Alfonso Maruccia

Microsoft e Sony se la giocano al Gamescom

A Colonia, una conferenza ricca di annunci, demo e trailer videoludici per i due big del mercato delle console next-gen. Microsoft punta su Tomb Raider, i bundle e Halo, mentre Sony vende forte e incoraggia a socializzare il gaming

Roma - Il momento della conferenza Gamescom 2014 è arrivato, e a Microsoft è toccato l'onere/onore di aprire le danze con gli annunci delle tante novità per la piattaforma Xbox tra giochi, esclusive e nuove funzionalità in arrivo con gli aggiornamenti al firmware della console Xbox One.

Parlando di funzionalità, la Xbox di nuova generazione potrà presto fare lo streaming dei contenuti televisivi su un terminale mobile equipaggiato con la app SmartGlass; di notevole interesse, per gli utenti, anche la possibilità di fruire di contenuti multimediali presenti su supporti USB o da gadget remoti compatibili con lo standard DLNA.

Dopo aver eliminato la periferica Kinect 2.0 dalla dotazione standard della console, Microsoft prova ora a rivendere Xbox One a prezzo maggiorato con una serie di bundle che prevedono hardware colorato e giochi (più o meno) di grido del calibro di Call of Duty: Advanced Warfare (con HDD da 1 TB), FIFA 2015 e il nuovo titolo Sunset Overdrive.

Ora come nell'era Xbox 360, una delle carte preferite di Redmond è la saga di Master Chief e a tal proposito è stato presentato un network digitale chiamato Halo Channel per console Xbox e PC Windows. La proposta di produzioni "indie" del programma ID@Xbox si arricchisce di giochi quali Below, Fruit Ninja Kinect 2 e Space Engineer, mentre uno dei titoli esclusivi (a tempo) per Xbox che più fa discutere è Rise of the Tomb Rider dei redivivi Crystal Dynamics.

Dopo la conferenza Microsoft è arrivata Sony con la sua "Play", e a quel punto per Redmond sono stati dolori: PlayStation 4 ha venduto 10 milioni di console (agli utenti fisici) in 9 mesi, un numero che risalta anche in considerazione della mancanza di notizie sulle vendite provenienti dal fronte opposto.

Le novità software di PS4, in arrivo con il firmware versione 2.0, includono la funzionalità Share Play che permette a un utente di condividere un gioco con un amico (online o sullo stesso divano) che ne è sprovvisto. Qualcosa di simile avrebbe dovuto far parte della dotazione standard di Xbox One, ma a oggi gli utenti Microsoft sono ancora in attesa.

Il set-top box PlayStation TV, per lo streaming dei giochi PS4/PS Vita in remoto, invece arriva in Europa a novembre al costo di 99 euro con bundle di 3 giochi scaricabili, così come europeo (UK) sarà il debutto, nel 2015, del tanto chiacchierato servizio di cloud gaming PlayStation Now.


I giochi per PS4? A Colonia ce n'erano a iosa, tra cui il nuovo action Bloodborne dagli sviluppatori del proibitivo Dark Souls, lo sparatutto Alienation, il survival horror Until Dawn, il terrificante P.T., il "lovecraftiano" The Vanishing of Ethan Carter, i remake indie da PS3 e molto altro. Una conferenza all'insegna dell'horror, quella di Sony, e anche il creatore di Metal Gear Hideo Kojima dirà in tal senso la sua con un nuovo episodio della saga di Silent Hill che vedrà la partecipazione del regista Guillermo del Toro e il volto oramai inconfondibile di Norman "Daryl Walking Dead" Reedus.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia Microsoft e Sony se la giocano al Gamescom
Ordina