Claudio Tamburrino

L'Italia vuole diritti e doveri per Internet

Entro la fine di luglio inizieranno i lavori di una Commissione costituita ad hoc per discutere un testo che rappresenti il Bill of Right della Rete italiana. Con aspirazioni europee

Roma - La Presidente della Camera Laura Boldrini è tornata a parlare di Internet e legge promuovendo la necessità di un vero e proprio "Internet Bill of rights".

Dopo esser finita al centro di invettive e minacce online, Laura Boldrini aveva già preso più volte la parola per denunciare l'anarchia della Rete e la necessità di predisporre nuove leggi per arginarla. A poche settimane dalla sua elezione, Boldrini aveva parlato di tale bisogno perché "se il web è vita reale, e lo è, se produce effetti reali, e li produce, allora non possiamo più considerare meno rilevante quel che accade in Rete rispetto a quel che succede per strada" e aveva invocato il ritorno al rigore della legge Mancino a proposito dell'incitamento al razzismo e all'odio razziale su web. Erano divampate polemiche tali, con annessi riferimenti all'ombra della censura e alle leggi speciali per fermare l'anarchia del Web, da spingere il Presidente a rettificare la sua posizione smentendo l'intenzione di affrontare l'argomento di una nuova legge per il web e parlando solo della volontà di "arginare la violenza contro le donne, anche in rete: d'altra parte le pari opportunità e la difesa delle donne sono uno dei cavalli di battaglia della politica di Laura Boldrini.

Nonostante questa parziale rettifica, tuttavia, il Presidente della Camera era poi tornata sull'argomento lo scorso giugno, facendosi promotrice di una proposta che aveva ambizioni europee e che aveva già fatto parlare di un vero e proprio "Internet Bill of Rights" sul modello del cosiddetto Marco Civil, legge-quadro brasiliana che fissa i principi in materia di diritto d'accesso, tutela della privacy, neutralità della Rete e libertà di espressione.
Ora Boldrini è tornata a parlare di Internet dal palco della conferenza organizzata dalla Camera "Da Net Mundial in Brasile all'Internet Governance forum in Turchia": pur ribadendo l'importanza degli strumenti offerti dalla Rete per le democrazie e parlando della cittadinanza digitale come di una "nuova grande opportunità", Boldrini ha puntato il dito contro le possibili minacce, le criticità che dovrebbero essere affrontate dal legislatore e la necessità di fare attenzione alle minoranze "che talvolta in rete sono sottoposti ad attacchi tali da indurli ad abbandonare il campo e le donne spesso oggetto di insulti sconci e di minacce a sfondo sessuale."

Accanto alla posizione di Laura Boldrini, d'altronde, si schiera anche l'associazione europea degli operatori di telecomunicazioni (Etno, The European Telecomunications Network Operators' Association) che ha invocato un approccio europeo con una governance unica.

Pur ribadendo l'importanza del Web per la democrazia, dunque, Boldrini ha esplicitamente chiesto leggi precise, con lo scopo di garantire che Internet "sia davvero uno spazio accessibile a tutti, e non un dominio dei violenti". Il Presidente della Camera ha così istituito una Commissione per un "Internet Bill of rights" che inizierà i lavori il prossimo 28 luglio.

A farne parte saranno "deputati attivi sui temi dell'innovazione tecnologica e dei diritti fondamentali, studiosi ed esperti", tra cui Stefano Rodotà, Luca De Biase, Juan Carlos De Martin, Marco Pierani e Stefano Quintarelli: loro compito sarà redigere una serie di proposte da sottoporre a consultazione pubblica "per assicurare una partecipazione più larga possibile alla definizione di un testo finale".
Essi discuteranno ed potranno interagire con i cittadini attraverso la piattaforma Civici, al centro delle critiche di alcuni osservatori, perché basata su tecnologia proprietaria e per questo poco adatta ad assolvere agli scopi di un confronto trasparente e aperto.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
58 Commenti alla Notizia L'Italia vuole diritti e doveri per Internet
Ordina
  • ...che pena.
    non+autenticato
  • Qual'è stato il processo mentale della Boldrini che ha scaturito questa nomea della rete: "siccome non riusciamo ad avere il controllo totale, la chiamiamo così"?
    non+autenticato
  • il fatto che uno parta dal problema del bullismo (sessuale e non) non testimonia di un approccio equilibrato al problema dei diritti digitali, che e' mooolto piu sfaccettato. non sono in grado poi di capire se tra tutti gli esperti messi in mezzo ci siano anche dei competenti specifici sulla logica anche libertaria di internet, e inoltre ritengo che chi si faccia promotore dovrebbe essere gia lui un esperto. la gioia delle telco poi chiaramente testimonia la presenza di forti interessi di lobby.
    quindi vedo sicuramente rischi di ottenere una iniziativa burocratico repressiva, obsoleta, ecc..

    cio detto, pero sparare a priori sull'idea di fare leggi europee che fissino qualche paletto invece di sottostare libertariamente alle angherie dei grossi potentati economici in rete,
    beh, non ci sputerei sopra.. se ricordo che anche il liberismo si rifa alla parola liberta'..
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    > il fatto che uno parta dal problema del bullismo
    > (sessuale e non) non testimonia di un approccio
    > equilibrato al problema dei diritti digitali, che
    > e' mooolto piu sfaccettato. non sono in grado poi
    > di capire se tra tutti gli esperti messi in mezzo
    > ci siano anche dei competenti specifici sulla
    > logica anche libertaria di internet, e inoltre
    > ritengo che chi si faccia promotore dovrebbe
    > essere gia lui un esperto. la gioia delle telco
    > poi chiaramente testimonia la presenza di forti
    > interessi di lobby.
    >
    > quindi vedo sicuramente rischi di ottenere una
    > iniziativa burocratico repressiva, obsoleta,
    > ecc..
    >
    > cio detto, pero sparare a priori sull'idea di
    > fare leggi europee che fissino qualche paletto
    > invece di sottostare libertariamente alle
    > angherie dei grossi potentati economici in
    > rete,
    > beh, non ci sputerei sopra.. se ricordo che anche
    > il liberismo si rifa alla parola
    > liberta'..

    L'importante è almeno che non sia la Boldrini a "dettare l'agenda", se no stiamo freschi ...
    Ma sono comunque pessimista: quando la politica si muove, ormai, è quasi sempre per fare modifiche in senso peggiorativo, che vanno a scapito della libertà, della democrazia e dei diritti dei cittadini.
    Non vedo perchè in questo caso dovrebbe essere diverso.

    Fosse per me, non farei nulla, nessuna nuova legge.
    Tanto i soprusi delle agenzie statali di informazione e sicurezza verrebbero fatti comunque (ma contro queste ci si può difendere individualmente, con la tecnologia dell'anonimato e della crittografia), mentre verrebbero certamente messi degli occhiuti controlli a danno dei cittadini.
    C'è qualcuno che vuole scommettere che non andrà così?
    non+autenticato
  • Ma non cidoveva essere l'agcom che si occupava di queste cose? so che mega rimuove il materiale se segnalato. a che servono sti sequestri preventivi.
    Ho dovuto spiegare a tutti i miei clienti come aggirare la censura italiana per scaricare i nostri file -.-
    Già immagino che dani combineranno.
  • Purtroppo c'è del vero, si usa una scusa per altri fini censori,va sempre così quando si discute di questioni legate alla rete.

    - Scritto da: NemoTizen
    > Ma non cidoveva essere l'agcom che si occupava di
    > queste cose? so che mega rimuove il materiale se
    > segnalato. a che servono sti sequestri
    > preventivi.
    > Ho dovuto spiegare a tutti i miei clienti come
    > aggirare la censura italiana per scaricare i
    > nostri file
    > -.-
    > Già immagino che dani combineranno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Thepassenge r
    > Purtroppo c'è del vero, si usa una scusa per
    > altri fini censori,va sempre così quando si
    > discute di questioni legate alla
    > rete.
    >
    > - Scritto da: NemoTizen
    > > Ma non cidoveva essere l'agcom che si
    > occupava
    > di
    > > queste cose? so che mega rimuove il
    > materiale
    > se
    > > segnalato. a che servono sti sequestri
    > > preventivi.
    > > Ho dovuto spiegare a tutti i miei clienti
    > come
    > > aggirare la censura italiana per scaricare i
    > > nostri file
    > > -.-
    > > Già immagino che dani combineranno.
    Mega dovrebbe rimuovere tutto, troppo comodo mettere migliaia di link anche doppi tripli quadrupli e poi rimuovere su segnalazione. Chi detiene i diritti dovrebbe stare a guardare quello che combina lui giorno e notte e comunque accettare che per giorni a rotazione le sue opere siano lì. Riesce a rimuovere tutto il materiale segnalato e creare mano mano black list di utenti e file? No? Eppure non dovrebbe essere un problema per uno bravo come lui.
    non+autenticato
  • > Chi detiene i diritti dovrebbe stare a guardare
    > quello che combina lui giorno e notte e comunque
    > accettare che per giorni a rotazione le sue opere
    > siano lì.

    Chi detiene i diritti, vendendo il dvd, ha preso il suo compenso in quell'occasione. Se hai un bene lo affitti o vendi, ma se lo vendi non prendi più l'affitto.
    non+autenticato
  • Si ... diciamo bloccato ... almeno nelle intenzioni ... ma come si sa le strade dell'inferno sono tutte lastricate di buone intenzioni Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ...quella mattina ci risveglieremo nel medioevo della comunicazione.
    non+autenticato
  • Piuttosto, nella civiltà. E sarebbe anche ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > Piuttosto, nella civiltà. E sarebbe anche ora.

    la civiltà sarebbe chiudere internet per favorire le videoteche, giusto!?!

    fattene una ragione, il kebabbaro sta usando i tuoi locali meglio di quanto abbia fatto tu Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Povero webbaro, a corto di argomenti e con le spalle al muro puoi solo insultare, per di più a sproposito.
    Io sono a favore della libera condivisione del sapere e per la riforma del diritto d'autore. Sono contrario all'anarchia. Considera le tue pacchiane offese rispedite al mittente.Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > Povero webbaro, a corto di argomenti e con le
    > spalle al muro puoi solo insultare, per di più a
    > sproposito.
    > Io sono a favore della libera condivisione del
    > sapere e per la riforma del diritto d'autore.
    > Sono contrario all'anarchia. Considera le tue
    > pacchiane offese rispedite al mittente.
    >Sorride


    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > Piuttosto, nella civiltà. E sarebbe anche ora.

    Perché non ti trasferisci da Vladimir, da Aleksandr, da Nursultan o da Kim-Jong-coso? Lì sono civilissimiCon la lingua fuori
    Funz
    12975
  • No, semplicemente, quando la legge sarà pronta, sarà obsoleta perchè nel frattempo sarà cambiato tutto in rete, e la legge si riferirà a servizi che nessuno userà più.
    non+autenticato
  • Al contrario di quanto pensano i webbari (supponenti e arroganti come sempre), i legislatori non sono stupidi. Non si tratta di legiferare sui servizi ma di dichiarare una volta per tutte che internet va considerata uno spazio come tutti gli altri. Non si può fare apologia del fascismo nel mondo reale e nemmeno in rete, tanto per fare un esempio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Voice of Reason
    > Al contrario di quanto pensano i webbari
    > (supponenti e arroganti come sempre), i
    > legislatori non sono stupidi. Non si tratta di
    > legiferare sui servizi ma di dichiarare una volta
    > per tutte che internet va considerata uno spazio
    > come tutti gli altri. Non si può fare apologia
    > del fascismo nel mondo reale e nemmeno in rete,
    > tanto per fare un esempio.

    In tutti i paesi ? Sicuro sicuro ? Anche in posti come Tonga ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > In tutti i paesi ? Sicuro sicuro ? Anche in posti
    > come Tonga
    > ?

    Stiamo parlando di Europa. Immagino che quando l'Europa avrà finalmente ammaestrato internet, tu andrai a vivere in Tonga.Sorride

    Webbari. Dovrei ignorarvi, tanto non contate nulla. I legistlatori faranno piazza pulita del vostro sudiciume, mettetevi l'animo in pace.Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)