TIM (inciampa) nei panni di Peter Pan

L'azienda annuncia un grande successo per il concorso SMS: Cerca l'isola che non c'è. Ma lo fa nel momento più caldo per i messaggini dei telefoni cellulari. Incombe infatti l'SMS Strike

Roma - Ben 100.000 SMS mandati il 25 Aprile ad un numero TIM, per indovinare l'isola in cui sono finite le tre ragazze del celebre spot dell'azienda. TIM rivela i dati con orgoglio, evidenziando che si tratta "del primo caso di pubblicità interattiva".

Non c'erano dubbi che l'interattività andasse di moda: la possibilità di accompagnare, tramite SMS, Gaia, Petra e Cristina, alla ricerca disperata di un'isola, ha stimolato la fantasia dei telespettatori. E una valanga di messaggi si è riversata su TIM: gli SMS sono davvero un affare notevole per le compagnie di telefoni. E ' comprensibile, quindi, che non si veda di buon occhio la possibilità di mandare messaggi gratis tramite Internet.

Caso (?) vuole, infatti, che l'annuncio TIM in cui si rivelano i dati da noi riportati, giunga soltanto un giorno prima dell'SMS Strike, un'operazione organizzata, per il 3 Maggio, da Clarence.com. L'obiettivo? Salvaguardare la gratuità degli SMS su Internet, ultimamente messa in pericolo dalle mire delle compagnie telefoniche. Per esprimere la protesta, i siti di alcune di queste società saranno intasati dagli utenti.
3 Commenti alla Notizia TIM (inciampa) nei panni di Peter Pan
Ordina
  • Ricordate le avventure di Bertoldo?

    Il re voleva far pagare tutti coloro che annusavano il profumo delle prelibatezze preparate nelle reali cucine.

    Il monarca in questione, nel medioevo, non ci riuscì, ma le compagnie telefoniche OGGI riescono a farci pagare 200 lire per inviare 160 miseri byte.

    Con lo stesso prezzo potremmo fare una telefonata di un minuto e scambiarci parecchie decine di migliaia di byte di voce digitalizzata.

    Insomma... facendo quattro conti, il costo di un SMS per l'operatore è sicuramente inferiore al centesimo di lira (volendo essere generosi).

    E all'estero, in moltissimi stati gli SMS sono gratuiti.

    Meditate.
    non+autenticato
  • A clarence non credo glie li regalino...

    Li pagano anche loro. Quelli che vengono inviati dal sito sono gratuiti per gli utenti, non per il sito. Il sito li paga salati...
    non+autenticato
  • Appunto... ma se ora li pagano x e faticano a starci dietro con i costi, domani probabilmente li pagheranno 2x e saranno al tracollo... certo, ci sono soluzioni alternative, come consentire un max di messaggi inviabili, eccetera. Ma cio' non toglie che questo 'cartello' tra le varie compagnie creerebbe un pericoloso precedente.

    - Scritto da: n
    > A clarence non credo glie li regalino...
    >
    > Li pagano anche loro. Quelli che vengono
    > inviati dal sito sono gratuiti per gli
    > utenti, non per il sito. Il sito li paga
    > salati...
    non+autenticato