Claudio Tamburrino

In Cina Internet è mobile

Il sorpasso degli smartphone ai danni dei PC è già avvenuto a Pechino. Mentre il mercato asiatico si avvia alla possibile saturazione della sua pur enorme domanda

Roma - Secondo un rapporto redatto da China Internet Network Information Center (CNNIC) sono più gli utenti che in Cina si collegano ad Internet almeno una volta da dispositivi mobile invece che da PC.

In generale, il numero notale di netizen cinesi è cresciuto di 2,3 punti percentuali, arrivando a 632 milioni alla fine di giugno: si tratta in realtà della crescita minore degli ultimi 8 anni, probabilmente segno anche dell'avvicinamento alla saturazione del mercato, nonostante una penetrazione ferma al 46,9 per cento della popolazione e 450 milioni di persone - quelle delle aree rurali del Paese - che non si sono mai connesse.

Di questo totale, 527 milioni, cioè l'83 per cento, si è connesso almeno una volta da un dispositivo mobile: una crescita di 5,4 punti rispetto al 2013 che le permette di superare per la prima volta coloro che si sono connessi almeno una volta da PC (l'80,9 per cento dei netizen).
La statistica non mette in evidenza la percentuale di tempo che gli utenti che usano entrambi i tipi di connessione abbiano dedicato a ciascuno dei due tipi di terminale, ma il dato basta ad evidenziare la crescente importanza del mercato mobile cinese. La Cina, anche per questo, è il mercato più grande di smartphone al mondo: conta - secondo i numeri di IDC - circa un terzo dei circa 1,8 miliardi di smarphone distribuito globalmente ogni anno.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate