Claudio Tamburrino

Apple, nuove accuse per i fornitori cinesi

L'organizzazione non profit China Labor Watch si scaglia ancora contro le fabbriche che lavorano per le grandi multinazionali dell'IT. Nel mirino c' Apple, in attesa dell'evento di domani e del nuovo iPhone

Roma - A ridosso dal nuovo evento Apple che dovrebbe mostrare al mondo il nuovo iPhone, una nuova indagine dell'organizzazione newyorchese China Labor Watch (CLW), stavolta in collaborazione con Green America, punta il dito contro le condizioni nelle fabbriche che producono i componenti dei dispositivi con la Mela.

Non è la prima volta che CLW si scaglia contro i produttori cinesi di componenti elettroniche per le multinazionali dell'ICT: già in passato Cupertino era dovuta intervenire per rassicurare circa l'impegno a vigilare sulle condizioni dei lavoratori nelle fabbriche asiatiche e nello stabilire dure punizioni nei confronti di quei partner commerciali che non riconoscono i diritti basilari ai loro lavoratori.

Tutte queste misure hanno tuttavia il difetto di basarsi su una serie di ispezioni programmate che permettono agli eventuali violatori di nascondere i problemi tempestivamente sotto il tappeto. Così le organizzazioni non profit riescono spesso a mettere in luce gravi problemi che persistono nonostante i codici di condotta e il controllo dei fornitori.
Stavolta, tuttavia, la tempistica del rapporto CLW rischia davvero di rovinare l'evento di presentazione di iPhone 6: i membri dell'organizzazione non profit si sarebbero introdotti sotto copertura ad agosto in una fabbrica di Suqian che impiega più di 20mila lavoratori nella produzione componenti per iPhone e per iPad e avrebbero così scoperto una serie di gravi violazioni delle condizioni di sicurezza, di salute, ambientali e dei diritti umani.

Nella lista di pericoli riscontrati all'interno della fabbrica spiccano la presenza di particelle di alluminio e magnesio sul pavimento, polveri infiammabili nell'aria, l'assenza di adeguati strumenti di sicurezza per i lavoratori che devono maneggiare materiale tossico, uscite di sicurezza bloccate, rilascio di scorie e rifiuti nel sottosuolo e nelle acque circostanti gli impianti, turni di lavoro eccessivi, con straordinari obbligatori (di oltre 100 ore al mese) e in parte non retribuiti.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
30 Commenti alla Notizia Apple, nuove accuse per i fornitori cinesi
Ordina
  • Clicca per vedere le dimensioni originali

    scandalizziamoci però anche quando le stesse pratiche ci sono in Italia. Ho amici che lavorano in catena di montaggio in Italia e diverse problematiche segnalate dal report ci sono anche qui.
    Alcune ci sono sempre state a loro dire, altre se le è portate la crisi: «O così o cè la fila fuori...».
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 settembre 2014 09.06
    -----------------------------------------------------------
    Teo_
    2634
  • - Scritto da: Teo_
    > Clicca per vedere le dimensioni originali
    >
    > scandalizziamoci però anche quando le stesse
    > pratiche ci sono in Italia. Ho amici che lavorano
    > in catena di montaggio in Italia e diverse
    > problematiche segnalate dal report ci sono anche
    > qui.
    > Alcune ci sono sempre state a loro dire, altre se
    > le è portate la crisi: «O così o cè la fila
    > fuori...».
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 09 settembre 2014 09.06
    > --------------------------------------------------

    Lascia stare.

    Quando entrerai in un laboratorio di cucito di cinesi come ho fatto io e ti rendi conto di come intendono loro il lavoro, beh, capisci di essere molto fortunato.

    Credimi.

    Ciò non toglie però che fino a oggi hanno usato lo sfruttamento e i salari da fame per rendersi competitivi sbattendosene altamente della vita delle persone.

    Ed essendo che li sono qualche miliardo e non si ribellano vuol dire che in fondo gli sta bene così, quindi, non mi fanno NESSUNA PIETA'.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 settembre 2014 10.44
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: Teo_
    > >
    > Clicca per vedere le dimensioni originali
    > >
    > > scandalizziamoci però anche quando le stesse
    > > pratiche ci sono in Italia. Ho amici che
    > lavorano
    > > in catena di montaggio in Italia e diverse
    > > problematiche segnalate dal report ci sono
    > anche
    > > qui.
    > > Alcune ci sono sempre state a loro dire,
    > altre
    > se
    > > le è portate la crisi: «O così o cè la
    > fila
    > > fuori...».
    > >
    > --------------------------------------------------
    > > Modificato dall' autore il 09 settembre 2014
    > 09.06
    > >
    > --------------------------------------------------
    >
    > Lascia stare.
    >
    > Quando entrerai in un laboratorio di cucito di
    > cinesi come ho fatto io e ti rendi conto di come
    > intendono loro il lavoro, beh, capisci di essere
    > molto
    > fortunato.
    >
    > Credimi.

    Sì, ci credo, facevo solo notare che per alcune condizioni evidenziate (stare in piedi 10 ore) ecc. non serve andare chissà dove per trovarle.
    Non so se è la norma, ma fra chi conosco che è in catena di montaggio non ce nè uno che si siede.
    Teo_
    2634
  • - Scritto da: maxsix

    > Ciò non toglie però che fino a oggi hanno usato
    > lo sfruttamento e i salari da fame per rendersi
    > competitivi sbattendosene altamente della vita
    > delle persone.

    Forse è anche vero che il Renmimbi, la moneta cinese, con la sua debolezza ha reso molto conveniente acquistare prodotti cinesi. Solo che a lungo andare, con la continua importazione di capitali in Cina, questa convenienza si perde:

    http://www.xe.com/currencycharts/?from=USD&to=CNY&...

    http://www.xe.com/currencycharts/?from=EUR&to=CNY&...

    Alla fine saranno costretti a sviluppare il loro mercato interno, cosa che potranno fare solo se inizieranno a dare più soldi ai cinesi, a riconoscegli più diritti, e così via...

    Invece noi stiamo facendo al contrario. Evviva!A bocca aperta
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 settembre 2014 13.17
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10893
  • > Alla fine saranno costretti a sviluppare il loro
    > mercato interno, cosa che potranno fare solo se
    > inizieranno a dare più soldi ai cinesi, a
    > riconoscegli più diritti, e così
    > via...
    >
    > Invece noi stiamo facendo al contrario. Evviva!A bocca aperta

    Non sono scelte politiche, anche se a molti piace darlo a vedere. Esattamente come non è una scelta politica o ideologica smettere di acquistare la bistecca e prendere a mangiare pane e cipolla a pranzo e a cena. Nessuno ha mai invocato per sé la recessione o la carestia, ma quando arrivano non si può fare altrimenti.
  • - Scritto da: Leguleio

    > Non sono scelte politiche, anche se a molti piace
    > darlo a vedere. Esattamente come non è una
    > scelta politica o ideologica smettere di
    > acquistare la bistecca e prendere a mangiare pane
    > e cipolla a pranzo e a cena. Nessuno ha mai
    > invocato per sé la recessione o la carestia, ma
    > quando arrivano non si può fare
    > altrimenti.

    Beh, dipende dalle cause che portano alla crisi economica.
    FDG
    10893
  • > > Non sono scelte politiche, anche se a molti
    > piace
    > > darlo a vedere. Esattamente come non è una
    > > scelta politica o ideologica smettere di
    > > acquistare la bistecca e prendere a mangiare
    > pane
    > > e cipolla a pranzo e a cena. Nessuno ha mai
    > > invocato per sé la recessione o la carestia,
    > ma
    > > quando arrivano non si può fare
    > > altrimenti.
    >
    > Beh, dipende dalle cause che portano alla crisi
    > economica.

    A parte quando si tratta di guerre e di obbligazioni al ritmo di balli sudamericani, che sono scelte sciagurate tipicamente politiche, di base la causa di crisi economiche è l'economia stessa. La politica non c'entra.
    Però come si fa a fare una campagna elettorale per scalzare la maggioranza parlamentare senza le crisi economiche? Non si può. E allora via con le accuse di essere i responsabili delle sette piaghe d'Egitto: funziona sempre. Sorride
  • - Scritto da: Leguleio

    > A parte quando si tratta di guerre e di
    > obbligazioni al ritmo di balli sudamericani, che
    > sono scelte sciagurate tipicamente politiche, di
    > base la causa di crisi economiche è l'economia
    > stessa. La politica non c'entra.

    Perché, quelle fiscali, monetarie, sul lavoro, sul livello e l'orientamento della spesa pubblica e sulla regolamentazione dei mercati finanziari non sono scelte politiche? Va bene che è da anni che ci viene imposto il dogma dell'indipendenza della banca centrale, ma questa è una scelta politica. Nei paesi in cui questo è stato accettato, si è passati da un voto parlamentare (non in Italia... che strano).

    Guarda che il neoliberismo ideologico non ce lo impone nessuno. Al massimo ce lo fanno passare come scelta obbligata, quando è una scelta politica.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 settembre 2014 16.53
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10893
  • > > A parte quando si tratta di guerre e di
    > > obbligazioni al ritmo di balli sudamericani,
    > che
    > > sono scelte sciagurate tipicamente
    > politiche,
    > di
    > > base la causa di crisi economiche è
    > l'economia
    > > stessa. La politica non c'entra.
    >
    > Perché, quelle fiscali, monetarie, sul lavoro,
    > sul livello e l'orientamento della spesa pubblica
    > e sulla regolamentazione dei mercati finanziari
    > non sono scelte politiche?

    Andiamo con ordine: quelle fiscali sì, ma non hanno un influsso diretto sull'economia. Hanno casomai un influsso sugli investitori stranieri (e l'economia non è solo quello), e nemmeno sempre, perché spesso la fiscalità societaria ha vantaggi che la fiscalità per le persone fisiche si sogna.
    Quelle monetarie sono scelte politiche, ma hanno influsso sull'economia nella misura in cui cambiare la data di nascita sulla carta di identità fa sentire più giovani. Se un'economia non tira di suo, non sono i giochi di prestigio del deprezzamento e della svalutazione selvaggia ad aiutarla.
    La regolamentazione della spesa pubblica aiuta, ma non fa miracoli, a meno di abolire lo Stato, in quel caso di spesa pubblica non ce n'è più.Sorride Ho avuto proprio di recente qui su PI uno scambio di vedute sul sistema pensioni dell'Italia, i disastri fatti a partire dal 1973 non li si può più aggiustare: questione di numeri, la politica non può mutare l'aritmetica. E non ci sono solo le pensioni...
    I mercati finanziari in un mondo globalizzato non si possono regolamentare. Ci si limita a mettera una pezza qua e là, ma seguono leggi e flussi e riflussi propri.



    > Va bene che è da anni
    > che ci viene imposto il dogma dell'indipendenza
    > della banca centrale, ma questa è una scelta
    > politica. Nei paesi in cui questo è stato
    > accettato, si è passati da un voto parlamentare
    > (non in Italia... che
    > strano).

    Se ti riferisci alla banca centrale europea, è già indipendente dal potere politico. Ogni governatore delle banche nazionali ne è socio in percentuale, nessuno prevale realmente sugli altri.


    > Guarda che il neoliberismo ideologico non ce lo
    > impone nessuno. Al massimo ce lo fanno passare
    > come scelta obbligata, quando è una scelta
    > politica.

    Le etichette non mi interessano.
    Ti sto dicendo che se parti con l'idea che la politica possa rilanciare l'economia italiana e rendere gli italiani un po' meno poveri parti col piede sbagliato. L'economia è impermeabile a queste bagatelle.
  • OT

    Cito
    << perché spesso la fiscalità societaria ha vantaggi che la fiscalità per le persone fisiche si sogna.>>

    Se mi dici quale forma societaria è la più vantaggiosa e quali costi/requisiti/fatturati minimi richiede, sei il benvenuto.
  • - Scritto da: Gianluca70
    > OT
    >
    > Cito
    > << perché spesso la fiscalità societaria ha
    > vantaggi che la fiscalità per le persone fisiche
    > si
    > sogna.>>
    >
    > Se mi dici quale forma societaria è la più
    > vantaggiosa e quali costi/requisiti/fatturati
    > minimi richiede, sei il
    > benvenuto.

    Mi fai una domanda troppo generica: dipende tutto da cosa deve fare questa società, cosa produrrà. Una piccola guida la trovi qui:

    http://srlsemplificata.wordpress.com/tasse-nella-s.../
  • all'occidente proprio perchè ha venduto come schiavi i cinesi alle multinazionali di tutto il mondo (non solo Apple), altrimenti tanto valeva produrre in occidente.
    all'occidente cogliendo un'opportunità di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita dei cinesi! Adesso China Labor Watch vuole spegnere il sogno cinese! Vergogna!Sorride
    non+autenticato
  • A parte il discorso, condivisibile, delle pessime condizioni lavorative, perché tutta queste polemiche e critiche vengono fuori in occidente?
    Mi spiego, è facile criticare e portare rapporti di violazioni mentre si è tranquilli al sicuro. Ma portare avanti le rivendicazioni degli operai direttamente in loco sembra al di là delle capacità e della volontà di queste organizzazioni. E se non ricordo male la storia qui nei paesi occidentali i sindacati sono nati proprio per questo e con persone che hanno combattuto in prima persona per migliorare salari e condizioni lavorative.
  • > A parte il discorso, condivisibile, delle pessime
    > condizioni lavorative, perché tutta queste
    > polemiche e critiche vengono fuori in
    > occidente?

    Semplice: è una moda. Destinata a tramontare con la prossima collezione autunno-inverno.
    Alcuni anni fa c'era la moda contro le pellicce, decine di VIP vennero coinvolte nella campagna di sensibilizzazione. Quelle stesse VIP che di recente sono state viste con regolare pelliccia (non ecologica: vera).
    Le mode non ammettono la nobiltà di intenti, nascono e muoiono come tutte.


    > Mi spiego, è facile criticare e portare rapporti
    > di violazioni mentre si è tranquilli al sicuro.
    > Ma portare avanti le rivendicazioni degli operai
    > direttamente in loco sembra al di là delle
    > capacità e della volontà di queste
    > organizzazioni. E se non ricordo male la storia
    > qui nei paesi occidentali i sindacati sono nati
    > proprio per questo e con persone che hanno
    > combattuto in prima persona per migliorare salari
    > e condizioni
    > lavorative.

    Ufficialmente, e sottolineo ufficialmente, la campagna che stanno facendo è per far sentire il cliente occidentale complice degli sfruttatori. Prima degli iCosi infatti avevano puntato tutto sui palloni di cuoio cuciti da bambini del Bhutan.
    Non si vogliono sostituire ai sindacati locali, quindi un produttore cinese di oggetti destinati prevalentemente al mercato cinese non verrà mai messo sotto la loro lente di ingrandimento. Loro vogliono far rispettare convenzioni formalmente sottoscritte dalle multinazionali occidentali quando vanno a investire in Paesi come la Cina.
  • Senza sindacati, sfruttati e sopratutto credono di impietosire noi che abbiamo subito la loro spietata concorrenza fatta di stipendi con pugnetti di riso e biciclette con le ruote bucate.

    No cari, non CI FATE NESSUNA PIETA'.
    maxsix
    9374
  • - Scritto da: maxsix
    > Senza sindacati, sfruttati e sopratutto credono
    > di impietosire noi che abbiamo subito la loro
    > spietata concorrenza fatta di stipendi con
    > pugnetti di riso e biciclette con le ruote
    > bucate.
    >
    > No cari, non CI FATE NESSUNA PIETA'.

    guarda che se non fosse stato per quei musi gialli il tuo padrone non avrebbe potuto essere cosi schifosamente ricco, quindi non gli sputare addosso piu' del necessario.

    Comunque tranquillo: i negri saranno i nuovi cinesi, tempo 40 anni anche i cinesi saranno alla fame come noi ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: maxsix
    > > Senza sindacati, sfruttati e sopratutto credono
    > > di impietosire noi che abbiamo subito la loro
    > > spietata concorrenza fatta di stipendi con
    > > pugnetti di riso e biciclette con le ruote
    > > bucate.
    > >
    > > No cari, non CI FATE NESSUNA PIETA'.
    >
    > guarda che se non fosse stato per quei musi
    > gialli il tuo padrone non avrebbe potuto essere
    > cosi schifosamente ricco, quindi non gli sputare
    > addosso piu' del
    > necessario.
    >
    Io sono padrone di me stesso.
    Che ti sia chiaro.

    > Comunque tranquillo: i negri saranno i nuovi
    > cinesi, tempo 40 anni anche i cinesi saranno alla
    > fame come noi
    > ora.

    Non mi fanno ancora nessuna pietà.

    Hai altro da dire?
    maxsix
    9374
  • > Io sono padrone di me stesso.
    > Che ti sia chiaro.
    >

    no, sei applefan, sei di proprietà apple
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix

    > Io sono padrone di me stesso.

    Tu sei lo schiavo di te stesso.

    > Che ti sia chiaro.

    Mi e' chiarissimo.
  • - Scritto da: maxsix
    > Io sono padrone di me stesso.

    e come la mettiamo con la catena che partendoti dal collo arriva fino a Cupertino? ah gia, quella hai _SCELTO_ di indossarla.
    Non ce' miuglior schiavo di colui che _DESIDERA_esserlo.

    > Che ti sia chiaro.
    E' Chiarissimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > Senza sindacati, sfruttati e sopratutto credono
    > di impietosire noi che abbiamo subito la loro
    > spietata concorrenza fatta di stipendi con
    > pugnetti di riso e biciclette con le ruote
    > bucate.
    >
    > No cari, non CI FATE NESSUNA PIETA'.

    Occhio che l'iPhone è "made in China", per cui no china = no iphone.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: maxsix
    > > Senza sindacati, sfruttati e sopratutto credono
    > > di impietosire noi che abbiamo subito la loro
    > > spietata concorrenza fatta di stipendi con
    > > pugnetti di riso e biciclette con le ruote
    > > bucate.
    > >
    > > No cari, non CI FATE NESSUNA PIETA'.
    >
    > Occhio che l'iPhone è "made in China", per cui no
    > china = no
    > iphone.

    E con questo?

    Sono loro a lamentarsi delle condizioni di vita e lavoro.
    E visto come si sono e si stanno comportando che si risolvano le cose da soli.

    E non mi fanno NESSUNA PIETA'.

    Ma 0 proprio.
    maxsix
    9374
  • vergognati
    Funz
    12972
  • - Scritto da: Funz
    >
    > vergognati

    purtroppo la maggior parte della popolazione cinese va oltre l'indifferenza e la totale mancanza di empatia. Mancano proprio le più elementari basi di rispetto reciproco.

    Finchè vige questa mentalità, assisteremo a questo scenario.

    Fai due parole con chiunque sia stato in Cina.

    Ovviamente non tutti i cinesi sono così, ma la maggior parte sì.
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: Funz
    > >
    > > vergognati
    >
    > purtroppo la maggior parte della popolazione
    > cinese va oltre l'indifferenza e la totale
    > mancanza di empatia. Mancano proprio le più
    > elementari basi di rispetto
    > reciproco.
    >
    > Finchè vige questa mentalità, assisteremo a
    > questo
    > scenario.
    >
    > Fai due parole con chiunque sia stato in Cina.
    >
    > Ovviamente non tutti i cinesi sono così, ma la
    > maggior parte
    > sì.

    I popoli se vogliono qualcosa se la devono ottenere.
    Se non fanno quello che noi ci aspettiamo è perché il popolo non vuole.

    E quindi sta bene così.

    E quindi nessuna pietà
    maxsix
    9374