Claudio Tamburrino

Australia e la libertÓ di espressione agli antipodi

Approvata una legge che amplia notevolmente i poteri dell'agenzia di sicurezza: un solo mandato per accedere ad un numero illimitato di computer. E fino a 10 anni di galera per chi renda pubblici documenti riservati

Roma - Il parlamento australiano ha approvato una legge anti-terrorismo che rafforza notevolmente i poteri dell'agenzia nazionale di sicurezza ASIO.

L'emendamento numero 1/2014 alla normativa nazionale sulla sicurezza è stato votato in modo bipartisan con 44 voti a favore contro 12.
Esso, in particolare, permetterà alle forze dell'ordine di accedere con un solo mandato ad un numero illimitato di computer connessi ad una rete qualora stia cercando di monitorare un determinato obiettivo.

Questo, in via teorica, potrebbe significare che, essendo Internet una rete, con un solo mandato si potrebbero monitorare tutte le comunicazioni che passano online nel paese: tale prospettiva è stata smentita in sede di dibattito parlamentare, ma ciò non toglie che la nuova legge appare comunque preoccupante.
ASIO, d'altra parte, potrà inoltre copiare, eliminare o modificare i dati relativi ai contenuti monitorati in conseguenza di tale mandato; potrà inoltre distruggere tali computer ed utilizzare dispositivi di parti terze, non obiettivo del monitoraggio, per accedere al computer bersaglio.

La nuova normativa, inoltre, garantisce agli agenti ASIO l'immunità per alcune responsabilità civili e penali in determinate circostanze e prevede fino a 10 anni di carcere per i giornalisti e le spie che pubblichino materiali riservati.

Contro di essa si sono subito scagliati giornalisti, osservatori locali ed internazionali, tra cui EFF, che ha attaccato il primo ministro australiano Tony Abbot di sfruttare lo spauracchio terroristico per limitare le libertà dei suoi cittadini: d'altronde, oltre ai nuovi poteri per ASIO, l'Australia sta votando altri due emendamenti, uno che prevede l'obbligo di data retention e l'altro che prevede pene severe per i discorsi "a sostegno del terrorismo".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUK, una Rete castrataGli attivisti di Open Rights Group mostrano le falle di filtri che filtrano troppo. Il parental control di stato colpisce anche i siti innocui, e non risparmia la stessa iniziativa dell'associazione
  • AttualitàLa NSA e il piano per mappare l'intera InternetLe ultime rivelazioni sul Datagate descrivono un programma in grado di creare una mappa "completa" di Internet, o almeno della porzione di Internet - con tanto di utenti e router domestici - accessibile dopo la breccia delle reti nazionali
  • AttualitàDatagate, NSA ha il suo motore di ricercaLo scandalo si arricchisce di nuove rivelazioni agostane. Questa volta si parla dell'infrastruttura search che l'NSA mette a disposizione di altre agenzie federali e straniere. Con dentro miliardi di metadati
19 Commenti alla Notizia Australia e la libertÓ di espressione agli antipodi
Ordina
  • l'australia è un paese quasi dittatoriale però si sta molto bene (aborigeni a parte). voi cosa scegliereste? stare bene e sicuri a fronte di un controllo maggiore della polizia, o avere un governo lascivo che vi fa cadere nel baratro?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > l'australia è un paese quasi dittatoriale però si
    > sta molto bene (aborigeni a parte). voi cosa
    > scegliereste? stare bene e sicuri a fronte di un
    > controllo maggiore della polizia, o avere un
    > governo lascivo che vi fa cadere nel
    > baratro?

    Uno stato di polizia e' insicuro per definizione.
    Un giorno potresti essere tu quello che vengono a prendere e tu non avrai difese.
  • Uno stato di polizia e' insicuro per definizione.
    Un giorno potresti essere tu quello che vengono a prendere e tu non avrai difese

    Concetto semplice che però fa fatica a entrare in certe testoline.
    non+autenticato
  • L'austalia, ex colonia penale dell'inghilterra, è diventata la serva degli stati uniti, come del resto mezzo mondo, basti dire che Pine Gap, il più grande centro di interscambio di echelon, si trova proprio nel cuore dell'outback, vicino ad Alice Springs.
    E dopo aver distrutto la cultura aborigena vecchia di 50.000 anni, adesso iniziano a distruggere se stessi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ilota

    > vecchia di 50.000 anni, adesso iniziano a
    > distruggere se
    > stessi...

    bellissimo che quando l'ex presidente iraniano gliela metteva già in questi termini ( parlava dell'occidente in generale ovviamente ), starnazzavano come oche e accusavano l'Iran di voler usare l'atomica Rotola dal ridere

    ma chi ha bisogno dell'atomica quando il nemico è un idiota?
    non+autenticato
  • Ricordo a scuola quando parlavano di società anonime e segrete che agivano contro il governo ufficiale del tempo.

    Tra le varie le principali erano se non ricordo male la carbonerie e la Giovine Italia.
  • > Ricordo a scuola quando parlavano di società
    > anonime e segrete che agivano contro il governo
    > ufficiale del
    > tempo.

    Il "governo ufficiale"?
    Vorrai dire il governo straniero. O, nel caso dello Stato Pontificio, il governo temporale del papa.
  • >
    > Il "governo ufficiale"?
    > Vorrai dire il governo straniero. O, nel caso
    > dello Stato Pontificio, il governo temporale del
    > papa.

    straniero o no era quello, il concetto di Italia non mi sembra che sia fisiologico. Dopotutto anche i Piemontesi erano sotto i Savoia che oggi sono Francesi.

    Austriaci, ducato di Firenze, Ducato di Parma, Borboni, Liguri .....

    Stando alla legge sono vietate le società segrete ma a scuola ne parlavano bene perchè erano per la libertà.

    Se non ricordo male Mazzini era repubblicano, quindi non proprio a favore del Re sabaudo. Se non sbaglio fu Arrestato per le sue idee e forse anche condannato a morte.
  • > > Il "governo ufficiale"?
    > > Vorrai dire il governo straniero. O, nel caso
    > > dello Stato Pontificio, il governo temporale del
    > > papa.
    >
    > straniero o no era quello,

    Eh no, nell'Ottocento la circostanza faceva la differenza. I tempi di "Franza o Spagna, purché se magna", di gran voga nella penisola per circa tre secoli, erano ormai tramontati.
    Quindi la questione non era fra un governo ufficiale e uno "non ufficiale", ammesso esistano governi non ufficiali, ma tra uno nazionale e uno diretto da potenze straniere.


    > il concetto di Italia
    > non mi sembra che sia fisiologico.

    Nessun concetto statale lo è. Quello di Regno Unito è fisiologico, secondo te? Una settimana fa per poco perdevano un pezzo: questione di 5 %....
    La sovranità appartiene al popolo, non alla fisiologia.


    > Dopotutto
    > anche i Piemontesi erano sotto i Savoia che oggi
    > sono
    > Francesi.


    ???
    I domini dei Savoia ebbero la capitale in territorio francofono, Chambéry per la precisione, solo fino al 1563. Poi fu trasferita a Torino, e lì vi rimase, tranne una piccola parentesi in Sardegna causa guerre napoleoniche, fino al 1864.
    Tra l'altro i Savoia attuali si chiamano così per una convenzione fra casate nobiliari, il vero cognome sarebbe Savoia-Carignano. L'ultimo Savoia maschio fu Carlo Felice, morto nel 1831. E i principi di Carignano erano italianissimi.


    > Austriaci, ducato di Firenze, Ducato di Parma,
    > Borboni, Liguri

    "Liguri" ai tempi della Carboneria e della Giovine Italia?
    Ma la Serenissima Repubblica di Genova non esisteva più dal 3 Gennaio 1815! Era già stata annessa al Regno di Savoia dal Congresso di Vienna.


    > Stando alla legge sono vietate le società segrete
    > ma a scuola ne parlavano bene perchè erano per la
    > libertà.

    Retorica risorgimentale. I membri delle società segrete riuscirono solo a farsi arrestare... e a comporre una canzone di dubbio gusto, Il canto degli italiani .
  • Ben detto legu!
    non+autenticato
  • Ottima precisazione legu!
    non+autenticato
  • " in particolare, permetterà alle forze dell'ordine di accedere con un solo mandato ad un numero illimitato di computer connessi ad una rete qualora stia cercando di monitorare un determinato obiettivo. "

    Nel 1980 la cosiddetta legge Cossiga introdusse la possibilità di perquisizione domiciliare, anche per interi edifici o per blocchi di edifici, senza autorizzazione del giudice. Bastava il sospetto della polizia giudiziaria. E anche allora c'entrava il terrorismo.Deluso
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 settembre 2014 10.05
    -----------------------------------------------------------
  • Ben detto legu!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Leguleio
    > " in particolare, permetterà alle forze
    > dell'ordine di accedere con un solo mandato ad un
    > numero illimitato di computer connessi ad una
    > rete qualora stia cercando di monitorare un
    > determinato obiettivo.

    > "
    >
    > Nel 1980 la cosiddetta legge Cossiga introdusse
    > la possibilità di perquisizione domiciliare,
    > anche per interi edifici o per blocchi di
    > edifici, senza autorizzazione del giudice.
    > Bastava il sospetto della polizia giudiziaria. E
    > anche allora c'entrava il terrorismo.
    >Deluso

    Potresti citare anche le disposizioni attuative di Robespierre, a questo punto.
  • > > " in particolare, permetterà alle
    > forze
    > > dell'ordine di accedere con un solo mandato
    > ad
    > un
    > > numero illimitato di computer connessi ad una
    > > rete qualora stia cercando di monitorare un
    > > determinato obiettivo.

    > > "
    > >
    > > Nel 1980 la cosiddetta legge Cossiga
    > introdusse
    > > la possibilità di perquisizione domiciliare,
    > > anche per interi edifici o per blocchi di
    > > edifici, senza autorizzazione del giudice.
    > > Bastava il sospetto della polizia
    > giudiziaria.
    > E
    > > anche allora c'entrava il terrorismo.
    > >Deluso
    >
    > Potresti citare anche le disposizioni attuative
    > di Robespierre, a questo
    > punto.

    No, quelle non hanno più connessione con l'attualità. Molte delle leggi antiterrorismo italiane invece sono ancora in vigore nel 2014.Triste
  • - Scritto da: Leguleio

    >
    > No, quelle non hanno più connessione con
    > l'attualità. Molte delle leggi antiterrorismo
    > italiane invece sono ancora in vigore nel 2014.
    >Triste

    Ce ne sono migliaia di leggi in vigore solo perche' la consulta non si e' ancora pronunciata...

    E alcune rimangono in vigore NONOSTANTE il parere negativo della consulta.
  • > >
    > > No, quelle non hanno più connessione con
    > > l'attualità. Molte delle leggi antiterrorismo
    > > italiane invece sono ancora in vigore nel
    > 2014.
    > >Triste
    >
    > Ce ne sono migliaia di leggi in vigore solo
    > perche' la consulta non si e' ancora
    > pronunciata...

    Mah, una legge antiterrorismo del 1975 ha avuto un avallo che è molto piú potente della consulta: il referendum abrogativo.
    Chiamati a esprimersi sull'abrogazione, nel 1981 gli italiani risposero di NO a grande maggioranza.



    > E alcune rimangono in vigore NONOSTANTE il parere
    > negativo della
    > consulta.

    Quali?
  • - Scritto da: Leguleio
    > > >
    > > > No, quelle non hanno più connessione con
    > > > l'attualità. Molte delle leggi
    > antiterrorismo
    > > > italiane invece sono ancora in vigore
    > nel
    > > 2014.
    > > >Triste
    > >
    > > Ce ne sono migliaia di leggi in vigore solo
    > > perche' la consulta non si e' ancora
    > > pronunciata...
    >
    > Mah, una legge antiterrorismo del 1975 ha avuto
    > un avallo che è molto piú potente della
    > consulta: il referendum
    > abrogativo.
    > Chiamati a esprimersi sull'abrogazione, nel 1981
    > gli italiani risposero di NO a grande
    > maggioranza.

    Bella foto, per avere piu' di 30 anni.
    Un po' ingiallita, qualche macchia di caffe', ma nel complesso una bella foto. Non c'era internet, non c'erano i telefonini, c'era ancora il muro a Berlino e l'Italia non aveva ancora vinto i mondiali.

    Ok, e adesso che hai ricordato che una maggioranza di 30 anni fa si e' espressa in un certo modo, pensi di scolpire nella pietra questa cosa, oppure ammetti che il mondo nel frattempo e' andato un po' avanti, che molti di quei votanti sono morti e molti che non avevano votato, ora lo possono fare, magari con esito diverso?


    > > E alcune rimangono in vigore NONOSTANTE il
    > parere
    > > negativo della
    > > consulta.
    >
    > Quali?

    Ne parla giusto in prima pagina un sito di informatica in internet dal 1998.
  • > > > Ce ne sono migliaia di leggi in vigore
    > solo
    > > > perche' la consulta non si e' ancora
    > > > pronunciata...
    > >
    > > Mah, una legge antiterrorismo del 1975 ha
    > avuto
    > > un avallo che è molto piú potente della
    > > consulta: il referendum
    > > abrogativo.
    > > Chiamati a esprimersi sull'abrogazione, nel
    > 1981
    > > gli italiani risposero di NO a grande
    > > maggioranza.
    >
    > Bella foto, per avere piu' di 30 anni.
    > Un po' ingiallita, qualche macchia di caffe', ma
    > nel complesso una bella foto. Non c'era internet,
    > non c'erano i telefonini, c'era ancora il muro a
    > Berlino e l'Italia non aveva ancora vinto i
    > mondiali.
    >
    > Ok, e adesso che hai ricordato che una
    > maggioranza di 30 anni fa si e' espressa in un
    > certo modo, pensi di scolpire nella pietra questa
    > cosa, oppure ammetti che il mondo nel frattempo
    > e' andato un po' avanti, che molti di quei
    > votanti sono morti e molti che non avevano
    > votato, ora lo possono fare, magari con esito
    > diverso?

    Non puoi farmi scrivere cose che non penso.
    E non penso che sottopelle gli italiani sono cambiati, anche se usano il telefonino e internet anziché il giornale al bar sport per tenersi informati.Triste




    > > > E alcune rimangono in vigore NONOSTANTE
    > il
    > > parere
    > > > negativo della
    > > > consulta.
    > >
    > > Quali?
    >
    > Ne parla giusto in prima pagina un sito di
    > informatica in internet dal
    > 1998.

    Adesso parli per indovinelli.