Uno standard per i device consumer

Philips e Samsung tentano la via di uno standard per migliorare l'interoperatività e tagliare i costi dei più diffusi dispositivi domestici. Compresi VCR digitali e lettori DVD

Milano - Philips e Samsung hanno unito le proprie forze per sviluppare e promuovere un'interfaccia di programmazione universale, chiamata UH-API, per le applicazioni domestiche. I due colossi sperano che l'affermarsi di un'API (Application Program Inteface) standard possa dare un'ulteriore spinta ad un mercato, quello dell'elettronica consumer, dove entrambe nutrono grandi interessi.

Le divisioni semiconduttori di Philips e Samsung, che definiranno insieme il programma UH-API, prevedono di coinvolgere nelle attività di sviluppo e diffusione dello standard altri importanti nomi del settore.

A seguito di questo accordo, entrambe le aziende riorganizzeranno le proprie risorse interne per sviluppare chipset e soluzioni, fra cui la piattaforma Nexperia Home di Philips e i chipset per HD TV di Samsung, compatibili con lo standard UH-API: i primi prototipi saranno mostrati entro la fine dell'attuale trimestre.
Le due partner sostengono che la cooperazione per sviluppare un'interfaccia stabile e indipendente dall'hardware migliorerà l'interoperabilità dei prodotti di elettronica di consumo, dei sistemi e delle applicazioni software. Lo standard promette inoltre di ridurre i tempi di introduzione sul mercato dei nuovi dispositivi domestici e, di conseguenza, abbassarne i costi di sviluppo.

"La creazione dello standard API Universal Home rappresenta un passo fondamentale per continuare il processo di innovazione in un mercato dove i prodotti e sistemi di elettronica sono sempre più complessi. Il nostro accordo con Samsung Electronics rappresenterà un importante catalizzatore di cambiamento per questo settore", ha dichiarato Leon Husson, executive vice president della divisione Consumer Business di Philips Semiconductors. "Si tratta di un cambiamento radicale: da prodotti di elettronica di consumo sviluppati in modo indipendente, le cui caratteristiche sono legate agli schemi proprietari dell'azienda produttrice, si andrà verso una scelta ampia e condivisa di sistemi hardware che possono adattarsi alle molteplici caratteristiche dei diversi marchi".

La soluzione UH-API, compatibile con le principali piattaforme hardware e software del settore, consiste in un set di interfacce software per configurare e controllare i componenti audio e video di dispositivi consumer quali televisori, set-top box, lettori e i registratori DVD, personal video recorder, server domestici e altri device audio-video domestici.
TAG: mercato
5 Commenti alla Notizia Uno standard per i device consumer
Ordina