Claudio Tamburrino

Agcom misura l'Internet mobile

L'analisi delle migliori tecnologie 3G a disposizione degli operatori offre in media una connessione da 6,7Mbps. Ma si tratta di un valore ottenuto nelle migliori delle condizioni possibili

Roma - Agcom ha rilasciato il secondo rapporto dell'osservatorio Misura Internet Mobile, che svolge l'attività di monitoraggio sulle connessioni dati a banda larga mobile affidata all'authority dalla delibera n. 154/12/CONS. Secondo i dati relativi al periodo compreso tra il 15 novembre 2013 e il 21 marzo 2014, in media le connessioni mobile 3G in Italia viaggiano a 6,7Mbps, (rispetto ai 42 megabit teorici). Non sono state invece prese in considerazione quelle 4G (oggetto delle rilevazioni del prossimo anno).

Tim, con una velocità di 8,4 megabit, ha scavalcato Vodafone come l'operatore più veloce in download (ad essere testato è stato il protocollo http). In upload Vodafone e Tim sono invece alla pari con una velocità di 1,9 megabit, mentre Vodafone arriva prima nella gara all'apertura di una pagina web comune (2,45 secondi, contro i 2,74 di Tim), grazie a un proprio sistema di compressione, mentre il mobile di Telecom arriva primo nell'apertura di una pagina attraverso protocollo https.
H3G e Wind seguono in quest'ordine la classifica, il primo con valori di 5,9 e 1,5 megabit (rispettivamente download e upload); il secondo con 5,1 e 1,3 megabit. 

I test sulle connessioni mobile italiane sono stati condotti dalla Fondazione Ugo Bordoni (FUB) che ha effettuato la ricerca con la tecnica dei drive test, strumento ritenuto utile per una valutazione orientativa della situazione delle reti mobile, a partire da una "fotografia delle prestazioni della rete in specifici istanti e luoghi": questo significa altresì che occorre fare alcuni distinguo. Innanzitutto, dal momento che lo scopo principale dell'operazione è quello di misurare sul campo le prestazioni conseguibili dai sistemi e dalle reti disponibili "predisposti secondo la migliore tecnologia possibile che ciascun operatore è in grado di mettere in campo", solo queste sono state prese in considerazione e non la media dei servizi offerti agli utenti.
Così, Agcom ha rilevato che Tim ha un basso tasso di utenti dotati di tali migliori tecnologie (appena il 5 per cento del totale), mentre Vodafone primeggia con il 23,4 per cento, seguita da H3G che fa arrivare tali tecnologie al 20,9 per cento degli utenti: sarebbe peraltro ancora diversa la percentuale se si tenesse conto della quantità di traffico affidata alle migliori tecnologie, classifica nella quale il primo posto spetterebbe proprio a Tre.  

Un altro distinguo riguarda le SIM con priorità. L'Autorità ha infatti spiegato che Tim, Vodafone e H3G, a differenza di Wind, hanno policy di gestione rete che danno priorità - in base a numerosi diversi parametri - ad alcuni utenti penalizzandone altri per l'accesso alle risorse e che, sempre in base al principio della tecnologia migliore, sono state prese in considerazione queste sim, "allo scopo di emulare gli utenti in grado di utilizzare al meglio la best technology e quindi le prestazioni della rete". 

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
6 Commenti alla Notizia Agcom misura l'Internet mobile
Ordina
  • Io allora ho giusto sentito l'odore del pollo.

    I 7 MBit mi arrivano si ... con l'adsl; Tim, che 'e il migliore operatore, non supera mai, nelle condizioni migliori 1 Megabit.

    Il rapporto sembra scritto dal maekrting dei provider.
    Nessuno ha esperienze da condividere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Io allora ho giusto sentito l'odore del pollo.
    >
    > I 7 MBit mi arrivano si ... con l'adsl; Tim, che
    > 'e il migliore operatore, non supera mai, nelle
    > condizioni migliori 1
    > Megabit.
    >
    > Il rapporto sembra scritto dal maekrting dei
    > provider.
    > Nessuno ha esperienze da condividere?

    Prova a metterti nelle vicinanze di un ripetitore, con segnale di almeno 20 asu, magari in orari non di punta, e poi vedi come va.
    Se non ti aggrada, prova ad analizzare il comparto radio del tuo telefono liberandolo da connessioni bluetooth e wifi eventualmente attivate
    non+autenticato
  • mobile 3G in Italia viaggiano a 6,7Mbps ... media di che tipo ... con che tipo di campioni ... distribuzione spaziale/temporale dei campioni. Se non si definiscono questi valori allora stiamo parlando della media dei 2 polli, in cui io mangio 2 polli un altro non ne mangia, ma in media ne abbiamo mangiato 1 ciascuno.
    non+autenticato
  • Ma oltre a questo, va sempre ricordato che le reti 2G/3G/4G viaggiano via etere. Molto spesso si sottovaluta l'importanza della ricezione del segnale, della distanza tra il client e il ripetitore a cui si aggancia, presenza o meno di ostacoli, rifrazioni di segnali, interferenze, ecc.
    Anche un solo dBm in meno può fare una differenza notevole in termini velocità di trasmissione, pertanto le prove andrebbero fatte in condizioni ideali con valori di segnale asu identici.
    A questo mettiamoci pure che i modulo radio degli smartphone spesso sono fatti coi piedi, rispetto ai telefoni di altre generazioni che avevano perfino il connettore per l'antenna esterna (buoni vecchi Ericsson!) e debbono gestire anche frequenze dei 2.4 Ghz del wifi oltre ai 900/1800 Mhz della connessione col gestore. Con un incasinamento di segnali tale che porta a dei colli di bottiglia pazzeschi, specie quando si lascia attivato il Wi-Fi e la connessione 3G insieme
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > mobile 3G in Italia viaggiano a 6,7Mbps ... media
    > di che tipo ... con che tipo di campioni ...
    > distribuzione spaziale/temporale dei campioni. Se
    > non si definiscono questi valori allora stiamo
    > parlando della media dei 2 polli, in cui io
    > mangio 2 polli un altro non ne mangia, ma in
    > media ne abbiamo mangiato 1
    > ciascuno.
    beh se leggi il pdf un po di queste info ci sono... a p.i. sapeva fatica, forse, riportare piu' dati... ma "la'" ci sono
    non+autenticato
  • il 3g funge mediamente al di sotto del piu' scarso profilo HSDPA proposto gia nel 2007.
    E anche le "punte" non si discostano di molto.

    Bene cosi' direi...Con la lingua fuori
    non+autenticato