare alla bancarotta la società che l'ha adottato, se questa ha diversificato a sufficienza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > Quello è la vendita dell'hardware, cosa c'entra?
    >
    Se non ci arrivi da solo
    non+autenticato
  • Non voglio di sicuro arrivare al tuo livello. Mi batteresti con l'esperienza.
    non+autenticato
  • I tuoi discorsi non stanno in piedi, nulla di ciò che hai scritto è logico. Probabilmente tu sei uno di quelli che pretende che tutta la cultura sia gratis e che tutto su internet si possa scaricare senza pagare un centesimo e tutti questi bei discorsi che oggi vanno tanto di moda. Dimmi un po', tu che lavoro fai? Ti piacerebbe che la gente si accaparrasse tutto il frutto del tuo lavoro senza pagarti un centesimo?

    "Perché no, se consideri che altrimenti la gente può scaricarsi centinaia di libri dal p2p senza pagare nemmeno quei 10 dollari?"

    Tu stai paragonando un servizio legale con un modo illegale di usare internet. Non si può fare un paragone simile: sarebbe come dire che è più costoso comprare in un determinato supermercato piuttosto che rubare in un altro. Mi sembra davvero stupido come paragone.

    "Allora sono destinati a soccombere, visto che i drm non hanno mai funzionato."

    Certo, come no? Infatti Netflix sta facendo incassi milionari negli Stati Uniti e Spotify è il servizio musicale più famoso al mondo. Oggi ho letto che in Italia (non su Marte) secondo l'ultimo report dell'industria musicale l'utilizzo di questi servizi musicali in streaming ha superato il download musicale. E tutti i servizi di streaming usano DRM, mentre il download no.

    "In tal caso, sono gli abbonamenti stessi ad essere destinati al fallimento."

    C'è bisogno di risponderti anche a questa?

    "Un servizio è qualcosa di continuativo: se il fornitore del servizio smette di lavorare, tu ti ritrovi senza servizio. I libri, quindi, non sono un servizio, e nemmeno i film (lo sport sì, perché è in diretta)"

    Questa proprio non la capisco (e forse non la capisci nemmeno tu se la rileggi). Visto che secondo te i libri non possono essere un servizio, prova ad andare in una libreria e chiedi al commesso se per dieci euro ti danno anche solo 100 libri (senza che tu li restituisca mai). No, davvero. Prova. Se riesci a farteli dare ti pago il valore dei 100 libri.

    "E non possiamo accettare che finga di svenderli, e metta condizioni capestro (come appunto il ddm)"

    In questo caso non te li vende, ti dò una licenza di utilizzo su abbonamento mensile. Cosa ci vuole a capirlo?

    "Solo se offre servizi/prodotti utili."

    Se per te leggere è una cosa inutile questo è un altro paio di maniche, ma allora perché scrivi tutti questi commenti su una cosa che non ti interessa nemmeno? Dì pure subito che reputi la lettura inutile e buonanotte, no?
    non+autenticato
  • Chi legge un libro ogni 2-3 mesi non spende 10 $ (o euro o sterline) al mese per leggere mezzo libro.

    Chi legge molto (almeno un libro al mese o ogni 15 giorni) probabilmente trova offerte più convenienti, e che gli permettono di TENERSI l'ebook invece di affittarlo. Oltre a essere molto pochi.

    Sarò negativo, ma non mi pare un'offerta sensata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Shu
    > Chi legge un libro ogni 2-3 mesi non spende 10 $
    > (o euro o sterline) al mese per leggere mezzo
    > libro.
    >
    > Chi legge molto (almeno un libro al mese o ogni
    > 15 giorni) probabilmente trova offerte più
    > convenienti, e che gli permettono di TENERSI
    > l'ebook invece di affittarlo. Oltre a essere
    > molto
    > pochi.
    >
    > Sarò negativo, ma non mi pare un'offerta sensata.

    La media in Italia e' un libro all'anno
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puffo inventore
    > - Scritto da: Shu
    > > Chi legge un libro ogni 2-3 mesi non spende 10 $
    > > (o euro o sterline) al mese per leggere mezzo
    > > libro.
    > >
    > > Chi legge molto (almeno un libro al mese o ogni
    > > 15 giorni) probabilmente trova offerte più
    > > convenienti, e che gli permettono di TENERSI
    > > l'ebook invece di affittarlo. Oltre a essere
    > > molto
    > > pochi.
    > >
    > > Sarò negativo, ma non mi pare un'offerta
    > sensata.
    >
    > La media in Italia e' un libro all'anno

    Limitatamente a coloro che leggono.