Tira aria di domini .eu

Secondo EURid entro marzo si avranno i tempi certi ma a settembre 2004 dovrebbe partire il Sunrise Period e da novembre 2004 si apriranno le danze. Ecco i primi dettagli sulle estensioni più attese in Europa

Roma - Sono ancora molti i passi da fare ma si avvicina il momento in cui imprese, enti e persone fisiche residenti in Europa potranno aggiudicarsi uno o più domini internet con suffisso europeo.eu. EURid, il consorzio che dovrà gestire la rete dei registrar.eu a cui si rivolgeranno gli utenti interessati, ha confermato che la data di lancio ufficiale dei domini.eu potrebbe essere il primo novembre 2004.

La stessa EURid, comunque, mette in guardia sui tempi perché prima di poter lanciare i domini la Commissione Europea dovrà completare la policy delle registrazioni, che è al momento ancora in fase di elaborazione, e firmare il contratto di servizio con la stessa EURid. Questa, a sua volta, dovrà stringere un contratto con ICANN che dovrà formalizzare l'assegnazione della gestione dei server DNS a EURid. Infine EURid dovrà stringere accordi di servizio con una rete di registrar che nei diversi paesi europei consentiranno la registrazione dei domini.eu. Il primo novembre, dunque, è al momento da considerarsi solo una indicazione di massima.

Il costo della registrazione dei domini.eu per il primo anno non dovrebbe superare di molto i 10 euro. Questo, infatti, è il prezzo previsto da EURid per i registrar i quali, però, potranno a loro volta caricarlo di qualche euro quale compenso per i propri servizi di registrazione.
Quale che sia la data, comunque, due mesi prima partirà una fase delicatissima nota come Sunrise Period. In questi due mesi i detentori di trademark e copyright potranno sottoporre ad EURid le proprie richieste di domini relativi ai propri marchi: una volta approvate, le domande di domini potranno essere accolte attraverso il registrar scelto dal detentore del marchio.

Superato il Sunrise Period i domini.eu saranno assegnati seguendo i principi di sempre, vale a dire first come, first served, in altre parole "chi primo arriva meglio alloggia". Un detentore di marchio potrà comunque in qualsiasi momento rivendicare un dominio.eu adendo le procedure di risoluzione dei contenziosi sui domini.eu che devono ancora essere messe a punto.

EURid, inoltre, ricorda a tutti coloro che vogliono effettuare pre-registrazioni di domini.eu presso aziende che dicono di offrire questi servizi, che, allo stato, nessuna pre-registrazione ufficiale può essere fatta, nessuna garanzia può essere data a chicchessia e che, dunque, nessuna pre-registrazione dà diritto ad alcunché.
TAG: domini
6 Commenti alla Notizia Tira aria di domini .eu
Ordina