Alfonso Maruccia

BitTorrent e la chat sicura P2P

L'azienda nata sul protocollo di file sharing si impegna nella messaggistica cifrata. Con un prodotto preliminare che, giurano, sia a prova di intercettazioni: Bleep

Roma - Il software per le comunicazioni cifrate e P2P di BitTorrent Inc si chiamerà Bleep, e stando a quanto dice l'azienda produttrice fornirà agli utenti quel livello di sicurezza indispensabile nell'epoca post-Datagate per chi ancora tiene alla privacy delle proprie conversazioni in Rete.

Bleep rappresenta il risultato di uno sforzo creativo intrapreso mesi fa, un software di comunicazione decentralizzata che non passa per alcun server centrale e permette lo scambio di messaggi testuali o chiamate vocali tra utenti. Il client di messaggistica fa naturalmente uso della rete P2P di BitTorrent, scambiando i dati delle comunicazioni (testuali o vocali) tramite i nodi del network o attraverso i server centrali gestiti dalla corporation: nessuno "traccia o archivia informazioni" sulle comunicazioni, spiega l'azienda, nemmeno temporaneamente o sotto forma di metadati.

Bleep fa uso di un sistema crittografico basato sull'uso di una coppia di chiavi pubblica/privata, e usa algoritmi di cifratura end-to-end che "dovrebbe rappresentare la nuova norma nell'era post-Snowden" dice BitTorrent Inc.
Al momento Bleep è un software in stato di pre-alpha esclusivo per OS Windows 7/8, gli utenti possono registrarsi sul sito ufficiale per partecipare ai test del codice. Ulteriori versioni per sistemi operativi diversi (Mac OS) o gadget mobile sono in arrivo.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaBitTorrent, la chat protetta e decentralizzataBitTorrent Inc. torna a parlare del progetto di chat anti-NSA sul blog aziendale, promettendo di sviluppare un sistema a prova di sorveglianza con il meglio delle tecnologie di sicurezza e condivisione oggi disponibili
4 Commenti alla Notizia BitTorrent e la chat sicura P2P
Ordina