Gaia Bottà

Pedoporno, anche Microsoft ha l'occhio lungo

Le cronache confermano che la lotta alla pedopornografia giustifica l'innesco di automatismi di monitoraggio. Anche Microsoft, e così altri colossi della Rete, segnalano alle autorità le immagini degli abusi

Roma - Non è solo Google a vigilare su certi contenuti che i suoi utenti scambiano in Rete, dimostrando con forza la propria adesione alla crociata contro la pedopornografia: non sorprende apprendere che anche Microsoft opera in maniera proattiva per scongiurare la diffusione di immagini di abusi sui minori, per non rendersi complice, con gli strumenti che mette a disposizione, di agevolare il perpetrarsi di un reato capace di scuotere scuote cronache e coscienze.

A rendere noto quello che è un episodio delle routine del colosso di Redmond è un documento processuale ottenuto dal sito specializzato in indiscrezioni The Smoking Gun: Microsoft ha individuato, rimosso e segnalato un'immagine che ritraeva una minorenne in atteggiamenti intimi sull'account SkyDrive (ora OneDrive) di un utente della Pennsylvania. È stato arrestato il 31 luglio, testimoniano i documenti legali, e ha ammesso di scambiare con altri soggetti delle immagini pedopornografiche a mezzo chat, email e smartphone.

BBC si è rivolta alla polizia locale per ottenere informazioni sulla procedura adottata: analogamente a quanto accaduto per il recente arresto di un altro cittadino statunitense colpevole di aver impiegato Gmail per trafficare in pedopornografia, le forze dell'ordine sono state informate dal National Center for Missing and Exploited Children (NCMEC), istituzione che fa da punto di riferimento negli States per la lotta all'abuso sui minori. A sua volta, il NCMEC è stato informato da Microsoft, che ha rilevato il caricamento sui propri servizi il materiale pedopornografico.
"Nel 2009 - spiega alla BBC un rappresentante della Digital Crimes Unit di Microsoft - abbiamo contribuito allo sviluppo di PhotoDNA, una tecnologia che mira a soffocare le diffusione di immagini di abusi sui minori, che riportiamo al National Center for Missing and Exploited Children come previsto dalla legge". La tecnologia, capace di classificare e rendere facilmente identificabili le immagini pedopornografiche che le autorità hanno già riconosciuto come tali, opera in maniera automatica, senza necessità dell'intervento e della discrezionalità umana: messa a disposizione del NCMEC, è stata adottata volontariamente dalle "maggiori aziende statunitensi" che hanno accettato nel contempo di farsi carico dell'obbligo legale di segnalare al NMEC le immagini, una volta individuate sui propri server.

Si tratta di una pratica che tanto Microsoft quanto Google dichiarano esplicitamente di impiegare nelle condizioni d'uso dei propri servizi: Redmond spiega che "adotta tecnologie per il rilevamento automatico di pedopornografia o comportamenti offensivi che potrebbero danneggiare il sistema, gli utenti o chiunque altro". A preoccupare resta l'indefinitezza che aleggia intorno ai "comportamenti offensivi": quale sarà la prossima crociata a concretizzarsi in una tecnologia volta al monitoraggio?

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle, il pedoporno fa eccezioneDopo aver contribuito ad un arresto, la Grande G precisa: ogni immagine pedopornografica da tempo viene rimossa e segnalata alle autorità automaticamente. Ma non esiste alcun sistema di monitoraggio e rilevazione del crimine
  • AttualitàGoogle, il pedoporno non passa inosservatoMountain View contribuisce all'arresto di un uomo, ora accusato per detenzione e diffusione di immagini pedopornografiche. Gmail vede e provvede, sul crinale tra privacy e lotta agli abusi sui minori
  • AttualitàPedoporno, il dovere morale di MicrosoftBing accoglie le richieste del Primo Ministro britannico: il motore di ricerca, sensibile a certe parole chiave, avvertirà gli utenti dell'illegalità dei contenuti pedopornografici. Nessuna intimidazione relativa a lavoro e famiglia
45 Commenti alla Notizia Pedoporno, anche Microsoft ha l'occhio lungo
Ordina
  • Al di là della questione in merito al pedoporno, Microsoft si aggiunge a Google e Facebook nel gruppo degli spioni da cui stare più alla larga possibile.
    Di questo passo sarà come per l'olio di palma e di cocco, ovvero sarà sempre più difficile salvarsi da questi pericoli.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Al di là della questione in merito al pedoporno,
    > Microsoft si aggiunge a Google e Facebook nel
    > gruppo degli spioni da cui stare più alla larga
    > possibile.
    > Di questo passo sarà come per l'olio di palma e
    > di cocco, ovvero sarà sempre più difficile
    > salvarsi da questi
    > pericoli.
    per la verita' e' gia tardi... conviene leggere il thread su google (o almeno il mio post la'... sul NCMEC... e anche il PROTECT Our Children Act ). cloud, isp, cdn... tutti frugano e segnalano e/o ,alla meglio, cancellano. Si, anche iCloudCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Al di là della questione in merito al pedoporno,
    > Microsoft si aggiunge a Google e Facebook nel
    > gruppo degli spioni da cui stare più alla larga
    > possibile.
    > Di questo passo sarà come per l'olio di palma e
    > di cocco, ovvero sarà sempre più difficile
    > salvarsi da questi
    > pericoli.
    O come apple che mette le backdoor e ti spia i ca**i tuoi sull'iphone.
    A me piace un sacco che voi invasati avete sempre due pesi e due misure per qualunque argomento.
  • - Scritto da: ogekury
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Al di là della questione in merito al
    > pedoporno,
    > > Microsoft si aggiunge a Google e Facebook nel
    > > gruppo degli spioni da cui stare più alla
    > larga
    > > possibile.
    > > Di questo passo sarà come per l'olio di
    > palma
    > e
    > > di cocco, ovvero sarà sempre più difficile
    > > salvarsi da questi
    > > pericoli.
    > O come apple che mette le backdoor e ti spia i
    > ca**i tuoi
    > sull'iphone.

    Documenta pure.

    > A me piace un sacco che voi invasati avete sempre
    > due pesi e due misure per qualunque
    > argomento.

    Anche a me piace un sacco vedere i troll arrabbattarsi da 30 anni nel dare contro ad Apple.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: ogekury
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Al di là della questione in merito al
    > > pedoporno,
    > > > Microsoft si aggiunge a Google e
    > Facebook
    > nel
    > > > gruppo degli spioni da cui stare più
    > alla
    > > larga
    > > > possibile.
    > > > Di questo passo sarà come per l'olio di
    > > palma
    > > e
    > > > di cocco, ovvero sarà sempre più
    > difficile
    > > > salvarsi da questi
    > > > pericoli.
    > > O come apple che mette le backdoor e ti spia
    > i
    > > ca**i tuoi
    > > sull'iphone.
    >
    > Documenta pure.

    https://pentest.com/ios_backdoors_attack_points_su...

    Che poi apple neghi ok, ma e' un po come chiedere all'oste se il vino e' buono...

    > > A me piace un sacco che voi invasati avete
    > sempre
    > > due pesi e due misure per qualunque
    > > argomento.
    >
    > Anche a me piace un sacco vedere i troll
    > arrabbattarsi da 30 anni nel dare contro ad
    > Apple.
    A me sinceramente interessa poco di apple, o meglio, a mio avviso vale come qualunque altro produttore di oggetti tecnologici...
  • gruppo di cui Apple fa parte in virtù di una batteria di backdoor presente nei suoi iCosi
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > gruppo di cui Apple fa parte in virtù di una
    > batteria di backdoor presente nei suoi
    > iCosi

    Documenta pure...
    ruppolo
    33147
  • eh certo, ormai vi è rimasta solo la possibilità di negare l'evidenza http://punto-informatico.it/4100614/PI/News/backdo...
    non+autenticato
  • robba pericolosa, come gia' detto nel post googliano. Peggio se automatizzato (loro lo spacciano come tale)...

    "pre-pubescent female lying on bed, with a pink dildo"... prepubescent sarebbe 12-13 years old (ma poi 12 o 13??).
    E se fosse 14 o 15? photodna riesce a riconoscere una 13enne da una 14enne dalla foto? magari e' una schiava thailandese... ma se fosse solo un'americana un po porca (gh)?
    e ancora... magari l'arrestato (in automatico) e' un venditore di bambini e frequentatore abituale di pedohaxor.onion ... ma se fosse solo un tizio che frugando a caso su internet ha salvato la foto di una lolita sul suo skydrive?
    Galera immediata per i propri pruriti porcini (forse immorali ma privati e innoqui)? semo matti?

    E visto che la tecnologia c'e'... perche' non farlo per foto o dialoghi sulla cocaina e poi le armi... e poi sul copyright... e poi se non vai in chiesa la domenica ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > robba pericolosa, come gia' detto nel post
    > googliano. Peggio se automatizzato (loro lo
    > spacciano come
    > tale)...
    >
    > "pre-pubescent female lying on bed, with a pink
    > dildo"... prepubescent sarebbe 12-13 years old
    > (ma poi 12 o 13??).
    >
    > E se fosse 14 o 15? photodna riesce a riconoscere
    > una 13enne da una 14enne dalla foto? magari e'
    > una schiava thailandese... ma se fosse solo
    > un'americana un po porca (gh)?
    >
    > e ancora... magari l'arrestato (in automatico) e'
    > un venditore di bambini e frequentatore abituale
    > di pedohaxor.onion ... ma se fosse solo un tizio
    > che frugando a caso su internet ha salvato la
    > foto di una lolita sul suo skydrive?
    >
    > Galera immediata per i propri pruriti porcini
    > (forse immorali ma privati e innoqui)? semo
    > matti?
    >
    > E visto che la tecnologia c'e'... perche' non
    > farlo per foto o dialoghi sulla cocaina e poi le
    > armi... e poi sul copyright... e poi se non vai
    > in chiesa la domenica
    > ?
    Mi aggiungo da solo una cosa, prima che "la precisione del pedo-meter" venga presa come unico metro di giudizio. In realta' e' un (ottimo) straw-argument, nel quale, FORSE, a ri-legger il post, sono cascato apparentemente po' anchio.
    Il punto PRINCIPALE ovviamente non e' la precisione dello scanning, MA il fatto combinato che stai frugando in mia roba privata alla caccia di supposti reati + mandi segnalazioni automatiche di "colpevolezza" (di fatto) alle forze dell'ordine... tra l'altro per un crimine odioso e stigmatizzante ... una bella Pre-Crime senza prove circostanziali ne mandati di giudice....
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > Il punto PRINCIPALE ovviamente non e' la
    > precisione dello scanning, MA il fatto combinato
    > che stai frugando in mia roba privata alla caccia
    > di supposti reati + mandi segnalazioni
    > automatiche di "colpevolezza" (di fatto) alle
    > forze dell'ordine... tra l'altro per un crimine
    > odioso e stigmatizzante ... una bella Pre-Crime
    > senza prove circostanziali ne mandati di
    > giudice....

    Infatti il punto principale è questo e il solito uso dela scusa "lo facciamo per combattere gli schifosi pedofili" serve a testare e giustificare ogni mezzo automatizzato per spiare la gente, entrando nel merito delle loro cose private.
    Do per scontato che già lo facciano anche sui testi delle email e degli SMS, basta ricordare il caso di quell'inglese arrestato dopo poche ore aver mandato ad un amico un SMS sarcastico del tipo "se non riaprono l'aeroporto [che era chiuso per sciopero] ci metto una bomba!".
    Evidentemente questi programmi non sono in grado di capire il sarcasmo più di quanto non siano in grado di farlo coloro che li usano!
    non+autenticato
  • - Scritto da: seastream
    > - Scritto da: bubba
    > > Il punto PRINCIPALE ovviamente non e' la
    > > precisione dello scanning, MA il fatto combinato
    > > che stai frugando in mia roba privata alla
    > caccia
    > > di supposti reati + mandi segnalazioni
    > > automatiche di "colpevolezza" (di fatto) alle
    > > forze dell'ordine... tra l'altro per un crimine
    > > odioso e stigmatizzante ... una bella Pre-Crime
    > > senza prove circostanziali ne mandati di
    > > giudice....
    >
    > Infatti il punto principale è questo e il solito
    > uso dela scusa "lo facciamo per combattere gli
    > schifosi pedofili" serve a testare e giustificare
    > ogni mezzo automatizzato per spiare la gente,
    > entrando nel merito delle loro cose
    > private.
    esatto... in realta' parlare di quanto sia precisa la tecnologia e' fuorviante (tutti odiano i pedo), ma la concatenazione di eventi.

    M$ si fa i caxxi miei e, scansionando, ad un certo momento il suo algo dice che sono un pedofilo -> manda al ncmec -> il ncmec manda alla polizia che mi localizza e mi porta dal giudice.

    c'e' qualcosa di PROFONDAMENTE MALATO in questo flowchart. Beh non per tutti... per goebbels per es sarebbe perfetto.

    > Do per scontato che già lo facciano anche sui
    > testi delle email e degli SMS, basta ricordare il
    si beh se ci mettiamo in paranoia-mode, specie con tutta la roba di snowden e' claro (poi dal pdv tecnico sappiamo che la posta alloggia e/o passa dai server e isp in chiaro... storicamente nasce cosi'. cmq ovviamente non e' legale che i dipendenti si mettano a leggerlaCon la lingua fuori )... e poi, documentandosi, vediamo che sul pedo son gia anni che lo fanno.

    MA una dichiarazione limpida, rivendicando anzi la bellezza del sistema, non me la ricordavo. Direi un punto in piu' sulla 'normalizzazione della pre-crime'Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: seastream
    > > Do per scontato che già lo facciano anche sui
    > > testi delle email e degli SMS, basta ricordare
    > il
    > si beh se ci mettiamo in paranoia-mode, specie
    > con tutta la roba di snowden e' claro

    Mah, io qui non parlerei di "paranoia-mode" perchè anche solo la storia dell'inglese è vera (e fece un certo scalpore a suo tempo).
    E mi hanno raccontato di un caso che potrebbe essere simile in Germania, gente (innocentissima) fermata per cercargli droga in auto il giorno dopo aver mandato un SMS che, ironicamente, parlava di "roba".
    Come altro spieghi che queste cose accadano, se non con una sorveglianza automatica e sistematica di massa sull'intero traffico SMS, con filtro su certi termini?
    E se lo fanno con l'SMS, lo fanno anche con la email.
    E, visti i volumi in gioco, non lo possono fare altro che con strumenti automatici.




    > MA una dichiarazione limpida, rivendicando anzi
    > la bellezza del sistema, non me la ricordavo.
    > Direi un punto in piu' sulla 'normalizzazione
    > della pre-crime'
    >Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: bubba
    > > robba pericolosa, come gia' detto nel post
    > > googliano. Peggio se automatizzato (loro lo
    > > spacciano come
    > > tale)...
    > >
    > > "pre-pubescent female lying on bed, with a
    > pink
    > > dildo"... prepubescent sarebbe 12-13 years
    > old
    > > (ma poi 12 o 13??).
    > >
    > > E se fosse 14 o 15? photodna riesce a
    > riconoscere
    > > una 13enne da una 14enne dalla foto? magari
    > e'
    > > una schiava thailandese... ma se fosse solo
    > > un'americana un po porca (gh)?
    > >
    > > e ancora... magari l'arrestato (in
    > automatico)
    > e'
    > > un venditore di bambini e frequentatore
    > abituale
    > > di pedohaxor.onion ... ma se fosse solo un
    > tizio
    > > che frugando a caso su internet ha salvato la
    > > foto di una lolita sul suo skydrive?
    > >
    > > Galera immediata per i propri pruriti porcini
    > > (forse immorali ma privati e innoqui)? semo
    > > matti?
    > >
    > > E visto che la tecnologia c'e'... perche' non
    > > farlo per foto o dialoghi sulla cocaina e
    > poi
    > le
    > > armi... e poi sul copyright... e poi se non
    > vai
    > > in chiesa la domenica
    > > ?
    > Mi aggiungo da solo una cosa, prima che "la
    > precisione del pedo-meter" venga presa come unico
    > metro di giudizio. In realta' e' un (ottimo)
    > straw-argument, nel quale, FORSE, a ri-legger il
    > post, sono cascato apparentemente po' anchio.
    >
    > Il punto PRINCIPALE ovviamente non e' la
    > precisione dello scanning, MA il fatto combinato
    > che stai frugando in mia roba privata alla caccia
    > di supposti reati + mandi segnalazioni
    > automatiche di "colpevolezza" (di fatto) alle
    > forze dell'ordine... tra l'altro per un crimine
    > odioso e stigmatizzante ... una bella Pre-Crime
    > senza prove circostanziali ne mandati di
    > giudice....
    Infatti non condanna nessuno, segnala solo le attività sospette, sarà poi un giudice a decidere se lo sono veramente o no. Che c'è di scandaloso nel segnalare un possibile crimine, chi non ha nulla da temere non deve preoccuparsi più di tanto.
    non+autenticato
  • Quale fatto che si mette a fare una cosa non proprio legale, quale frugare nelle corrispondenze private altrui senza uno straccio di mandato, non ti è chiara ?
  • - Scritto da: bubba
    > robba pericolosa, come gia' detto nel post
    > googliano. Peggio se automatizzato (loro lo
    > spacciano come
    > tale)...
    >
    > "pre-pubescent female lying on bed, with a pink
    > dildo"... prepubescent sarebbe 12-13 years old
    > (ma poi 12 o 13??).
    >
    > E se fosse 14 o 15? photodna riesce a riconoscere
    > una 13enne da una 14enne dalla foto? magari e'
    > una schiava thailandese... ma se fosse solo
    > un'americana un po porca (gh)?

    Come scritto nell'articolo, "la tecnologia, capace di classificare e rendere facilmente identificabili le immagini pedopornografiche CHE LE AUTORITÀ HANNO GIÀ RICONOSCIUTO COME TALI, opera in maniera automatica ...".
    Al di là della pompa con cui viene propagandato, presumibilmente non è altro che un programma che ricerca (via checksum o qualcosa di simile) la corrispondenza tra un'immagine trovata e quelle archiviate in un database di immagini pedopornografiche note.
    A sentire M$, l'immagine dovrebbe essere individuata anche se copiata, ridimensionata o tagliata, resta da vedere quanto ciò è vero in pratica (e se uno la edita cambiando leggermente la palette dei colori?).

    In ogni caso, non si tratta di "intelligenza artificiale", ma di un più o meno banale confronto con immagini già note (che "chi di dovere" aveva già deciso che sono pedopornografiche).
    non+autenticato
  • - Scritto da: seastream
    > - Scritto da: bubba
    > > robba pericolosa, come gia' detto nel post
    > > googliano. Peggio se automatizzato (loro lo
    > > spacciano come
    > > tale)...
    > >
    > > "pre-pubescent female lying on bed, with a pink
    > > dildo"... prepubescent sarebbe 12-13 years old
    > > (ma poi 12 o 13??).
    > >
    > > E se fosse 14 o 15? photodna riesce a
    > riconoscere
    > > una 13enne da una 14enne dalla foto? magari e'
    > > una schiava thailandese... ma se fosse solo
    > > un'americana un po porca (gh)?
    >
    > Come scritto nell'articolo, "la tecnologia,
    > capace di classificare e rendere facilmente
    > identificabili le immagini pedopornografiche CHE
    > LE AUTORITÀ HANNO GIÀ RICONOSCIUTO COME TALI,
    > opera in maniera automatica
    > ...".
    troppo sintetico e quindi fuorviante... dovresti leggere roba piu' ampia su ncmec/legge/photodna ...

    > Al di là della pompa con cui viene propagandato,
    > presumibilmente non è altro che un programma che
    > ricerca (via checksum o qualcosa di simile) la
    > corrispondenza tra un'immagine trovata e quelle
    > archiviate in un database di immagini
    > pedopornografiche
    > note.
    uno dei punti chiave e' il "db di immagini note" appunto. "note" come e messe da chi e con quali criteri... devi leggere altrove per congiungere i punti.

    > A sentire M$, l'immagine dovrebbe essere
    > individuata anche se copiata, ridimensionata o
    > tagliata, resta da vedere quanto ciò è vero in
    > pratica (e se uno la edita cambiando leggermente
    > la palette dei
    > colori?).
    sulla qualita' dell'algo effettivamente molto e' stato fatto... ma, come dicevo, e' uno straw argument.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > uno dei punti chiave e' il "db di immagini note"
    > appunto. "note" come e messe da chi e con quali
    > criteri... devi leggere altrove per congiungere i
    > punti.

    Guarda che non devi cercare di spiegarmelo, l'ho già scritto io: "un più o meno banale confronto con immagini già note (CHE "CHI DI DOVERE" AVEVA GIÀ DECISO CHE SONO PEDOPORNOGRAFICHE)".

    PhotoDNA non c'entra nulla in questa valutazione, lui si limita a dire "match" o "non match".
    Potrebbe essere usato altrettanto bene con un db di foto di torte alla crema o di auto sportive.

    Su cosa siano le immagini pedoporno ci può essere "oggettività" in tanti casi, in tanti altri molto meno.
    Il semplice nudismo integrale di minori di 18 anni lo è? Le fotografie soft "stile Hamilton" lo sono?
    La legge italiana dice che lo sono se c'è "visibilità dei genitali a scopo sessuale" (o qualcosa di simile) che sembra da una parte limitato (si possono immaginare foto del genere anche senza quella caratteristica!) e dall'altra abbastanza vago (chi decide se è "a scopo sessuale" oppure è un semplice nudo integrale senza particolare esibizione e lo "scopo sessuale" è solo nell'occhio di "chi di dovere"? farlo giudicare dal cardinal Bagnasco non sarebbe lo stesso che farlo giudicare da Rocco Siffredi).
    non+autenticato
  • - Scritto da: seastream

    > La legge italiana dice che lo sono se c'è
    > "visibilità dei genitali a scopo sessuale"

    mi mancava la legge italiana con le sue oscenità giuridicheA bocca aperta

    basandosi su quella definizione, tutti i genitori che hanno foto dei figli minorenni nudi al mare ( e sulle spiagge se ne vedono tanti così ) sono dei pedofili

    ovviamente è intellettualmente interessante il tentativo del legislatore di svolgere attività da pre-crime, ovvero di riuscire a sondare i pensieri del presunto reo alfine di capire se le sue intenzioni sono sessuali o meno

    sarebbe meglio se pensassero a fare qualche seria legge per arrestare i banchieri che stampano soldi in regime di monopolio, protetti dallo Stato, e poi li prestano ( a strozzo ) a quello stesso Stato

    roba da ergastolo
    non+autenticato
  • Tutto quello che facciamo in rete non ci appartiene più o non appartiene più solo a noi! Credo che questo valga per ogni cosa.
    Ora, finalmente, il tecnocontrollo viene pubblicamente ammesso, usando questioni accettabili e condivisibili, di modo che la suddetta ovvietà sia piano piano sempre più accettata e naturale per tuttti.
    L'unica consolazione è che il tecnocontrollo non viene usato solo per profilarci ed avere introiti commerciali con i nostri dati ma anche per fare qualcosa di buono (anche se non serei affatto stupito nello scoprire fra qualche anno che i vari Big vengono pagati dai Governi per le loro preziose info).
  • - Scritto da: Krisp
    > Tutto quello che facciamo in rete non ci
    > appartiene più o non appartiene più solo a
    > noi!
    > Credo che questo valga per ogni cosa.

    Falso, vediamolo in quest'altra modo: ci hanno abituati a regalare alla rete in tutta trasparenza quello che facciamo.

    > Ora, finalmente, il tecnocontrollo viene
    > pubblicamente ammesso, usando questioni
    > accettabili e condivisibili, di modo che la
    > suddetta ovvietà sia piano piano sempre più
    > accettata e naturale per tuttti.

    Oppure cambiamo abitudini.

    > L'unica consolazione è che il tecnocontrollo non
    > viene usato solo per profilarci ed avere introiti
    > commerciali con i nostri dati ma anche per fare
    > qualcosa di buono (anche se non serei affatto
    > stupito nello scoprire fra qualche anno che i
    > vari Big vengono pagati dai Governi per le loro
    > preziose info).

    Purtroppo pero' viene usato per la maggior parte a scopo di spionaggio industriale, cosa gia' dimostrata almeno 10 anni fa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Krisp
    > Tutto quello che facciamo in rete non ci
    > appartiene più o non appartiene più solo a noi!
    > Credo che questo valga per ogni
    > cosa.

    come sei arrivato a questa conclusione?

    per estensione anche quello che fai a casa tua non ti appartiene più, dato che casa tua si trova all'interno della giurisdizione di un determinato Stato

    quello che hai appena descritto ha un nome preciso, si chiama Fascismo

    > Ora, finalmente, il tecnocontrollo viene
    > pubblicamente ammesso, usando questioni

    veramente mi pare che ci sia sempre la necessità di fare le pulci a questi signori per farglielo ammettere

    > accettabili e condivisibili, di modo che la
    > suddetta ovvietà sia piano piano sempre più
    > accettata e naturale per
    > tuttti.

    i soliti terropedopornosatanisti insomma

    ovviamente di arrestare i tanti politici pedofili non se ne parla nemmeno

    Dutroux docet!

    > L'unica consolazione è che il tecnocontrollo non
    > viene usato solo per profilarci ed avere introiti
    > commerciali con i nostri dati ma anche per fare

    infatti viene usato per schiavizzarci ed impedire che possiamo pensare ed agire contro i padroni del sistema

    > qualcosa di buono (anche se non serei affatto
    > stupito nello scoprire fra qualche anno che i
    > vari Big vengono pagati dai Governi per le loro
    > preziose
    > info).

    ovvio che vengono pagati, loro sono le corporations, la vera ed unica spina dorsale di ogni regime fascista
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Krisp
    > > Tutto quello che facciamo in rete non ci
    > > appartiene più o non appartiene più solo a
    > noi!
    > > Credo che questo valga per ogni
    > > cosa.
    >
    > come sei arrivato a questa conclusione?
    >
    > per estensione anche quello che fai a casa tua
    > non ti appartiene più, dato che casa tua si trova
    > all'interno della giurisdizione di un determinato
    > Stato
    >

    Se fai qualcosa da casa tua, consegnando ciò che fai ad un server esterno è probabile che, nei casi più rosei, ti appartenga a metà.

    > quello che hai appena descritto ha un nome
    > preciso, si chiama
    > Fascismo
    >

    Spero di no. O, almeno, non credo. Le vittime del fascismo non avevano più niente. In questo caso qalcosa resta. Inoltre, i fascisti non operavano propriamente per la riduzione di reato di pedopornografia.


    > > Ora, finalmente, il tecnocontrollo viene
    > > pubblicamente ammesso, usando questioni
    >
    > veramente mi pare che ci sia sempre la necessità
    > di fare le pulci a questi signori per farglielo
    > ammettere
    >
    > > accettabili e condivisibili, di modo che la
    > > suddetta ovvietà sia piano piano sempre più
    > > accettata e naturale per
    > > tuttti.
    >
    > i soliti terropedopornosatanisti insomma
    >
    > ovviamente di arrestare i tanti politici pedofili
    > non se ne parla
    > nemmeno
    >
    > Dutroux docet!
    >

    Un caso terribile quello che citi e si spera non capiti più.

    ù> > L'unica consolazione è che il tecnocontrollo
    > non
    > > viene usato solo per profilarci ed avere
    > introiti
    > > commerciali con i nostri dati ma anche per
    > fare
    >
    > infatti viene usato per schiavizzarci ed impedire
    > che possiamo pensare ed agire contro i padroni
    > del
    > sistema
    >

    La libertà di pensiero è tua. Non credo che qualcuno possa togliertela tanto facilmente.

    > > qualcosa di buono (anche se non serei affatto
    > > stupito nello scoprire fra qualche anno che i
    > > vari Big vengono pagati dai Governi per le
    > loro
    > > preziose
    > > info).
    >
    > ovvio che vengono pagati, loro sono le
    > corporations, la vera ed unica spina dorsale di
    > ogni regime
    > fascista

    Potrei essere miope e sbagliarmi, ma mi sembra che per ora i regimi di cui parli siano altri.
  • - Scritto da: Krisp

    > Se fai qualcosa da casa tua, consegnando ciò che
    > fai ad un server esterno è probabile che, nei
    > casi più rosei, ti appartenga a
    > metà.

    è però la stessa cosa che fai quando tratti col medico, con l'avvocato, ecc...

    eppure si ritiene che quelle informazioni debbano essere protette, non vedo perchè non dovrebbe valere lo stesso criterio nei rapporti tra me e il mio isp, mail hoster, ecc...

    > Spero di no. O, almeno, non credo. Le vittime del
    > fascismo non avevano più niente. In questo caso
    > qalcosa resta. Inoltre, i fascisti non operavano
    > propriamente per la riduzione di reato di
    > pedopornografia.

    quali scuse vengano usate non importa, l'importante sono le libertà che queste organizzazioni si concedono

    se si pone un limite al potere dello Stato, è perchè si sa che i rappresentati di turno sicuramente ne abuseranno

    i fascisti semplicemente non avevano limiti, è questa l'unica differenza tra loro e quelli attuali

    il fascismo moderno è in costruzione, non è ancora completo al 100%

    > Un caso terribile quello che citi e si spera non
    > capiti
    > più.

    purtroppo ce ne sono a decine

    ed ecco spiegato il perchè la NSA può agire impunemente senza che nessun politico faccia nulla a riguardo

    > La libertà di pensiero è tua. Non credo che
    > qualcuno possa togliertela tanto
    > facilmente.

    certo, ma per pensare bisogna sapere

    se nasci e cresci in un sistema che ti dà solo certe informazioni, occultandone o manipolandone altre, i tuoi valori, le tue credenze, ne risulteranno condizionati

    > Potrei essere miope e sbagliarmi, ma mi sembra
    > che per ora i regimi di cui parli siano
    > altri.

    anche altri, ma non solo

    pensa solo a quali pene comportano i reati commessi dalle multinazionali e quali pene invece vengono comminate ( per reati uguali ) ai privati cittadini

    hai mai visto una multinazionale confiscata perchè ha abusato per 20 anni della sua posizione di monopolio? oppure hai mai visto decimati i vertici di una multinazionale che sversava fanghi nucleari in terreni agricoli?

    alla fine ( stranamente ) si salvano sempre, al massimo prendono qualche multa ( ridicole rispetto al loro fatturato )
    non+autenticato
  • - Scritto da: Krisp
    > - Scritto da: collione
    >
    > > quello che hai appena descritto ha un nome
    > > preciso, si chiama
    > > Fascismo
    > >
    >
    > Spero di no. O, almeno, non credo. Le vittime del
    > fascismo non avevano più niente. In questo caso
    > qalcosa resta. Inoltre, i fascisti non operavano
    > propriamente per la riduzione di reato di
    > pedopornografia.
    >

    Ma scusa, non è vero che non avessero più niente. Sotto un regime fascista, basta essere "Buoni cittadini" per continuare a vivere normalmente. In Italia, anche sotto il famoso Regime, non è che la classe media se la passasse peggio che vent'anni prima, o che gli operai fossero schiavi. Anzi, avevano anche guadagnato qualcosa in termini di previdenza, iniziative sociali e simili... ovviamente il regime si aspettava che facessero i bravi e non pensassero nemmeno, ad esempio, di scioperare o sindacalizzarsi troppo.
    Non arrivo a dire che il caso delle email violate sia fascismo, ma a mio parere ci assomiglia più di quanto tu pensi. Sorride
    Izio01
    3896
  • La gente, allarmata da queste azioni che sono spionaggio bello e buono, abbandonera' gradualmente gmail, outlook, yahoo mail, lycos mail, e si dirigera' verso libero e hushmail.
    O forse no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > La gente, allarmata da queste azioni che sono
    > spionaggio bello e buono, abbandonera'
    > gradualmente gmail, outlook, yahoo mail, lycos
    > mail, e si dirigera' verso libero e
    > hushmail.
    > O forse no.

    Passare da un fornitore sconosciuto a un altro ?
    Ma usare PgP ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: tucumcari
    > > La gente, allarmata da queste azioni che sono
    > > spionaggio bello e buono, abbandonera'
    > > gradualmente gmail, outlook, yahoo mail,
    > lycos
    > > mail, e si dirigera' verso libero e
    > > hushmail.
    > > O forse no.
    >
    > Passare da un fornitore sconosciuto a un altro ?
    > Ma usare PgP ?
    A meno che qualcuno abbia giocato a Subbuteo da piccolo coi gestori di un servizio e-mail, sono tutti sconosciuti. Ma quelli più piccoli non hanno le risorse per un monitoriggaio del genere. Non è che non vogliono, è che non possono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Passante
    > > - Scritto da: tucumcari
    > > > La gente, allarmata da queste azioni
    > che
    > sono
    > > > spionaggio bello e buono, abbandonera'
    > > > gradualmente gmail, outlook, yahoo mail,
    > > lycos
    > > > mail, e si dirigera' verso libero e
    > > > hushmail.
    > > > O forse no.
    > >
    > > Passare da un fornitore sconosciuto a un
    > altro
    > ?
    > > Ma usare PgP ?
    > A meno che qualcuno abbia giocato a Subbuteo da
    > piccolo coi gestori di un servizio e-mail, sono
    > tutti sconosciuti. Ma quelli più piccoli non
    > hanno le risorse per un monitoriggaio del genere.
    > Non è che non vogliono, è che non possono.

    I servizi antispam non se li possono permettere quindi ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: tucumcari
    > > - Scritto da: Passante
    > > > - Scritto da: tucumcari
    > > > > La gente, allarmata da queste
    > azioni
    > > che
    > > sono
    > > > > spionaggio bello e buono,
    > abbandonera'
    > > > > gradualmente gmail, outlook, yahoo
    > mail,
    > > > lycos
    > > > > mail, e si dirigera' verso libero e
    > > > > hushmail.
    > > > > O forse no.
    > > >
    > > > Passare da un fornitore sconosciuto a un
    > > altro
    > > ?
    > > > Ma usare PgP ?
    > > A meno che qualcuno abbia giocato a Subbuteo
    > da
    > > piccolo coi gestori di un servizio e-mail,
    > sono
    > > tutti sconosciuti. Ma quelli più piccoli non
    > > hanno le risorse per un monitoriggaio del
    > genere.
    > > Non è che non vogliono, è che non possono.
    >
    > I servizi antispam non se li possono permettere
    > quindi
    > ?
    Servizi antispam efficaci no. E infatti metà della posta che va in spam è lecita, mentre non viene filtrata la schifezza pubblicitaria.
    I metodi per selezionare lo spam sono meno invasivi di questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Passante

    > Servizi antispam efficaci no. E infatti metà
    > della posta che va in spam è lecita, mentre non
    > viene filtrata la schifezza pubblicitaria.

    > I metodi per selezionare lo spam sono meno
    > invasivi di questo.

    Cioe' non ti leggono tutte le email in cerca di parole chiave ? Comunque i costi scendono e li implementeranno anche loro. L'unica e' la criptazione lato client non c'e' altra soluzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > La gente, allarmata da queste azioni che sono
    > spionaggio bello e buono, abbandonera'
    > gradualmente gmail, outlook, yahoo mail, lycos
    > mail, e si dirigera' verso libero e
    > hushmail.
    > O forse no.


    Stai tutelando i pedofili?
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > - Scritto da: tucumcari
    > > La gente, allarmata da queste azioni che sono
    > > spionaggio bello e buono, abbandonera'
    > > gradualmente gmail, outlook, yahoo mail, lycos
    > > mail, e si dirigera' verso libero e
    > > hushmail.
    > > O forse no.
    >
    >
    > Stai tutelando i pedofili?
    Cosa c'entrano i pedofili in questa faccenda? Qui si parla di monitoraggio delle e-mail di TUTTI.
    non+autenticato
  • hushmail forse, ma è comunque canadese ( praticamente è come se fosse usa )

    libero!?! no ma sei serio?A bocca aperta

    dai dillo che era una scherzoA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Per stavolta Microsoft +1 Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: user
    > Per stavolta Microsoft +1 Sorride

    No, per nulla, dimostra come violano la tua corrispondenza privata.